Coppa Marche : Porto D’Ascoli- Atletico Azzurra Colli 0-1

Porto D’Ascoli : Di Nardo 6, Petrini 5.5, Dolegowski 5.5, Rossi 5.5, Vallorani 5.5, Capocasa 5.5(46’Jallow 6), Valentini 6 (78’Vespa sv), Gabrielli 6.5, Ciarmela 6,Napolano 5.5, Pietropaolo 6.5 (80’Tassotti). All. Stallone

A.A.Colli : Camaioni 6.5, Stangoni 6.5, Tommasi 6, Alfonsi 6.5(88’Croce sv), Stacchiotti 7, Di Antonio 6.5, Leopardi 6.5 (77’Alijevic 6), Fiscaletti 6 (78’’Manca 6), Nociaro 7, Capriotti 6(70’Piergallini 6), Silvestri 6. All. Aloisi

Arbitro : Rogani 6.5

Rete : 12’Stacchiotti.

Porto D’Ascoli : All’esordio in una gara ufficiale della stagione 2019-2020, contro il quotato Porto D’Ascoli di Stallone, il Colli di Aloisi fa un figurone e porta a casa una bella vittoria che, oltre che a mettere una seria ipoteca sul passaggio del turno, funge da importante iniezione di fiducia per la compagine della Vallata del Tronto. Tatticamente, squadre che partono a specchio con il 4-3-3 seppur con un diverso profilo. Più tecnico è pesante quello dei padroni di casa, più applicato e vivace nelle ripartenze quello degli ospiti. Assenze pesanti da una parte e dall’altra. Sensi e Verdesi per i ragazzi di Stallone, Gaeta e Iovannisci per i rossoazzurri. Pronti- via e il giovane Nociaro impensierisce per ben due volte il portiere avversario Di Nardo. Prima al 3’, quando salta due difensori sul lato corto dell’area di rigore e calcia sul primo palo, trovando la risposta del portiere di casa, e poi al 12’ quando con un fendente dal limite costringe lo stesso numero uno al miracolo con deviazione in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, battuto dal grande ex Leopardi, perentorio inserimento del difensore goleador Stacchiotti che di testa infila la palla del vantaggio. Il Porto D’Ascoli accusa il colpo, e l’occasione per il raddoppio capita a Silvestri che dal limite trova la risposta sicura di Di Nardo. Ancora Colli al 25’ : Di Antonio manda alto su azione susseguente a un calcio d’angolo. Attorno alla mezz’ora, si presentano finalmente i padroni di casa, destinati comunque a recitare un ruolo di assoluti protagonisti in campionato, con due tentativi di Ciarmela e Napolano che fanno entrambi la barba al palo della porta alla sinistra di Camaioni. L’ultima emozione della prima frazione di gioco è una bella conclusione del capitano-fantasista dei padroni di casa che finisce alta di un nonnulla. Nella ripresa, il copione non cambia. Padroni di casa che tengono palla ma non sfondano, ospiti che seguono alla lettera i preziosi dettami del mister Aloisi e subiscono poco e niente. Al 60’ la palla del 2-0 capita sui piedi di Capriotti. Il giovane esterno, ben servito da un cioccolatino di Silvestri, si allunga in spaccata all’altezza del dischetto del rigore ma, sull’uscita di Di Nardo, il suo tentativo lambisce il legno. Al 75’il pericolosissimo Valentini dal limite dell’area impegna Camaioni sempre attento. Portiere ospite che si ripete successivamente con un bell’intervento su un bolide dal limite di Dolegowski, seppur in due tempi. Girandola di cambi da una parte e dall’altra ma il risultato non cambia. Aloisi può trarre note positive dall’organizzazione della difesa, che con Stangoni a destra sembra avere più solidità, dalla personalità della mediana e dalla vivacità degli attaccanti, capaci a turno di mettere in ambasce la retroguardia avversaria. C’è tantissimo da lavorare, con umiltà e applicazione, la strada è lunga ma la via è al momento tracciata. Nota a margine. A inizio gara, il numero 7 Fabio Leopardi, grande ex del match, è stato omaggiato da un mazzo di fiori da parte di tutta la società del Porto D’Ascoli. Segno tangibile del grande lavoro svolto dal centrocampista per tutti gli 8 anni in Riviera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.