Aloisi :” Qui progetto serio. Sono pronto per iniziare.”

Si è svolta questa sera, presso la sede di “Via degli Studi”, la presentazione del nuovo allenatore dell’Atletico Azzurra Colli Antonio Aloisi a dirigenti, giornalisti e addetti ai lavori. Il tecnico si è mostrato subito molto motivato a fare bene e le sue prime dichiarazioni vanno appunto in questo senso.
-Arrivo con molto orgoglio in una società molto seria e che viene da ottimi campionati, una realtà ormai affermata e consolidata a livello provinciale e non solo, che ha sempre ottenuto risultati validi. La chiamata della società mi ha fatto piacere e ci siamo trovati subito, qui hanno tutti un grande entusiasmo e un grande attaccamento, come in una famiglia. Sono consapevole del lavoro che mi attende e che dovrò portare avanti- prosegue Aloisi- contando sul lavoro di tutti quelli che mi circondano per fare una stagione importante. Il livello di questo campionato è alto, e le squadre come la Maceratese , l’Atletico Ascoli e la Civitanovese partono anche avvantaggiate per blasone, storia e con un anno in più di conoscenza di questa difficile categoria. Ma l’ Atletico Azzurra Colli potrà dire la sua sia sul piano tecnico ma soprattutto su quello dell’atteggiamento mentale. Sappiamo di rappresentare un paese che non è grande ma ha un grande senso di appartenenza e questo basta per rispettare il lavoro che va a fare la dirigenza. Non vedo l’ora di buttarmi dentro con il mio staff a lavorare sul campo. L’impegno non mancherà, ed e l’unica promessa che riesco a fare. Io amo lavorare sul campo e non a chiacchiere.-

Due battute successive sul mercato, sul modulo e sui ragazzi che andrà ad allenare.

-Del mercato si occupa il presidente con il direttore, io non sono solito fare richieste, specialmente qui dove mi fido ciecamente. Lo zoccolo duro è importante mantenerlo, questo senza ombra di dubbio e stiamo lavorando in quella direzione. Conosco personalmente Alijevic e Di Simplicio per averli già allenati nel Ciabbino e Battilana e Grilli nelle giovanili dell’Ascoli. Gli altri li conosco di nome e fama ma non li ho mai allenati. Non posso parlare di moduli, prima voglio toccare con mano il materiale umano, consapevole però che due attaccanti come Pirelli e Di Simplicio poche squadre possono permetterseli. Aldilà di tutto, a me piaccio o i progetti a lungo termine e questo è uno di quelli, quindi sono voglioso di iniziare.-

Ha parlato anche il presidente Fioravanti a margine della presentazione del mister.

-Il primo pensiero è il ringraziamento per mister Fanì per quanto ci ha dato e per quanto fatto con la nostra squadra. Aver ottenuto un quarto posto nel campionato scorso è un vanto per noi ma un grandissimo merito per lui e lo teniamo a mente. La scelta di Aloisi è stata facile, un uomo serio e che si presenta da solo per capacità e competenza oltre che leadership. Siamo molto felici di averlo con noi e speriamo di progettare con lui qualcosa di importante per i prossimi anni.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.