20′ GIORNATA : TRODICA – ATLETICO AZZURRA COLLI 1-1

TRODICA : ESPOSITO 5.5, BERRETTONI 5.5, SBRISSA 6, BOUMSONG 6, PANICO 7, LAMBERTUCCI 6, LATTANZI 5.5 (74′ SOW sv), GIRI 6.5, MONSERRAT 6.5, MARCHIONI 5.5 (74’FORESI sv), D’AGUANNO 7.5. ALL. FANI’

A.A.COLLI : CAMAIONI 6, STANGONI 5.5, CROCE 5.5, PAOLUZZI 6, LUCIANI 6, ALIJEVIC 5.5, MARIANI 6, GRILLI 6, NARDINI 6 (77′ BATTILANA sv), CROCETTI 6, GYABAA 6.5 (85′ MASSARONI sv). ALL. FUSCO

ARBITRO : BOTTIN 7

RETI : 67′ GYABAA, 83′ PANICO

TRODICA DI MORROVALLE : Pareggio sostanzialmente giusto quello tra Trodica e Atletico Azzurra Colli nel match odierno valevole per la 20′ giornata di Promozione Girone B. La squadra di Fusco oggi, specie nella prima frazione di gioco, non è apparsa brillante come nelle precedenti occasioni e la locale compagine è stata brava e meritevole del punto al termine di una gara tutta grinta e cuore. Troppi ormai gli indisponibili per mister Fusco, costretto da oramai due mesi a giocare senza i due attaccanti centrali Di Simplicio e Giansante e forzato a giocare con il solo Nardini con la casacca numero 9 nel ruolo di punta quando lui punta non è. A centrocampo ormai prossimo il rientro di Coccia a dar manforte a Grilli e Alijevic apparsi discontinui nella gara odierna nonostante le buonissime intenzioni. La squadra ospite inizia la gara con un fraseggio continuo ma poco incisivo causa la poca profondità di gioco in avanti. I locali aspettano, fanno densità nella propria metà campo e agiscono di rimessa guidati dal numero 11 D’Aguanno, che nella prima mezzora fa vedere i sorci verdi a tutta la retroguardia e sfiora il gol dalla zolla sinistra dapprima al 9′ quando Camaioni ribatte un suo tentativo e poi al 30′ quando dalla stessa zona calcia sul fondo. Il possesso palla degli ospiti si concretizza con la prima palla gol al 38′, quando Grilli riceve palla dai 20 metri sul centro destra e calcia un missile che, deviato da Lattanzi, sfiora l’incrocio dei pali. Il primo tempo è tutto qui e ad andare più vicina al gol è la squadra di Fani’, che aggredisce i nostri togliendogli idee e respiro. Ma nella ripresa il Colli scende in campo con un altro piglio, e sfiora la rete in avvio. Mariani scappa via sulla destra e calcia in porta una rasoiata che Esposito non trattiene. Si avventa Gyabaa ma il suo tentativo a botta sicura è recuperato da Panico sulla linea. Risponde Monserrat in contropiede ma la sua conclusione va fuori. Al 18′ Colli pericoloso con Crocetti, ma la conclusione del capitano è bloccata da Esposito. Al 23′ il gol : sugli sviluppi di un corner battuto da Crocetti, Esposito cicca l’uscita, Nardini fa da sponda e Gyabaa trova il tap in vincente per il suo secondo gol in campionato. Il Colli pare ora gestire con sagacia ma ancora Monserrat, sempre in azione di contropiede, impegna Camaioni alla ribattuta. Al minuto 81′ clamorosa palla gol, la piu limpida del match, per Battilana, subentrato a Nardini, servito da un intelligentissima giocata di Grilli. Il calciatore, al momento di calciare a tu per tu con Esposito, scivola e l’azione sfuma. Al minuto 83′, gol mangiato gol subito. Da una punizione dalla distanza battuta da Boumsong, si accende una mischia risolta da Panico che sul secondo palo infila Camaioni. Il Colli non ci sta e tenta la reazione, ma l’unica chances è allo scadere con Alijevic che di testa sfiora il palo su cross del neo entrato Massaroni.

Crocetti :”Arriveranno partite difficili. Vietato sbagliare l’atteggiamento.”

Guido Crocetti ha risolto anche la partita col Montecosaro. Il capitano, a quota 8 reti, ha toccato le 50 realizzazioni in campionato con l’Atletico Azzurra Colli risultando decisivo quest’anno ancor di più. Come il vino , che più invecchia e più è buono, l’attaccante rossoazzurro è sempre più leader della truppa di Fusco e ha rilasciato al nostro portale le seguenti dichiarazioni.

 

-Un’altra vittoria interna col Montecosaro. Partita difficilissima dove il tuo rigore l’ha risolta. Le partite da qui alla fine saranno tutte così. Siete pronti per questi tipi di confronti ?

-Sappiamo benissimo che più si andrà avanti e più i punti saranno pesanti, quindi siamo ben preparati a queste partite. Dobbiamo cercare di giocare meglio ancora a calcio, poiché affronteremo squadre chiuse e possiamo risolverle giocando solo palla a terra come sappiamo fare. È stata la nostra prerogativa dall’inizio dell’anno grazie al lavoro del mister, e dovremmo mantenerla.

-Hai toccato quota 50 gol e pare che tu non abbia intenzione di fermarti. Qual è il segreto dell’eterna giovinezza ?

-Sicuramente bisogna allenarsi ogni volta meglio, con più intensità avendo migliori tempi di recupero e fare vita più seria. Se stai bene e recuperi bene, puoi continuare ad esprimerti su determinati livelli. I tempi di recupero a questa età sono determinanti. Se non fai vita seria non recuperi, se la fai riesci a gestire meglio il tuo corpo.

-Trodica, squadra rinnovata che lotta per salvarsi. Quali sono le difficoltà di questa partita è come la state preparando col mister ?

-Adesso sarà una gara difficile. I punti a disposizione sono sempre meno e le squadre che stanno sotto hanno più bisogno. Dobbiamo pareggiare l’aspetto emotivo e mentale delle altre squadre, mettendo successivamente in campo le nostre armi. Tecnica, qualità e velocità di gioco. A parità di aggressività, queste doti devono fare la differenza.

-Come valuti l’apporto dei giovani in questa squadra ?

-I nostri giovani sono determinanti. Bisogna saperi scegliere e noi abbiamo la fortuna è la bravura di avere in rosa giovani forti. Questi fuoriquota, grazie al gran lavoro della società, stanno facendo la differenza. Abbiamo 4-5 fuoriquota che sono principalmente degli over e non palesano alcuna differenza con gli avversari di maggior esperienza e rango.

-Avete qualche rito particolare prima della gara ?

-Tutti sanno che chiunque ha le proprie scaramanzie. Tra noi, chi parcheggia l’ auto allo stesso punto, chi passeggia negli stessi punti e negli stessi luoghi, chi indossa determinati giubbini in base alla settimana. Ma riti più particolari non ne abbiamo. Sono questi più o meno, e pare che portino bene, quindi continueremmo così.

19′ GIORNATA : ATLETICO AZZURRA COLLI – MONTECOSARO 1-0

ATLETICO AZZURRA COLLI : CAMAIONI 6, ACCIAROLI 6.5, CROCE 6, PAOLUZZI 6, LUCIANI 7, ALIJEVIC 6.5, MARIANI 7, GRILLI 6 (75′ BATTILANA 6.5), NARDINI 6.5, CROCETTI 6.5 (90′ MASSARONI sv), ZAHRAOUI 6.5. ALL. FUSCO

MONTECOSARO : TORRESI 6, ALBANESI 6.5, BAIOCCO 5, COZZI 6, BENFATTO 6.5, MARZIALI 6, PIETRELLA 6, RAPACCI 6, ULIVELLO 5.5, D’ANGELO 6.5, MAZZANTI 6. ALL. MAZZAFERRO

ARBITRO : RACCHI ( AN) 6

RETE : 47′ CROCETTI (r)

COLLI DEL TRONTO : Un penalty di Crocetti in avvio ripresa decide la 19esima giornata al Comunale di Colli del Tronto tra Atletico Azzurra Colli e Montecosaro. Gara scorbutica, ostica, maschia ma corretta contro un avversario ben messo in campo, che ha fatto la sua onesta figura e che, qualora fosse uscito dal rettangolo verde con un punto, npn avrebbe fatto gridare a nessuno allo scandalo. Torna appunto Crocetti tra i tre d’attacco e Paoluzzi a spalleggiare il barone Luciani ( prestazione di alto livello oggi la sua) nella retroguardia a 4. Squalificato Stangoni, ancora indisponibili Coccia, Giansante e Di Simplicio. Ospiti schierati anche loro con il 4-3-3 con Pietrella e D’Angelo a supporto di Ulivello.  La partenza dei padroni di casa è buonissima. Al 2′ minuto lob di Nardini dal vertice dell’area piccola, la palla sfiora la traversa. Al quarto minuto una discesa di Mariani, che oggi è stato veramente imprendibile, provoca un corner sul quale svetta Paoluzzi ma trova l’opposizione di Torresi. Pressa il Colli che trova praterie sulla destra, dove il funambolico Mariani mette perennemente in crisi Baiocco. Al minuto 11 il suo tiro è impreciso. Al 25′ calcio piazzato di Grilli, arriva Luciani a colpire ma la palla è alta. Da qui la compagine di Fusco rallenta la presa e inizia a uscire il Montecosaro che guadagna terreno e perviene al tiro al 33′ con D’Angelo dal limite al volo su una corta respinta della difesa. La conclusione finisce fuori. Al 40′ in contropiede Ulivello scappa via sulla destra, il suggerimento sul secondo palo per D’Angelo è perfetto ma altrettanto impeccabile e provvidenziale è l’intervento in chiusura di Acciaroli. Al 43′ ci prova Rapacci ma la sua conclusione è altissima. Si va al riposo sul punteggio di parità che rispecchia fedelmente quanto visto. Al 2′ della ripresa, la svolta. Nardini scarta un cioccolatino verso Zahraoui che però viene toccato con un braccio da Albanesi. Rigore sacrosanto che Crocetti realizza con precisione chirurgica alla sinistra di Torresi. 8′ centro stagionale per il capitano e 50’esima realizzazione con la casacca collese in campionato. La reazione del Montecosaro è veemente e ci vuole tutta la bravura di Luciani per salvare sulla linea una conclusione di D’Angelo con Camaioni fuori dai giochi. Pressano gli ospiti che continuano a macinare azioni pur non trovando sbocco. Ci provano allora su piazzato con D’Angelo, Camaioni risponde seppur con qualche affanno. Gli ospiti hanno l’iniziativa e controllano il gioco, i locali soffrono e provano ad agire di rimessa. Allorchè Fusco cambia : fuori Grilli e dentro il dinamico Battilana, con lo spostamento dei centimetri di Alijevic da interno di mezzala a vertice basso del centrocampo a 3. La mossa porta i suoi frutti in quanto il Colli piano piano riprende metri e campo e sfiora per due volte con Mariani nel giro di 1 minuto il raddoppio. Prima quando servito sul secondo palo cicca la conclusione, mandando la sfera sul lato opposto, e poi sullo svolgimento dell’azione quando lo stesso furetto, servito da Crocetti, incoccia di destro cogliendo il palo. Il Montecosaro prova un assedio finale, c’è tempo anche per un reclamo di Ulivello a contatto con Alijevic (il rigore non pareva assolutamente esserci). L’ultima conclusione è di D’angelo dal lato sinistro dell’area ma la sfera è alta, mentre ancora Mariani spreca in maniera clamorosa l’ennesimo contropiede. L’Atletico Azzurra Colli al triplice fischio raccoglie una vittoria sudata pur non giocando la sua migliore prestazione e si avvicina al San Marco Servigliano secondo in classifica, ora distante un solo punto. Seconda gara consecutiva senza subire gol, la terza su quattro nel girone di ritorno.

Fusco : ”Con l’Atletico Piceno grande dimostrazione di compattezza.”

Salvatore Fusco ha parlato al nostro portale nella mattinata odierna, tornando sulla gara con l’Atletico Piceno di domenica scorsa e presentando anche la gara col Montecosaro di sabato prossimo.

Mister, con l’Atletico Piceno un punto guadagnato o due punti persi ?

-Onestamente non parlerei nè di punto guadagnato nè di due punti persi. E’ uscito fuori un pareggio che per l’andamento della partita alla fine ci soddisfa, perchè agguantato in dieci. E’ chiaro che giocare piu di un tempo in dieci ci ha penalizzato, ma sono orgoglioso della risposta dei miei. Abbiamo concesso solamente una palla gol, tra l’altro per un nostro errore, ai nostri avversari. Nella prima frazione di gioco, la gara è stata equilibrata, ma dopo l’espulsione quella ghiotta chances capitata a Mariani grida vendetta. Nella ripresa, tolto appunto la traversa di Gatti, nonostante l’inferiorità numerica abbiamo avuto sempre in mano il pallino del gioco e creato qualche situazione importante. Abbiamo dato grandissima dimostrazione di compattezza e spirito di squadra. Abbiamo fatto la partita contro una squadra valida e che giocava con un uomo in più. Sono contento di quanto visto.-

 

Un giudizio sull’arbitraggio ?

-Non sono solito nè protestare durante la gara nè parlare di arbitri nelle circostanze in cui vengo chiamato in causa. L’unica cosa che posso dire con serenità è quella di non aver capito la reale motivazione del rosso di Stangoni, ma errare è umano anche per un arbitro. C’è stata qualche situazione poco chiara nell’area di rigore di Lattanzi, ma dalla mia posizione non è facile giudicare. Detto questo, noi dobbiamo pensare solamente a prendere il pallone e metterlo in rete. Nè più nè meno. Non è nostra cultura parlare o lamentarsi di terzi fattori.-

 

Sabato arriva il Montecosaro. Quali difficoltà ci saranno ?

-Arriva una squadra in salute, che è ben allenata da un tecnico preparato e che ha dato ampia dimostrazione del suo valore da quando è subentrato dopo poche gare. Noi giocheremo come sempre per fare la partita. Mancherà sicuramente Stangoni squalificato, valuteremo le posizioni di alcuni infortunati sperando di recuperarli quanto prima. E’ un impegno difficile quello di sabato, da affrontare con la giusta convinzione e consapevolezza.-

 

Rientrerà il capitano Crocetti. Quanto è mancato domenica scorsa ?

-Il capitano è un giocatore di altissimo livello. Nonostante le primavere alle spalle, dimostra sempre di essere un esempio per i compagni. Nel calcio non esistono le controprove, quindi non posso dire assolutamente che con lui in campo avremmo vinto domenica. Guardo alla prossima partita e sono felicissimo perchè è a disposizione e per noi è un’arma importante. Il gruppo, fatto di gente che può rendermi orgogliosa del percorso fatto, riconosce in lui il vero leader e noi siamo fieri di averlo a disposizione. Colgo l’occasione per rinnovare le condoglianze al nostro preparatore dei portieri Oscar Alfonsi per la scomparsa del papà. Cercheremo di vincere per dedicare il successo a lui questo sabato.-

18’GIORNATA : ATLETICO PICENO – ATLETICO AZZURRA COLLI 0-0

ATLETICO PICENO : LATTANZI 6, ODDI 5.5, PIUNTI 6, PIEMONTESE 5.5 (65’DIOP 5.5), PALLADINI 6(65′ CAPRETTI 6), PORFIRI 6, PICCIOLA 6, ANTENUCCI 7 (81’PALESTINI sv), GATTI 6, CALVARESI 6, DIARRA 6. ALL. GRILLO

ATLETICO AZZURRA COLLI : CAMAIONI 6, ACCIAROLI 6.5, CROCE 6.5, STANGONI 6, LUCIANI 6.5, ALIJEVIC 7.5, MARIANI 6.5, BATTILANA 6 (46′ PAOLUZZI 6.5), NARDINI 6.5 (88’MASSARONI), GRILLI 6, ZAHRAOUI 7. ALL. FUSCO

ARBITRO : GORREJA 4.5

CENTOBUCHI : Pari e patta nel derby della Vallata tra Atletico Piceno e Atletico Azzurra Colli. Una partita ben giocata dalla squadra di Fusco e dove la squadra di Grillo si difende con ordine. Una gara macchiata dal pessimo arbitraggio del signor Gorreja, quest’oggi in giornata davvero negativa (può succedere, ad un arbitro come a un calciatore) e che scontenta perlopiù gli ospiti, con un rosso a Stangoni e un paio di situazioni poco nitide nell’area di Lattanzi. Con l’assenza di Crocetti, torna Zahraoui in avanti insieme a Nardini e Mariani. La gara celebra anche il ritorno da titolare di Battilana dopo diversi mesi. Grilli confermato davanti alla difesa nel 4-3-3. Grillo risponde con un 3-4-3 molto offensivo, con Gatti e Picciola ai lati di Diarra. Primi venti minuti di studio, poi la prima occasione capita sui piedi proprio di Battilana. Il suo tiro, su ribattuta della difesa, finisce lontano dai pali di Lattanzi. Risponde al 30′ Oddi che, ben servito dall’ex Porfiri, manda sul fondo. La gara si gioca prevalentemente a centrocampo, dove Aljievic e Grilli battagliano con Antenucci e Calvaresi Al 36′, il primo episodio arbitrale della gara. Stangoni, già ammonito per proteste, commette un innocuo quanto involontario fallo a metà campo su Picciola. Tra lo stupore generale, il signor Gorreja estrae il secondo giallo a Stangoni. La panchina rossoazzurra è incredula e protesta con veemenza. Ma non cambia la decisione arbitrale. Al 39′ punizione dalla distanza di Porfiri, Camaioni respinge con qualche affanno. Al 42′ clamorosa palla gol per gli ospiti. Nardini è straordinario nella giocata a mettere Mariani a tu per tu con Lattanzi, ma il furetto di fascia spreca in maniera maldestra da 7 metri. Al 45′, ancora proteste rossoazzurre, quando ancora Nardini serve in fascia Mariani, ma il tentativo è fermato dal braccio di Palladini. L’arbtiro lascia correre. Nella ripresa, Fusco toglie Battilana e inserisce Paoluzzi al rientro dopo l’infortunio. I padroni di casa provano a partire in avanti, sfruttando la superiorità numerica, e al 13′ hanno l’occasione giusta con Gatti, che però coglie la traversa in scivolata. Il buon inizio locale, costringe Fusco al cambio di modulo. Il tecnico risistema i suoi con il 4-4-1, lasciando il solo Nardini davanti supportato dagli inserimenti ai lati di Mariani e Zharaoui. Grilli e Aljievic in mezzo col mediano slavo che giganteggia per tutto il match. Maiuscola la prestazione dell’ex Monticelli capitano di giornata  che, pur cambiando tre ruoli nella stessa gara, domina la fascia mediana con una prestazione di spessore tecnico, tattico e quantitativo. E il Colli pian piano riprende metri e sembra lei la squadra in superiorità numerica, con l’Atletico Piceno che prova a spezzettare il gioco. Al 67′ ancora proteste, quando Mariani serve Zahraoui che va a contatto con Lattanzi. Per l’arbitro è anche qui tutto regolare. I locali capiscono la difficoltà e si rifugiano dietro, gli ospiti fanno incetta di calci d’angolo e su uno di questi Paoluzzi, di testa, sfiora la segnatura. Bravo poi Lattanzi a sbrogliare un paio di mischie, mentre Acciaroli e Croce frenano ogni velleità di ripartenze sugli esterni dell’Atletico Piceno. Finisce con i numerosi tentativi di andare in gol degli uomini di Fusco, ma la squadra di Grillo è bravissima a chiudere ogni varco e a difendersi con ordine e vigore fisico.

Fusco : ”Bella vittoria. Pensiamo partita per partita!”

Salvatore Fusco è soddisfatto per il risultato ottenuto contro l’Aurora Treia e al termine della gara, a un emittente televisiva , ha risposto alle domande.

Mister, una bella vittoria quella ottenuta oggi dai suoi, specie dopo un primo tempo dominato ?

-Si, abbiamo avuto tante palle gol nella prima frazione,e posso ritenermi soddisfatto del gioco espresso. E’ stata una bella vittoria e siamo tutti molto contenti. L’unico rammarico, oltre all’episodio finale del rosso a Crocetti, è quello di non aver capitalizzato al massimo la grande mole di gioco prodotta. Avremmo potuto soffrire molto meno, e invece abbiamo sprecato tanto. Pazienza, sono convinto che miglioreremo anche in questo.-

 

Cosa c’è dietro questa rimonta del Colli ? Un gran lavoro nell’intervallo ?

-Il gran lavoro a mio parere è stato dei giocatori, che non si sono persi d’animo nonostante l’iniziale e immeritato svantaggio. Abbiamo profuso tanti sforzi per ribaltare la gara e, nonostante i tanti infortuni, questi ragazzi hanno dimostrato per l’ennesima volta che il valore del gruppo è più importante di ogni singolo.-

17’GIORNATA: ATLETICO AZZURRA COLLI-AURORA TREIA 2-1

A.A.COLLI : CAMAIONI 6, ACCIAROLI 6.5, CROCE 7, STANGONI 6.5, LUCIANI 6, ALIJEVIC 6, MARIANI 7, GRILLI 7(88’BATTILANA sv), NARDINI 6(85’GYABAA), CROCETTI 7.5, ZAHRAOUI 6.5. ALL. FUSCO

AURORA TREIA : PALMIERI 6.5, CERVIGNI 5, CARBONARI 5(78’CONTI sv)),ROMAGNOLI 5.5, VERDICCHIO 6, BALLINI 6, BACCIFAVA 6.5,KAKULI 5(88’’GENTILETTI sv), CHORNOPISCHUK 5.5, BISI 5.5 (75’CARNEVALI Sv)CAPENTI 6. ALL. PASSARINI

ARBITRO : ERCOLI 6.5

RETI: 36’BACCIFAVA,43’(r )-46’CROCETTI

COLLI: Sudata ma meritata. La vittoria del Colli di quest’oggi riduce ancor di più la distanza dalla capolista, ora il Potenza Picena, ma viene macchiata dall’espulsione di Crocetti nel finale, migliore in campo della contesa per distacco, causa una manata all’avversario. Già senza Coccia, Giansante, Di Simplicio e Paoluzzi, il Colli perde dunque il suo capitano per squalifica. Il Treia bada a non prenderle ma non regge il ritmo forsennato che i padroni di casa imprimono al match fin dalle prime battute. Grilli, che sostituisce Coccia, è particolarmente ispirato in entrambe le fasi. Dopo 50’ secondi, Crocetti mette Mariani in condizione di battere a rete ma l’ala, dopo un ottimo taglio, calcia debolmente su Palmieri in uscita.Al 3’ e al 9’ ancora Crocetti protagonista. Prima con un tiro cross che si stampa sull’incrocio dei pali, poi con una discesa perentoria in cui serve Grilli che calcia troppo centralmente. Al 17’perfetto inserimento di Alijevic ma il suo tiro viene ribattuto. Al 19’ è la volta di Nardini che, ben servito da Mariani in contropiede, chiama al miracolo Palmieri. Al 26’Mariani ancora scende sulla destra e calcia a fil di palo. Ospiti non pervenuti ma, al 36’, alla prima mischia in area sugli sviluppi di un piazzato, è Baccifava a depositare in rete ben appostato sul secondo palo. Un gol che gela i padroni di casa, che reagiscono guidati ancora dall’incontenibile Crocetti, che al 43’si procura un calcio di rigore su un lancio di Zahraoui per fallo in uscita di Palmieri e lo realizza con freddezza. Si va al riposo sul punteggio di 1-1 e in avvio di ripresa l’episodio che indirizza il match. Mariani semina il panico sulla sinistra e serve Crocetti che, sul secondo palo, con un pregevole sinistro a giro, infila Palmieri sul secondo palo. Vantaggio meritato del Colli e legittimato dalla splendida punizione di Grilli che colpisce il palo, secondo di giornata. L’unico pericolo che corre Camaioni è una punizione di Ballini che viene comodamente bloccata. Nel finale Crocetti, provocato per tutta la gara, viene espulso per un gesto di reazione a un avversario. Finisce 2-1. E il Colli esulta.

Fusco a Radio Domani : ”Vittoria preziosissima. Prestazione da gruppo vero”

Salvatore Fusco , al termine della partita vittoriosa di Chiesanuova, ha commentato a caldo ai cronisti di Radio Domani l’importantissimo successo della sua squadra, spendendo parole notevoli per il gruppo :”Partendo dall’episodio finale del gol-non gol, dalla panchina posso dire che non c’è la giusta prospettiva e mi viene davvero difficile dare un giudizio. Abbiamo ottenuto questi tre punti che ci ripagano di quanto immeritatamente ci fu tolto sabato scorso a Servigliano. Il gruppo ha dimostrato di essere veramente fatto di uomini. Avevamo Camaioni, Stangoni, Croce, Alijevic, Grilli e Battilana che hanno avuto a che fare con febbre e virus per tutta la settimana, quindi metà squadra era in condizioni precarie ma ha voluto esserci, dimostrando grande attaccamento alla causa. La gara è stata brutta, non si è giocato molto a calcio ed è un controsenso, perchè si sono affrontate due squadre che fanno del bel gioco la loro arma principale. Siamo stati gagliardi e tosti, difendendo con le unghie e con i denti il vantaggio e portando a casa un successo determinante. Ora, testa al Treia, un altro avversario di spessore, sperando di recuperare anche Paoluzzi infortunatosi in settimana.”

16’GIORNATA : CHIESANUOVA – ATLETICO AZZURRA COLLI 0-1

CHIESANUOVA : NATALI 6, BELELLI 5.5, PICCININI 6, DE SANTIS 6, AQUINO 6, ARINGOLI 6.5, PASQUI 5.5(72′ MEDEI 6), FERRINI 6, TITTARELLI 5.5, SANTONI 7, RAPACCINI 5.5(86′ ROSSETTI sv). ALL. TRAVAGLINI

A.A.COLLI : CAMAIONI 6.5, ACCIAROLI 6.5 (80′ CORSINI sv), CROCE 6, STANGONI 7, LUCIANI 7.5, ALIJEVIC 6 (68′ BATTILANA 6), ZAHRAOUI 6.5, COCCIA 6, NARDINI 6 (86′ GYABAA sv), CROCETTI 6.5, GRILLI 6. (55’MARIANI 6). ALL. FUSCO.

ARBITRO : GREGORI (ps) 5.5

RETE : 27′ AUT. BELELLI

CHIESANUOVA : Riscatto immediato dell’Atletico Azzurra Colli dopo il ko immeritato di Servigliano, al cospetto del Chiesanuova di Travaglini, squadra ben messa in campo e che occupava la seconda posizione in graduatoria. E’ stata una vittoria fortemente voluta con armi che l’Atletico Azzurra Colli scopre di avere ora piu che mai. Squadra cinica, che capitalizza al massimo quel pò che crea e che quando c’è da difendere, non va per il sottile e, guidata da un imperioso Luciani, spazza via qualsiasi pericolo capita nell’ultima porzione di campo. I locali hanno di che recriminare. Perchè subiscono il gol con un autorete e perchè a metà ripresa un episodio dubbio gli lascia l’amaro in bocca. Partiamo con la cronaca. Fusco recupera, più o meno in extremis, numerosi febbricitanti. Stangoni, Croce, Alijevic e  Grilli infatti, scendono in campo seppur in condizioni debilitate. Battilana, anch’egli influenzato in settimana, recupera per la panchina. Non c’è Paoluzzi, a causa di uno stiramento, e il suo posto viene preso dall’ottimo Acciaroli, con Stangoni che scivola centralmente. I locali invece presentano la formazione annunciata, col rientro di De Santis in luogo di Morettini nella linea mediana. Gara spigolosa fin dalle prime battute. Le squadre giocano poco e si affidano o ai piazzati o alle individualità. Al 10′,punizione di Aquino che , deviata dalla barriera, lambisce il palo alla destra di Camaioni. Al 13′, Crocetti scappa via sull’out di sinistra e mette una rasoiata in mezzo sul quale Zharaoui non arriva per un soffio. Ancora Crocetti al 15′ è una furia sulla sinistra,  salta due avversari e, rientrando sul destro, prova un tentativo a giro sul secondo palo. Bravo Natali a ribattere.  Al 20′ ancora Crocetti incontenibile va sul fondo e serve la palla sullo scarico a Nardini che però viene anticipato, la palla arriva a Coccia che dal limite lascia partire un destro impreciso. Al 27′, il vantaggio. Nardini si procura una punizione dalla sinistra. Coccia va alla battuta sul secondo palo per l’accorrente Luciani che con un inzuccata la rimette in mezzo e Belelli, per anticipare Crocetti, insacca il proprio portiere. Per quanto mostrato nella prima parte di gara, il vantaggio è meritato. Ma la reazione della forte squadra di casa non si fa attendere. Santoni dal limite lascia partire una bordata sul quale Camaioni è bravissimo alla risposta e Tittarelli sbaglia il più comodo dei tap-in. Al 35′ tentativo da fuori area di Rapaccini, Camaioni blocca in presa aerea. Si va al riposo sul parziale di 1-0. Nel secondo tempo, il Chiesanuova pigia sull’acceleratore e Fusco è chiamato a degli accorgimenti. Escono gli stanchissimi Grilli e Alijevic per i più freschi Mariani e Battilana. E a metà ripresa l’episodio contestato. Piccinini , sugli sviluppi di un piazzato, impatta la sfera a centro area, Camaioni ribatte come può la palla nei pressi della linea, con i locali che gridano al gol. In Promozione non c’è la VAR che può segnalare se la palla abbia o meno superato la linea, tantomeno è facile un giudizio in quanto la sfera non era rasoterra ma a mezza altezza. Il guardialinee Paci dice di no e l’azione sfuma tra le proteste del Chiesanuova. Ancora Camaioni è bravo su un colpo di testa di Pasqui, mentre dall’altra parte è sempre Crocetti a tenere sul chi va là la retroguardia con un destro su un appoggio di Battilana che trova pronto Natali. Finale concitato, i locali premono buttando palla avanti, ma la coppia difensiva è una cerniera insuperabile e il Colli porta a casa tre punti.

15’GIORNATA : SAN MARCO SERVIGLIANO – ATLETICO AZZURRA COLLI 2-1

SAN MARCO SERVIGLIANO : CARNEVALI 6, BRUNI 5.5, IOMMI 6, FORTUNATI 7, SGAMMINI 6, ALOISI 6(77’TIDIANE 6), MANCINI 6.5/70’PETTINARI 7.5), QUADRINI 6(65’JALLOW 6), CERBONE 7(83’ATRAGENE sv), IACOPONI 6.5, FRASCERRA 6(87’MANGIOLA sv). ALL. AMADIO

ATLETICO AZZURRA COLLI : CAMAIONI 6, STANGONI 5.5, CROCE 5.5(60’MARIANI 6),PAOLUZZI 6(81’GRILLI 7), LUCIANI 6, ALIJEVIC 6, ZAHRAOUI 6, COCCIA 6, NARDINI 6.5, CROCETTI 6.5(87’BATTILANA sv), GYABAA 5.5(60’ACCIAROLI 6). ALL. FUSCO

ARBITRO : BALEANI 5

RETI : 7′ CERBONE, 86’GRILLI, 92’PETTINARI

SERVIGLIANO: Al termine di una gara combattutissima e giocata in buona maniera da entrambe le squadre, l’Atletico Azzurra Colli soccombe in casa della capolista San Marco Servigliano che si laurea campione di inverno. Su di un campo infame, è forte la sensazione da parte della squadra di Fusco di essere stata danneggiata dalla direzione di gara del signor Baleani che, oltre a una pessima distribuzione dei cartellini, nega un rigore solare a fine primo tempo agli ospiti ai danni di Stangoni che avrebbe potuto far prendere una piega diversa alla gara. Ma veniamo alla cronaca. 4-3-3 per entrambe le squadre e approccio importante del Colli. Crocetti al 2′ minuto di sinistro coglie il palo dal limite dell’area. Al 7’però, i locali passano. Mancini scappa via sulla destra e crossa dentro dove Cerbone è il più lesto di tutti a infilarsi tra le maglie della retroguardia e batte l’incolpevole Camaioni. Sbanda il Colli, che accusa il colpo. L’accenno di reazione, nonostante un prolungato possesso palla, arriva al 25′ quando sia Gyabaa che Zahraoui ritardano la battuta da pochi passi e l’azione sfuma. Al 40′ occasione ghiotta per Cerbone che approfitta di un’indecisione tra Paoluzzi e Croce e batte a rete ma la conclusione è imprecisa. Al 44′ l’episodio di cui sopra. Stangoni, sugli sviluppi di un piazzato, tocca la sfera togliendola dalla disponibilità di Sgammini che lo colpisce in netto ritardo. Il tutto davanti agli occhi dell’arbitro che sorvola. Nella ripresa, girandola di cambi. Il campo diviene sempre più allentato a causa delle piogge piovute fino a poco prima del match. Il match si gioca prevalentemente a centrocampo, con gli ospiti che provano ugualmente a fare il loro gioco, pagando il poco peso in avanti, e i locali che si chiudono a riccio e non disdegnano alcune sortite offensive. L’occasione buona capita sulla testa di Alijevic al 70′, ma la sua conclusione è alta. Al minuto 86, però, ecco il pari. Palla ribattuta in campanile dalla difesa locale e Grilli, appena entrato, batte di sinistro al volo. Un tiro bellissimo che si infila alla destra di Carnevali. Sembra fatta, ma il veleno è nella coda. Al 92′ infatti, Pettinari, su un lancio da sinistra, è abilissimo a eludere la marcatura di Acciaroli e battere a rete da posizione favorevole. E’ il gol che decide la contesa.