3′ GIORNATA : ATLETICO AZZURRA COLLI-ATLETICO ASCOLI 4-3

ATLETICO AZZURRA COLLI: Camaioni 7, Leopardi 5.5, Vallorani 8, Stangoni 6, Sosi 6.5, Alfonsi 6 (38’st Rango 7) , Polito 6.5 (12st’ Gagliardi 6) , Fiscaletti 6 (17’st Fazzini 7), Ciabuschi 7 (12’st Ferrari 7), Giorgio 7.5, Polisena 8.5. All: Peppino Amadio.A disp: Carfagna, Ferrari, Toscani, Rango, Albertini, Fazzini, Gagliardi, Stipa, De Luca

ATLETICO ASCOLI: Di Nardo 5, Nicolosi 5.5(1’st Vallorani 6), Fabi Cannella 6.5, Gabrielli 7, Filipponi 5.5 ,Natalini 5.5, Ciarmela 5.5(1’st Gragnoli 7.5), Santoni 6 (39’st Mattei), Filiaggi 6.5, Giovannini 7 (33’st Mariani sv ), Mariani Gibellieri 5.5 (1’st Nociaro 6). All: Stefano Filippini. A disp: Albertini, Calvaresi, Vallorani, Felicetti, Mattei, Marini, Nociaro, Mariani, Gragnoli

Arbitro Sabbouh 6.5

Reti: 21’pt Polisena (AAC), 33’pt Ciabuschi (AAC), 8’st Giorgio (AAC), 10’st FabiCannella . (AA), 16’st Gragnoli (AA) 23’st Gragnoli (AA), 48’st Polisena rig. (AAC)

Ammoniti: 9’pt Polisena (AAC), 15’pt Mariani Gibellieri (AA), 17’pt Leopardi (AAC), 43’pt Nicolosi (AA), 4’st Leopardi (AAC), 35’st Nociaro (AA)Espulsi: 4’st Leopardi (AAC).

COLLI DEL TRONTO : Una vera e propria impresa. Una gara spettacolare, quella a cui abbiamo assistito quest’oggi al Comunale di Colli del Tronto tra l’Atletico Azzurra Colli di Peppino Amadio e l’Atletico Ascoli di Stefano Filippini. Un derby sentito, dal sapore reso piu piccante dal fatto che il capitano rossoazzurro di oggi, Sosi, è stato il capitano della cavalcata dei neroazzurri di ieri, verso l’Eccellenza. Un successo che mette, a sorpresa e senza voli pindarici, l’Atletico Azzura Colli lassu’ in cima alla classifica, in compagnia di altre compagini certo, ma che da la possibilità per una sera di godersi un panorama mozzafiato. Testa bassa sempre, ma l’esplosione di gioia per qualche ora si trasformerà in sbornia. Poi, ovviamente, da martedi si dovrà pensare al Gallo. Si lecca le ferite invece l’Ateltico Ascoli, che , per la terza volta consecutiva gioca in superiorità numerica ma non riesce a concretizzare in vittoria la rimonta clamorosa effettuata a metà ripresa, nell’unico quarto d’ora in cui la squadra di Peppino Amadio non è riuscita a tenere in pugno la gara. Formazioni. Entambe le squadre si schierano col 4-3-3. Per i padroni di casa, difesa over con il rientro di Leopardi a destra. Stangoni e Sosi davanti a Camaioni e lo stratosferico Vallorani a sinistra. Alfonsi davanti alla difesa fa da scudo, Fiscaletti e Giorgio sono i guastatori, con il tridente Polito, Ciabuschi e Polisena a pungere alla retroguardia avversaria. Guidata oggi da Di Nardo tra i pali, con Natalini dirottato ancora a destra per far posto a Nicolosi e Filipponi centrali. A sinistra Fabicannella. Davanti alla difesa, Gabrielli , migliore dei suoi, era il regista, con Santoni e Mariani Gibellieri che fungevano da mezzali a supporto del tridente Filiaggi-Giovannini-Ciarmela. Arbitra Sabbouh. Che scatena subito un paio di polemiche. La prima al 4′, quando Vallorani viene strattonato da un avversario in piena area. Ma il direttore di gara vede bene, la trattenuta è leggera e gli estremi per il penalty non c’erano. Sussistevano invece pochi minuti piu tardi, quando Ciabuschi incrociava i suoi tacchetti con quelli di Nicolosi. Proteste piu vibranti, ma il direttore di gara lascia correre. Minuto 11, si affaccia l’Atletico Ascoli. Giovannini semina il panico tra la retroguardia di casa, trova il pertugio per il destro che vede Camaioni rispondere da campione e tenere in equilibrio il match. Equilibrio che viene spezzato pochi minuti piu tardi. Corner dalla sinistra di Polito, girata vincente di Polisena che, dal nulla, infila l’incolpevole Di Nardo. Un gol bellissimo, il secondo stagionale. Atletico Azzurra Colli gasato, Atletico Ascoli frastornato che prova ad abbozzare una timida reazione, ma la conclusione di Filiaggi non desta grandi pericoli dalle parti del nostro numero 1. Il Colli continua ad attaccare a testa bassa, con un asfisiante pressing sui portatori di palla avversaria, e arriva al raddoppio. Minuto 33, perentoria discesa di Vallorani sulla sinistra, scambio con Polisena e cross dello stesso terzino sul primo palo, dove è lesto ”Rambo” Ciabuschi, freddo come il sangue di un cobra, ad anticipare il suo marcatore e infilare per il 2-0 di Nardo. Primo centro stagionale per il goleador ex Grottammare, che porta sul doppio vantaggio i suoi. Il Colli non si accontenta e sfiora la terza marcatura con un bolide dell’incontenibile Vallorani. Palla alta. Si va al riposo sul 2-0. Al rientro dagli spogliatoi, Filippini scuote i suoi con tre cambi e la squadra rientra in campo con un altro piglio. Gli ospiti avanzano il baricentro e, con l’inserimento di Gragnoli e Nociaro, diventano pericolosi e minacciosi dalle parti di Camaioni, grazie alle loro indubbie qualità tecniche e fisiche, tanto piu quando al decimo, Leopardi commette una sciocchezza falciando Giovannini in una zona di campo dove l’esterno non era pericoloso. Secondo giallo e rosso. Ma i rossoazzurri hanno ancora birra da spendere e trovano il terzo gol. Ripartenza perfetta su un recupero palla, sfera lanciata sulla sinistra a Polisena che imbecca Giorgio. Il numero 10 apre il piattone e batte per la terza volta Di Nardo. Gioia immensa per i ragazzi di Amadio , che improvvisamente però subiscono il gol avversario. Pochi minuti dopo infatti, è Fabicannella con un diagonale mancino dai 25 metri, favorito dalla deviazione di Alfonsi, a battere l’incolpevole Camaioni. Girandola di cambi per il Colli, con l’ingresso dell’ottimo Fazzini a potenziare la catena di sinistra, ma non basta. Gli ospiti prendono metri e coraggio e trovano il secondo gol, anche questo piuttosto fortunoso. Gragnoli si libera sulla trequarti e scodella verso la porta. Deviazione, ancora una volta, di Stangoni, e palla che si infila laddove Camaioni non può arrivare. Sulle ali dell’entusiasmo, l’Atletico Ascoli trova un insperato pareggio al 22. Ancora Gragnoli liberato sulla sinistra, trova un pertugio giusto e batte il nostro numero 1 che tocca, ma non può affatto trattenere. E’ il 3-3, con il Colli che appare ormai alle corde e l’Atletico Ascoli ora che, nel giro di un quarto d’ora, ha pienamente dalla sua l’inerzia del match, capovolta da una simile successione di eventi e con i padroni di casa sofferenti in mezzo al campo, anche penalizzati dall’infortunio di Fiscaletti. Ma, sorprendentemente, i ragazzi di Filippini sembrano accontentarsi, non affondare il colpo, dando modo cosi ai locali di riorganizzarsi e di ritrovare energie impensabili. Prima con Fazzini, il cui diagonale fa la barba al palo, e poi con Polisena, che , in contropiede, con un perfetto destro, trova la grande risposta di Di Nardo in corner. L’Atletico Ascoli, che nel frattempo aveva sostituito l’imprendibile Giovannini con l’ex Mariani, prova a fraseggiare con ordine ma molto spesso la squadra di casa ”ruba la merenda” ai mediani e questo accade al 93′. L’ultima corsa della partita, in contropiede, la fa il neo entrato Rango, al debutto, che va a contendere al portiere Di Nardo un pallone che stava uscendo dall’area. Il numero 1 ospite lo stende e per Sabbouh è rigore, e dubbi non ce ne sono. Dal dischetto, va il glaciale Polisena, decisamente migliore in campo dei suoi, e trasforma per una vittoria epica. Atletico Azzurra Colli che vola a quota 7, Atletico Ascoli che rimane a quota 1. La sconfitta è amara, ma Filippini può contare su una rosa veramente all’altezza di questa categoria , e sicuramente la posizione finale sarà ben diversa, anche col rientro a pieno regime di Gragnoli, Raffaello e Iachini, questi ultimi due oggi assenti.

Comments (1)

  1. Dear admin, thanks for providing this blog post. I found it great. Take care,

Leave a Reply to WWW.XMC.pl Cancel Reply