Monserrat prossimo al rientro :”Ormai ci siamo. Manca davvero poco.”

Acquisto di punta del mercato di Dicembre, Nicolas Monserrat ha subito un grave infortunio nella gara contro il Castelfidardo un mese fa, al braccio, che lo ha costretto a stare fuori fino ad ora. Il calvario però , ora volge al termine. Il possente difensore centrale infatti, giovedì toglierà il gesso e conta di tornare ad allenarsi ben presto. Con lui abbiamo fatto il punto della situazione sul suo stato fisico e sul momento attuale e futuro della squadra.
-Innanzitutto come stai e come procede il recupero ?-

-Il recupero procede bene. Dovrò togliere il gesso giovedì e riprendere subito ad allenarmi. Non ho potuto fare molti lavori specifici in questo mese in quanto mi è stato proibito.-

-Tra quanto pensi di tornare a essere a disposizione ?-

-Io voglio esserci il prima possibile. Voglio cercare di recuperare tutto il tempo perso ed essere a disposizione del nostro mister la prossima settimana. Dovrò però attendere il parere dei medici, fisioterapisti e quant’altro. Speriamo che tutto proceda per il meglio. Sono fiducioso.-

-Come spieghi la sconfitta di sabato che mette fine a un buon rendimento interno ?-

-Spiegare la sconfitta di sabato non è facile. Abbiamo fatto un primo tempo bellissimo, all’altezza. Ma poi probabilmente abbiamo pagato mentalmente il gol subito in apertura di ripresa. La squadra era messa in campo bene come sempre, con tutti predisposti al sacrificio. Ma quel gol in qualche modo ci ha segnato, non riuscendo a reagire al colpo preso. È stata solo una questione psicologica, non c’entra nulla sicuramente l’aspetto tecnico ne quello tattico. Il primo gol ha rappresentato un fattore determinante per noi in negativo.-

-Come si deve ripartire per la partita contro il San Marco, a prescindere dal fatto che si giochi questo sabato o il prossimo ?-

-Secondo me non dobbiamo affatto ripartire. Perché dire che si deve ripartire vuol dire che finora abbiamo fatto poco bene. Noi dobbiamo solo continuare il nostro percorso come accaduto fino al minuto 48 di sabato scorso. La prima cosa da fare è quella di limitare gli errori. Più tempo passa e meno margine per recupero abbiamo. Quindi in primis quello è il nostro obiettivo. Abbiamo poi tanta voglia di riscatto e la testa giusta secondo me per fare risultato contro un avversario difficilissimo come il San Marco. Però potremmo farlo solo limitando gli errori, perché davanti a noi affronteremo un attacco temibile.-

-Puntate ancora alla salvezza diretta o arrivare già ai play out a una posizione favorevole potrebbe essere un buon risultato ?-

-Guardiamo partita per partita e lavoriamo per fare più punti possibili. Non interessa salvarci direttamente o tramite i play out perché qualsiasi sia la situazione nella quale ci troveremo tra due mesi, dovremmo essere pronti per affrontarla. Ovviamente se vinciamo molte partite da qui alla fine ci salveremo, e quello è il nostro obiettivo ma lo è anche per gli altri, ovviamente. Non importa come. Importa salvarci e basta.-

-Come ti stai trovando a Colli con la squadra, il mister e la società ??-

-Nel calcio si possono vivere dei momenti brutti, come quelli che sto vivendo per l’infortunio, ma anche nel buio sono riuscito a trovare una luce che è rappresentata da questa gente che vive il calcio a Colli con grande passione. Mi sembra davvero difficile trovare persone migliori nel panorama dilettantistico rispetto a quelle che ho trovato qua. Presidente, direttore, , dirigenti che mi fanno sentire a casa, che mi stanno vicino da quando sono arrivato e dal momento dell’infortunio, mi chiamano, mi scrivono messaggi e non mi hanno mai lasciato solo nemmeno per un attimo. Il gruppo è sano oltretutto, fatto di amici prima ancora che di giocatori. Un mister che ci trasmette una grande carica emotiva e questo potrà essere un altro fattore determinante in questa lotta. Sono veramente entusiasta e convinto della scelta fatta a Dicembre. Tutti meritano la salvezza.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.