25’Giornata : Atletico Azzurra Colli-Monturano Campiglione 0-0

A.A.Colli (4-3-2-1): Camaioni 6, Acciaroli 6, Tommasi 6, Cucco 6.5, Stangoni 6.5, Alijevic 6, Grilli 6(80’Zharaoui sv) Battilana 6(49’Pirelli 6), Di Simplicio 6(68’Piergallini 6), Nardini 6(89’Baastianelli sv), Spinelli 6(48’Alfonsi 6.5). All.Fanì (squalificato, in panchina Fioravanti)

Monturano Campiglione (4-3-1-2): Isidori 6, Adami 6.5, Viti 6.5, Fares 6 (65’Petrucci 5.5), Cerquozzi 6.5, Finucci 7.5, Smerilli 5.5, Tidiane 6, Ulivello 5.5 (71’Mangiola 5.5), Bracalente 6, Fabiani 5.5(86’Perrella sv). All. Viti

Arbitro : Chiarotti 6

COLLI DEL TRONTO : Hanno prevalso le difese e l’equilibrio nello scontro diretto del Comunale di Colli del Tronto tra Colli e Monturano. Non a caso, si sono affrontate le due migliori difese, insieme al Valdichienti, del torneo.Entrambe le squadre si sono schierate con quattro difensori e tre mediani. Da una parte, Nardini e Grilli agivano a supporto di di Simplicio. Negli ospiti, era il bravo Bracalente a supportare la coppia d’attacco formata da Ulivello e Fabiani.Gara ostica , scorbutica e a tratti nervosa. Primo tempo molto equilibrato, nel quale le uniche emozioni sono una conclusione di Di Simplicio sul quale Isidori fa buona guardia, e una grande conclusione di Fabiani al volo che sfiora la traversa a Camaioni battuto. Nella ripresa la gara si anima. I locali attaccano a testa bassa, ma la retroguardia ospite, guidata da un Finucci in stato di grazia, si disimpegna bene. Al 56’sventola di Grilli che sfiora l’incrocio. Al 75’Pirelli di testa sugli sviluppi di un corner manda a lato. L’ultima emozione del match è una punizione di Bracalente che termina fuori.

Cucco tiene alta la guardia : ”Vincerà chi sbaglierà di meno”

Roberto Cucco, leader difensivo classe 1984, ha parlato al nostro sito, alla vigilia della gara di domani contro il Monturano Campiglione, uno scontro determinante in chiave play off. Il forte centrale ha esaminato la gara di mercoledi e ha presentato quella di domani. Il tutto, con una pausa di soli tre giorni. -Tutte le gare, da qui alla fine, vengono determinate dalle motivazioni. Ragion per cui per raggiungere obiettivi importanti servono motivazioni importanti ma soprattutto spirito di sacrificio e grande umiltà, come abbiamo fatto fin dall’inizio del torneo. Sono tutte qualità che ci hanno portato a disputare questo bel campionato.- Con Cucco facciamo anche un passo indietro, mettendo a paragone le due gare con Atletico Ascoli e Palmense. -Sicuramente il valore dell’Atletico Ascoli è differente.- ci dice Cucco- Da parte nostra, quello che è cambiato è l’approccio. Sabato scorso, non siamo scesi in campo facendo quello che facciamo sempre, lo abbiamo fatto solo nella ripresa dopo il gol subito. E poi, quando prendi gol con una squadra cosi forte è difficile recuperare. Mercoledi invece, siamo scesi in campo col coltello tra i denti e abbiamo disputato una buona prestazione. L’approccio alla gara è determinante, specie nella fase finale del torneo.- E Cucco, con la Palmense, era piuttosto ”elettrico” e sempre pronto, più del solito, a richiamare i compagni. -Si, vedevo un pizzico di superficialità dopo il 2-0 e questo non mi piaceva. Sentivo dentro di me il pericolo che la Palmense potesse accorciare le distanze, vista la sua qualità in fase offensiva, e poi contro una squadra che lotta per salvarsi, se concedi il 2-1 a pochi minuti dalla fine, la gara può prendere una brutta piega e si incasina. Fortunatamente abbiamo sofferto insieme e gioito ugualmente insieme.- Lo sguardo passa poi inevitabilmente alla gara con il Monturano Campiglione. La squadra di Viti ha un ruolino di marcia importante, miglior difesa del torneo insieme al Colli e alla Valdichienti e bottino esterno di 6 vittorie, oltre al fatto non meno trascurabile che da 9 gare non perde. – Siamo due squadre in salute, noi sappiamo bene che le insidie sono sempre dietro l’angolo. Penso che sia determinante sbagliare il meno possibile. Ora più che mai, oltre alle altre volte in cui era importante anche giocare bene, serve limitare al massimo gli errori e alzare la concentrazione. Non possiamo sbagliare , affronteremo una squadra forte pronta a punirci al minimo errore.- Ultime battute su Pirelli e sul fatto che possa sentirsi un allenatore in campo quando manca il mister Fani’ per squalifica come le ultime due gare. -Andrea è finalmente in ripresa, lo abbiamo aspettato a lungo e ha qualità talmente grandi che può farci fare il salto di qualità in queste ultime gare. Lo sa lui e lo sappiamo noi,è un grande ragazzo oltre che un giocatore fortissimo e confidiamo molto nel suo aiuto. Per quanto riguarda il mio comportamento, sicuramente cerco di trasmettere agli altri quello spirito, quella grinta e quella cattiveria che ti può far vincere le gare, ma il comandante totale rimane sempre il mister, di cui ho massima stima e un grande affetto, per me è come se fosse un padre.-

22’Giornata (rec). Palmense-Atletico Azzurra Colli 0-2

Palmense (4-3-2-1): Osso 5.5, Giugliano 5.5, Gentile 6, Cocciaretto 5.5, Pagliarini 5(75’Fagiani 6), Cameli 5.5 (46’Pelliccetti 5.5), Mauro 6 (63’Osorio 6-86’Iuvalè sv), Marsili 5.5, Rapagnani 5.5, Croceri 6, Frascerra 6. All. Cipolletta

Atletico Azzurra Colli (4-4-2): Camaioni 7, Lombardi 6, Tommasi 6.5, Cucco 6.5, Stangoni 6.5 Croce 6, Silvestri 6.5 (90’Spinelli), Battilana 7, Piergallini 6(70’Grilli 6), Di Simplicio 7.5 (86’Pirelli sv),Zahraoui 6.5. All. Fanì (squalificato, in panchina Fioravanti).

Arbitro : Clementi 6

Reti : 36’ (r)-58’Di Simplicio.

Marina Palmense: Nel recupero della ventiduesima giornata, rinviata per vento due settimane fa, l’Atletico Azzurra Colli espugna con autorità il campo della Palmense, squadra invischiata nella lotta per salvarsi. È stata la gara del ritorno al gol di Di Simplicio e del recupero di una condizione ottimale di Battilana, tra i migliori, oltre alle conferme di Camaioni, Stangoni e Cucco. Bene tutti, anche gli under che hanno dimostrato di essere più partecipi che mai. Giornata negativa per i locali, in grado solo in un paio di circostanze di impensierire Camaioni. Senza Alijevic e Nardini, Fanì schiera i suoi con uno scolastico 4-4-2, con Battilana e Croce in mezzo e Piergallini e Di Simplicio davanti. Locali schierati con un 4-3-3 mobile ma poco fluido in mezzo. La partita è subito in mano ai ragazzi di Fanì, che si rendono pericolosi dapprima con Silvestri, sul cui tentativo si supera il portiere Osso al termine di in azione iniziata da Di Simplicio e rifinita da Piergallini, e poi con lo stesso Piergallini che, lanciato in profondità da Battilana, calcia da buona posizione ma trova la deviazione in corner di Cocciaretto. Al 25’clamorosa palla gol per Zahraoui che cicca da posizione favorevole uno spiovente in area. I locali si affacciano attorno alla mezz’ora con un destro da fuori di Rapagnani su assist di Frascerra. Conclusione imprecisa. Al 35’ l’episodio che cambia il match. Di Simplicio difende con mestiere un pallone in area e viene agganciato da Cocciaretto. Rigore che lo stesso centravanti realizza. La Palmense reagisce, ma trova sulla sua strada un super Camaioni, che prima si esalta su un pericoloso tentativo aereo di Rapagnani, e poi è svelto con un uscita provvidenziale a sbarrare la strada a Frascerra. Si va al riposo sull’1-0. In apertura di ripresa, avvio sterile della Palmense e il Colli raddoppia. Lungo rilancio di Camaioni, uscita avventata di Osso che si scontra con un compagno di squadra, favorendo l’inserimento letale di Di Simplicio, che ne approfitta con astuzia e infila il 2-0. Lo stesso Di Simplicio ha per due volte la palla della tripletta, ma prima sfiora l’incrocio e poi trova sulla sua strada un miracolo di Osso. La Palmense è tramortita e l’unica palla gol capita a Rapagnani che spreca da posizione favorevole. Finisce così la gara, con il Colli che torna a presidiare il terzo posto alle spalle dell’Atletico Ascoli. Ora, sabato scontro diretto con il Monturano Campiglione, squadra ora al quarto posto e più difficile che mai da affrontare .

24’Giornata : Atletico Ascoli-Atletico Azzurra Colli 1-0

ATLETICO ASCOLI (4-3-3): Albertini7.5, Serafini 6, Fabi Cannella 6.5, Sosi 7,Coccia 6, Castellana 6.5, Mariani 7, Tedeschi 6.5, Gassama 7 (85’Tarli ), Giovannini 6 (88’Filiaggi), Iachini 6(90’Santoni). All. Filippini

A.A.COLLI (4-1-4-1): Camaioni 6, Croce 6.5(58’Zahraoui 6.5), Acciaroli 5.5, Cucco 6, Stangoni 6, Alijevic 6, Battilana 5.5(52’Di Simplicio 5.5), Grilli 5.5(75’Pirelli 6.5), Piergallini 6.5, Nardini 6, Alfonsi 6. All. Fanì (squalificato, in panchina Fioravanti.)

Arbitro : Serenellini 5.5

Rete:16’Gassama

ASCOLI : Ha vinto l’Atletico Ascoli e lo ha fatto con merito, perché ha costruito la gara sul gol trovato dopo un quarto d’ora da Gassama e ha legittimato nella fase iniziale della ripresa con tante palle gol sciupate. Da parte ospite, grande il rammarico per una sensazionale parata di Albertini allo scadere che strozza in gola l’ultima di Piergallini.Formazioni ufficiali. L’Atletico Azzurra Colli rinuncia a sorpresa al centravanti Di Simplicio e lancia Piergallini dal primo minuto affiancato da Nardini e Alfonsi. Panchina iniziale anche per Tommasi. Undici tipo invece per gli uomini di Filippini, che schierano Giovannini e Mariani laterali d’attacco e Coccia a ispirare la manovra. Partenza a razzo di Giovannini con una azione degna del suo nome, l’unica invero, in quanto Croce lo ha contenuto bene. La sua conclusione viene ribattuta da Cucco. Al quarto d’ora il gol del vantaggio. Mariani sfonda prepotentemente sulla destra e serve Gassama che taglia alle spalle di Acciaroli e batte impagabilmente in diagonale Camaioni. La reazione del Colli tarda ad arrivare. Troppo nervosismo da parte dei ragazzi di Fanì e le conclusioni dal limite di Nardini e Piergallini risultano imprecise. L’occasione più ghiotta capita a Croce che, da un corner battuto da Nardini, prova a sfondare ma il suo tentativo è ribattuto sulla linea di porta. Nei locali, Mariani e Giovannini agiscono di rimessa, e specie il primo risulta quest’oggi a tratti imprendibile. Nella ripresa, decisamente meglio gli ospiti. Prima Iachini, servito da una sponda di Giovannini, cicca la conclusione. Poi Gassama in contropiede sciupa, quando, servito in posizione centrale alle spalle dei due difensori, con un pallonetto prova a beffare Camaioni in uscita ma la palla scheggia la traversa. Ci prova anche Coccia dal limite, la palla fa la barba al palo di sinistra della porta difesa dal nostro numero 1. Il Colli allora butta dentro tutta l’artiglieria pesante, con Di Simplicio già in campo e Pirelli che torna dopo due mesi. Ma è Stangoni, di testa , a rendersi pericoloso. Il suo tocco finisce alto. Ci prova Alijevic dal limite, tiro centrale, poi la palla gol capitata sui piedi di Piergallini che si gira in un fazzoletto e scaglia un destro potente e preciso, sul quale Albertini fa la parata dell’anno. Albertini si ripete con un altro ottimo intervento su Alijevic che vale la vittoria finale. Il Colli ora dovrà vedersela con la Palmense nel recupero di mercoledì.

23’Giornata : Atletico Azzurra Colli-Aurora Treia 0-0

COLLI : Camaioni 6 , Acciaroli 6 , Spinelli 5.5(60’Bastianelli 5.5), Battilana 6 (70’Aljevic 6), Croce 6.5, Tommasi 6.5, Stangoni 6, Grilli 6.5, Di Simplicio 5.5, Nardini 5.5, Zahraoui 6. All. Fanì

TREIA: Cartechini 6, Palazzetti 7, Carbonari 6, Romagnoli 6.5, Verdicchio 6.5, Ballini 7, Gobbi 6.5(83’Carnevali), Kakuli 7, Chornopyschuch 5(90Rosetti),Capenti 6.5 Lleshi 6 .(60’Castelli 6.5). All. Passarini.

Arbitro Organtini di Ascoli 5

Colli : Finisce senza vincitori e né vinti il match al Comunale di Colli del Tronto. Un punto che allunga la serie positiva ma lascia un pizzico d’amaro in bocca ai ragazzi di Fanì. Troppe le assenze per i padroni di casa, con Stangoni addirittura spostato vicino a Di Simplicio e Spinelli terzino affianco a Croce e Tommasi. Ospiti con la formazione tipo tranne Di Francesco. Primo tempo decisamente avaro di emozioni dove si ricorda prima il tentativo di Chornopyschuch in diagonale che va sul fondo e poi un gol annullato a Zahraoui. Nella ripresa, la gara si accende e gli ospiti vanno vicinissimi al vantaggio quando Spinelli atterra il numero 7 Gobbi. Rigore che Chornopyschuch manda sul palo. Il Colli ci prova due volte con Di Simplicio e una con Croce, ma la mira è imprecisa e i tentativi sono deboli. Gli ospiti pungono in contropiede con Palazzetti che manda alto da buona posizione. Finale rovente. Al 78’sponda di Alijevic per Bastianelli che infila ma la posizione ravvisata dall’assistente è di offside. Subito dopo, Di Simplicio viene steso da un difensore avversario, ma l’arbitro sorvola in maniera discutibile. Finisce 0-0.

Palmense-A.A.Colli gara rinviata

PALMENSE(4-3–1-2):Osso, Kouasse, Gentile, Cocciaretto, Gregonelli, Cameli, Fagiani, Marsili, Rapagnani, Croceri, Frascerra. All. Cipolletta

COLLI (4-3-1-2): Camaioni, Acciaroli, Zahraoui, Tommasi, Stangoni, Croce, Piergallini, Battilana, Di Simplicio, Grilli, Spinelli. All. Fanì
Arbitro Marra

MARINA PALMENSE

Dopo 3 sopralluoghi, l’arbitro Marra e i due capitano Cocciaretto e Camaioni hanno optato per il rinvio. Troppo vento ha reso impraticabile il campo sportivo. La gara è stata rinviata a data da destinarsi

Claudio Cicchi a Marcheingol : ”Colli non demorde, ma l’Atletico Ascoli può davvero sognare”

Claudio Cicchi è stato intervistato dai giornalisti di Marcheingol. L’esperto direttore sportivo, oltre a fare il punto sui massimi campionati regionali, ha parlato anche della lotta al vertice della Promozione Girone B. Queste le sue dichiarazioni.

”L’Atletico Ascoli l’ho vista sabato scorso. E’ una squadra con tanti elementi di spessore ma su tutti c’è Giovannini, un classe 1995 che è fuori categoria. Meriterebbe ben altre platee, ma non è il solo. Ci sono giocatori esperti come Coccia, Sosi, Fabi Cannella, Iachini, Gibbs. Tutti ragazzi in grado di fare la differenza. Mi ha sorpreso molto Mariani che ha una velocità incredibile. E’ una squadra che ha tutto per farcela e può davvero sognare. Per quanto riguarda il Valdichienti, per me non è una novità ma una conferma che a certi livelli può far bene. L’Atletico Azzurra Colli non demorde. Sono forti, a livello societario sono straordinari e il presidente Fioravanti, che è un mio grande amico, conosce il calcio come pochi. In più, hanno una guida forte come Daniele Fani’, tecnico vincente e di assoluto valore. Hanno avuto diversi infortuni che li hanno condizionati, ma al completo fanno davvero paura. Sotto, non si possono certamente escludere dalla lotta squadroni come Civitanovese e Maceratese. Due bellissime squadre blasonate, che possono ancora ambire al traguardo finale.”

Per quanto riguarda i giocatori piu importanti, oltre a Giovannini, Cicchi ha fatto questi nomi :

”Fani’ a Colli ha rigenerato Lorenzo Piergallini, che sabato scorso ha siglato una doppietta ed è un gran bel giocatore. Nel Valdichienti spicca l’estro e il fiuto del gol di Castellano, che nonostante non sia più giovanissimo, gioca ancora con l’entusiasmo di un ragazzino. Un altro calciatore che mi piace molto è il bomber dell’Aurora Treia Chornopyschuk, che vede la porta come pochi.”

Fani’ al Corriere Adriatico : ”Ce la giochiamo sempre con tutti.”

Queste le dichiarazioni rilasciate da Daniele Fani’ al Corriere Adriatico, in edicola questa mattina.

Sulla vittoria con la Sangiorgese.

-La Sangiorgese è una squadra infarcita di talenti, che aveva perso sempre di misura nelle ultime uscite e anzi aveva vinto a Marina Palmense. Noi abbiamo fatto una grande partita e l’abbiamo portata a casa.-

Sul momento della squadra.

-C’è felicità. I ragazzi lavorano bene e si divertono. Si è creato un bel gruppo dove tutti si rendono partecipi. Ci giochiamo tutte le partite col massimo impegno, giocandocela appunto con tutti.-

Sulla lotta al vertice e sui possibili scenari per la squadra.

-Per noi non cambia assolutamente nulla, dobbiamo continuare a fare il massimo e poi tireremo le somme. Certo (con ironia), se ci danno lo scudetto , non lo rifiutiamo di certo, ma le difficoltà di questo campionato sono altissime e questo ci costringe gioco forza a guardare partita per partita.-

Sulla Palmense.

-La Palmense è una squadra che mi preoccupa, è una squadra molto tosta, però dipende principalmente da noi, ora ogni gara è una finale.-

Sui punti recuperati al Valdichienti.

-Un mese fa era impensabile questo cammino. Magari loro hanno avuto una leggera flessione come tutti, mentre noi ora siamo in salute. Ma, ripeto, le difficoltà sono dietro l’angolo, a partire appunto da sabato. Soprattutto teniamo presente che alle calcagna abbiamo avversari come Civitanovese e Maceratese che possono rientrare nella mischia in qualsiasi momento.-

Sui tanti infortuni e squalifiche.

-Non sono solito parlarne, li abbiamo ed è vero. Alijevic, Battilana, Zharaoui, Nardini, Pirelli. Sono nomi importanti per questa categoria, ma cambia davvero poco perchè la nostra forza è nel gruppo, quelli che vanno in campo sono straordinari a prescindere dal loro nome, non mi posso lamentare di nessuno. Tutti stanno sul pezzo in maniera quasi commovente. Ci sono valori umani oltrechè tecnici incredibili.

Sull’ambiente collese e sulla società.

-La società è sempre al primo posto, perchè la società fa i progetti e indica la strada. Lavorare per una società giusta e serena, come questa, che ti lascia lavorare bene, è molto importante.-

21’Giornata: Atletico Azzurra Colli-Sangiorgese 3-0

Colli: Camaioni 6,Acciaroli 6.5,Tommasi 7, Cucco 6, Stangoni 7, Croce 6.5, Piergallini 7.5 (71’Bastianelli 6), Battilana 7(80’Fioravanti 6), Di Simplicio 6, Grilli 7, Spinelli 6.5(85’Alfonsi). All. Fanì.

Sangiorgese : Menghi 5,Fazon 5.5, Cebada 5.5,Greco 5.5,Brambatti 5(63’Garbujo 5.5) Servera 5.5,Diagne 5.5(79’Murtezi 5.5), Gomez 6(71’De Carolis 6), Camacho 5.5(70’Amadike 5.5),Garbujo 6.5, Gisario 5.5(73’Ricci 6). All. Brambatti.

Arbitro : Castelli 6.5

Reti:28’Piergallini,35’Stangoni,60’Piergallini

COLLI DEL TRONTO : Vittoria larga e senza patemi d’animo per il Colli di mister Fanì che ingrana la quarta e ha ragione di una Sangiorgese che dura mezz’ora e poi cede sotto i colpi di Piergallini e Stangoni. Nonostante le numerose assenze, con out Alijevic, Nardini, Pirelli, Silvestri, Zahraoui e Lombardi, la compagine di casa fa la voce grossa e ottiene tre punti che la proiettano sempre più in orbita play off. 4-3-1-2 per i padroni di casa, con Di Simplicio e Piergallini appoggiati da Grilli. 4–2-3-1 per gli ospiti. Partenza al fulmicotone dei collesi che sfiorano la rete in apertura con un diagonale di Di Simplicio su sponda di Piergallini. La palla soffia sul palo alla sinistra di Menghi. Al 28, la rete del vantaggio. Cross dalle retrovie di Stangoni, errata lettura difensiva e Piergallini infila al volo di destro nel cuore dell’area di rigore con un tocco sporco ma con la palla che assume una parabola arquata imprendibile per Menghi. Pochi minuti dopo, ancora gol. Corner di Grilli, tocco sottomisura di Stangoni che sigla il suo quarto centro stagionale. Non pervenuta la Sangiorgese, che sbaglia troppo dietro e produce poco davanti. In avvio di ripresa, i ritmi calano e il Colli ne approfitta. Grilli scappa via sulla destra e serve un cioccolatino per l’occorrente Piergallini che anticipa tutti e batte l’incolpevole Menghi. È il 3-0 che sancisce la fine della contesa, arricchita dagli spunti di Grilli e Di Simplicio che sfiorano la quarta marcatura. Nota numerica: per Andrea Grilli, quest’anno, è già il settimo assist tra calcio e azioni di gioco. Davvero non male per il forte centrocampista rossoazzurro, stabilmente tra i migliori in campo.

Camaioni : ”Vittoria domani sarebbe un grande salto di qualità.”

Con Alessio Camaioni, l’Atletico Azzurra Colli è senz’altro in buone mani. Il portierone originario di Monsampolo, arrivato al quarto anno con la casacca della squadra rossoazzurra (seppur intervallati da un’esperienza alla Palmense), è sinonimo di affidabilità, serietà, garanzie in campo e fuori. Con estrema schiettezza, Alessio ci parla della gara di Chiesanuova, parando anche le critiche e il luogo comune di una squadra fortunata.-Si- attacca Camaioni, classe 1991-, abbiamo avuto un pizzico di fortuna, ma il reale fattore chiave è stata la maturità della squadra che ha capito che domenica poteva essere una giornata storta e ha lavorato con compattezza e pazienza alla ricerca del varco giusto, sfruttando quell’episodio nel finale che ci ha fatto vincere la gara. Esattamente quella maturità che ci era mancata in altre gare.- Camaioni, passa poi all’analisi del torneo, con sorprese e delusioni. –Era chiaro che il divario con le squadre che lottano per salvarsi alla lunga sarebbe venuto fuori, ma se devo fare un nome su tutti dico Valdichienti. Mi ha impressionato la solidità, il bel gioco e l’identità che hanno. L’outsider è senza dubbio il Monturano, che rappresenta un avversario in più anche se, in realtà, mi ha realmente impressionato per il bel gioco espresso. Tra le piccole delusioni annovererei l’Atletico Centobuchi, che secondo me ha una buona squadra seppur non riesce a trovare l’equilibrio giusto, e il Chiesanuova. La squadra vista domenica non può lottare per la salvezza, e infatti in avvio credo che, con i nomi che hanno, si aspettavano tutti quanti qualcosa in più.- Con Camaioni poi parliamo della gara che arriva. – Guai a pensare che esistano gare facili, l’abbiamo già capito in altre circostanze. Affrontiamo una squadra che venderà cara la pelle perché è nel loro dna. E ce lo hanno dimostrato all’andata. Sono ancora in lotta per la salvezza. I testacoda nascondono delle reali insidie, delle armi a doppio taglio, perché se da un lato bisogna vincere per forza, avendo tutto da perdere, dall’altra incontriamo una squadra che , come già detto, farà di tutto per strappare punti. Pronostici non ne faccio, l’unica cosa che posso promettere è che venderemo cara la pelle per arrivare alla vittoria, che sarebbe davvero un salto di qualità notevole per la nostra classifica.- L’ultima battuta, poi, è sulla sua esperienza a Colli, sul modo di allenarsi, sui piccoli ‘’segreti’’ e sul perché il suo rendimento sia sempre cosi importante. –Sicuramente, la passione e la voglia con cui mi alleno gioca a mio favore. Ringrazio infinitamente il mio preparatore Oscar Alfonsi, con cui condividiamo appunto la stessa passione e che soprattutto, oltre ad essere il mio preparatore, è anche una sorta di ottimo psicologo. Ovviamente, sono facilitato e aiutato da questo ambiente, perché a Colli è sicuramente come stare in una seconda casa.-