21’Giornata: Atletico Azzurra Colli-Sangiorgese 3-0

Colli: Camaioni 6,Acciaroli 6.5,Tommasi 7, Cucco 6, Stangoni 7, Croce 6.5, Piergallini 7.5 (71’Bastianelli 6), Battilana 7(80’Fioravanti 6), Di Simplicio 6, Grilli 7, Spinelli 6.5(85’Alfonsi). All. Fanì.

Sangiorgese : Menghi 5,Fazon 5.5, Cebada 5.5,Greco 5.5,Brambatti 5(63’Garbujo 5.5) Servera 5.5,Diagne 5.5(79’Murtezi 5.5), Gomez 6(71’De Carolis 6), Camacho 5.5(70’Amadike 5.5),Garbujo 6.5, Gisario 5.5(73’Ricci 6). All. Brambatti.

Arbitro : Castelli 6.5

Reti:28’Piergallini,35’Stangoni,60’Piergallini

COLLI DEL TRONTO : Vittoria larga e senza patemi d’animo per il Colli di mister Fanì che ingrana la quarta e ha ragione di una Sangiorgese che dura mezz’ora e poi cede sotto i colpi di Piergallini e Stangoni. Nonostante le numerose assenze, con out Alijevic, Nardini, Pirelli, Silvestri, Zahraoui e Lombardi, la compagine di casa fa la voce grossa e ottiene tre punti che la proiettano sempre più in orbita play off. 4-3-1-2 per i padroni di casa, con Di Simplicio e Piergallini appoggiati da Grilli. 4–2-3-1 per gli ospiti. Partenza al fulmicotone dei collesi che sfiorano la rete in apertura con un diagonale di Di Simplicio su sponda di Piergallini. La palla soffia sul palo alla sinistra di Menghi. Al 28, la rete del vantaggio. Cross dalle retrovie di Stangoni, errata lettura difensiva e Piergallini infila al volo di destro nel cuore dell’area di rigore con un tocco sporco ma con la palla che assume una parabola arquata imprendibile per Menghi. Pochi minuti dopo, ancora gol. Corner di Grilli, tocco sottomisura di Stangoni che sigla il suo quarto centro stagionale. Non pervenuta la Sangiorgese, che sbaglia troppo dietro e produce poco davanti. In avvio di ripresa, i ritmi calano e il Colli ne approfitta. Grilli scappa via sulla destra e serve un cioccolatino per l’occorrente Piergallini che anticipa tutti e batte l’incolpevole Menghi. È il 3-0 che sancisce la fine della contesa, arricchita dagli spunti di Grilli e Di Simplicio che sfiorano la quarta marcatura. Nota numerica: per Andrea Grilli, quest’anno, è già il settimo assist tra calcio e azioni di gioco. Davvero non male per il forte centrocampista rossoazzurro, stabilmente tra i migliori in campo.

Camaioni : ”Vittoria domani sarebbe un grande salto di qualità.”

Con Alessio Camaioni, l’Atletico Azzurra Colli è senz’altro in buone mani. Il portierone originario di Monsampolo, arrivato al quarto anno con la casacca della squadra rossoazzurra (seppur intervallati da un’esperienza alla Palmense), è sinonimo di affidabilità, serietà, garanzie in campo e fuori. Con estrema schiettezza, Alessio ci parla della gara di Chiesanuova, parando anche le critiche e il luogo comune di una squadra fortunata.-Si- attacca Camaioni, classe 1991-, abbiamo avuto un pizzico di fortuna, ma il reale fattore chiave è stata la maturità della squadra che ha capito che domenica poteva essere una giornata storta e ha lavorato con compattezza e pazienza alla ricerca del varco giusto, sfruttando quell’episodio nel finale che ci ha fatto vincere la gara. Esattamente quella maturità che ci era mancata in altre gare.- Camaioni, passa poi all’analisi del torneo, con sorprese e delusioni. –Era chiaro che il divario con le squadre che lottano per salvarsi alla lunga sarebbe venuto fuori, ma se devo fare un nome su tutti dico Valdichienti. Mi ha impressionato la solidità, il bel gioco e l’identità che hanno. L’outsider è senza dubbio il Monturano, che rappresenta un avversario in più anche se, in realtà, mi ha realmente impressionato per il bel gioco espresso. Tra le piccole delusioni annovererei l’Atletico Centobuchi, che secondo me ha una buona squadra seppur non riesce a trovare l’equilibrio giusto, e il Chiesanuova. La squadra vista domenica non può lottare per la salvezza, e infatti in avvio credo che, con i nomi che hanno, si aspettavano tutti quanti qualcosa in più.- Con Camaioni poi parliamo della gara che arriva. – Guai a pensare che esistano gare facili, l’abbiamo già capito in altre circostanze. Affrontiamo una squadra che venderà cara la pelle perché è nel loro dna. E ce lo hanno dimostrato all’andata. Sono ancora in lotta per la salvezza. I testacoda nascondono delle reali insidie, delle armi a doppio taglio, perché se da un lato bisogna vincere per forza, avendo tutto da perdere, dall’altra incontriamo una squadra che , come già detto, farà di tutto per strappare punti. Pronostici non ne faccio, l’unica cosa che posso promettere è che venderemo cara la pelle per arrivare alla vittoria, che sarebbe davvero un salto di qualità notevole per la nostra classifica.- L’ultima battuta, poi, è sulla sua esperienza a Colli, sul modo di allenarsi, sui piccoli ‘’segreti’’ e sul perché il suo rendimento sia sempre cosi importante. –Sicuramente, la passione e la voglia con cui mi alleno gioca a mio favore. Ringrazio infinitamente il mio preparatore Oscar Alfonsi, con cui condividiamo appunto la stessa passione e che soprattutto, oltre ad essere il mio preparatore, è anche una sorta di ottimo psicologo. Ovviamente, sono facilitato e aiutato da questo ambiente, perché a Colli è sicuramente come stare in una seconda casa.-

Fioravanti al Corriere Adriatico : ”Fani’ è il nostro valore aggiunto”

Queste le dichiarazioni rilasciate dal presidente Giovanni Fioravanti sulle righe del Corriere Adriatico, in edicola questa mattina.

Sugli obiettivi:

-Abbiamo detto già da tempo che il nostro obiettivo è quello di entrare tra le prime cinque. La classifica attuale ci dice che siamo li, a soli tre punti dalla capolista, ma per noi la priorità sono i play off. Inutile fare voli pindarici in un campionato in cui tutte le squadre devono sudarsi la pagnotta dal primo all’ultimo minuto contro tutti. Ho notato che anche la qualità degli allenatori si è alzata e tutti fanno giocare bene le loro squadre, motivo aggiuntivo per il quale ci sarà da sudare tantissimo.-

Sul campionato :

-La presenza di squadroni come Civitanovese e Maceratese ha alzato il livello. Rispetto allo scorso anno, è un campionato totalmente diverso e nettamente superiore qualitativamente. E queste squadre fungono da sprone per tutte le altre. Per noi è motivo d’orgoglio e vanto essere li a giocarcela con loro.-

Sulla squadra :

-Siamo stati falcidiati da infortuni e squalifiche. Pirelli, il nostro bomber , ha saltato numerose gare a causa di guai in serie alla coscia. Nardini idem, oltretutto ora ha subito una squalifica rocambolesca. Battilana ha avuto tre infortuni che l’hanno fermato. Nonostante tutto, siamo stati sempre li davanti e chiedere di più era dura. Siamo contenti perchè tutti quanti hanno dimostrato di essere partecipi e di essere validi. Spendo una parolina per Croce, che si è messo in luce nelle ultime settimane e sta dimostrando di essere un giocatore importantissimo per noi. Speriamo di recuperare tutti quanti per il rush finale.-

Su Fani’ :

-La mentalità che ha portato a Colli è figlia sicuramente della sua grande esperienza. Ha impresso il suo modo di lavorare alla squadra, fa sentire tutti partecipi del progetto tecnico, e chiunque giochi, sa come rendersi importante. Questo è un grande merito dell’allenatore, che per noi è senza dubbio un valore aggiunto.-

Gestione della gara, cambi azzeccati. Chiesanuova è il capolavoro di Fani’

Nella gara di ieri a Chiesanuova, si è vista una squadra a due facce. Primo tempo di grande sofferenza. Ripresa in cui, dopo il gol, la musica è cambiata. Sotto tutti i punti di vista. Daniele Fani’, prevedendo che la squadra di casa avrebbe avuto un inizio importante, ha chiesto ai suoi di mantenere lo stesso atteggiamento delle ultime uscite a livello mentale, mentre a livello tattico si era chiesto di avere un equilibrio giusto che potesse proteggere Camaioni e appoggiare al tempo stesso Di Simplicio. Non c’è stato alcun grave errore di lettura, non c’è stato niente che non abbia funzionato a livello di approccio alla gara. Semplicemente, nella prima frazione, il Chiesanuova ha giocato meglio, puntando sulla freschezza e sulla brillantezza dei suoi uomini più brevilinei. Medei e Santoni hanno infatti impensierito alla grande la retroguardia collese. Ma l’esperto mister rossoazzurro, non ha mai perso la bussola, ha sempre predicato calma, ha fatto si che la squadra non si scomponesse, consapevole che la zampata decisiva la poteva piazzare la squadra da un momento all’altro. La gestione, specie dialettica della gara, è stata quella necessaria affinchè la nostra compagine non imbarcasse, bensi’ tenesse botta nel momento delicato, e tanto è stato anche dopo il vantaggio di Aringoli. Il pareggio di Croce, è stato solo il preludio a ciò che è accaduto dopo. Il Colli è cresciuto, il Chiesanuova è calato lentamente rendendosi pericolosa solo in contropiede, e il mister ha capito (ma già lo aveva immaginato) che era il momento di osare. Cambiando il modulo da un equilibrato 4-3-3 a un iper offensivo 4-2-3-1, muovendo le pedine a suo piacimento e azzeccando anche la mossa finale di Bastianelli in luogo di Alfonsi, un altro attaccante quindi al posto di un centrocampista. Il giovane ex Martinsicuro, a dispetto della sua statura, ha rubato e poi protetto caparbiamente un pallone al 90′ ai piedi della bandierina, guadagnando un angolo prezioso dal quale è nato il gol vittoria. Un vero e proprio colpo da 90 quello di ieri, marchiato sicuramente dalla grandissima esperienza e dall’astuzia del mister, che di gare come queste e di tornei come questi ne ha disputati tantissimi. Ora la Sangiorgese, una squadra con cui l’Ateltico Azzurra Colli dovrà pareggiare l’aggressività del fanalino di coda, ultimo ma tutt’altro che spacciato, senza in alcun modo sottovalutare la partita affinchè la posizione all’interno dei play off si possa consolidare sempre di più.

20’Giornata: Chiesanuova-Atletico Azzurra Colli 1-2

CHIESANUOVA (4-3-1-2): Fiorani 6.5, Belelli 6, Lazzari 5.5, De Santis 6.5, Focante 6, Aringoli 6.5, Di Francesco 6.5(83’Pasqui sv ), Ramadori 6.5, Ruggeri 5.5, Santoni 5.5, Medei 6.5(66’Morettini 6). All. Pierantoni.

COLLI (4-3-2-1): Camaioni 6.5, Acciaroli 6, Tommasi 6, Cucco 6.5, Stangoni 7, Alijevic 6, Alfonsi 6.5 (87’Bastianelli 6.5), Croce 8, Di Simplicio 6(93’Battilana sv), Grilli 6, Zahraoui 7.(83’Piergallini 6). All. Fanì.

Arbitro : Ercoli 6

Reti:50’Aringoli, 55’Croce, 89’Stangoni.

TREIA: Impresa dell’Atletico Azzurra Colli che espugna il difficilissimo campo del Chiesanuova e porta via tre punti che la confermano nei quartieri alti della graduatoria. Grande cuore, forza mentale e quel pizzico di fortuna che occorre sempre per ottenere questi risultati fanno volare gli uomini di Fanì. Si inguaia invece la posizione del Chiesanuova, che dal probabile ingresso ai play off ora deve guardarsi le spalle. Formazioni. Pierantoni ritrova Ruggeri e lo inserisce nel 4-3-3 di partenza che poi si tramuta in corsa nel 4-3-1-2 con Santoni tra le linee, abile a ricevere ma quest’oggi fumoso nei suggerimenti. Fanì senza Pirelli, Nardini e Spinelli, schiera i suoi ad albero di Natale con Zahraoui e Alfonsi alle spalle di Di Simplicio. Partenza fulminante dei padroni di casa con l’imprendibile Medei che prima conclude debolmente una iniziativa centrale, poi raccoglie un suggerimento di Ruggeri che salta tutta la difesa e da dentro l’area di rigore fa partire una sventola che coglie la traversa. Chiesanuova padrone del campo, Colli agisce di rimessa. Al 20’ ancora Medei pericolosissimo quando fugge via ad Acciaroli e con un tiro cross scheggia l’incrocio in maniera fortuita. Al 30’ l’occasione più clamorosa. Alijevic sbaglia un suggerimento all’indietro. Ruggeri raccoglie, scarta Camaioni ma a porta vuota divora il gol del vantaggio. Ospiti sornioni che si affacciano con Alfonsi al 35’e al 39’ con due tentativi che finiscono a lato. Nel primo tempo , col Chiesanuova che ai punti avrebbe meritato qualcosa in più, si va al riposo sullo 0-0. A inizio ripresa dopo 5 minuti, il gol del vantaggio. Piazzato battuto da Ramadori e inserimento di Aringoli che infila il gol del vantaggio. Gol che sveglia improvvisamente il Colli che trova subito il pareggio. Punizione dal limite di Grilli e splendida inzuccata di Croce che sigla un bellissimo gol. Primo gol stagionale per il mediano rossoazzurro che non segnava dal Febbraio 2016. Il Colli ora ci crede e ancora Croce dal limite sfiora il raddoppio. Il Chiesanuova accusa la fatica e ora bada a ripartire. È Medei in contropiede ad impensierire Camaioni, prima che Di Simplicio mandi alto in posizione defilata sull’uscita del giovane Fiorani. Partita più viva che mai. De Santis dal limite per due volte sfiora il palo. Al 24’e al 27’, quest’ultimo su bellissima iniziativa di Di Francesco che lo trova con un cross dalla destra. Il Colli ribatte colpo su colpo. Al 30’ va via Croce con un azione di sfondamento e serve Alfonsi che, da posizione favorevole, non angola bene la conclusione. Ancora Alfonsi un minuto più tardi con un diagonale su un’ennesima palla riconquistata da un infinito Croce. Blocca Fiorani. Al 33’Ruggeri salta Acciaroli, ma la sua conclusione è imprecisa. La partita si avvia verso un giusto pareggio, quando allo scadere Bastianelli, neo entrato, guadagna con tenacia un corner. Grilli batte, Croce ancora svetta su tutti e serve Stangoni che, appostato sul secondo palo, insacca. È grande la gioia degli ospiti che suggellano poi i tre punti con un super intervento di Camaioni su punizione finale di Ramadori, coi locali che gridano al gol senza successo. Finisce 2-1 col Colli al terzo successo consecutivo che consolida la zona play off. Per il Chiesanuova ora tanta paura e tanta sfortuna, in quanto la sconfitta odierna brucia oltremodo.

Battilana : ”Rabbia agonistica e consapevolezza le armi per il rush finale.”

Queste le parole di Giorgio Battilana in vista della partita di domenica a Chiesanuova.
“Il campionato sta entrando nella fase cruciale. Sarà determinante sbagliare il meno possibile, ma soprattutto approcciare le gare con rabbia agonistica, quasi nervosismo, e forte consapevolezza dei nostri mezzi. L’ideale sarebbe fare un bel filotto, ma per farlo bisogna guardare alle difficoltà di ogni gara, giocare partita per partita con lo stesso piglio.”

IL CHIESANUOVA
“Si tratta di una squadra che ha due punti di forza importanti. Ovvero l’amalgama storica che è tra di loro e la forte conoscenza della categoria. Bisogna fare una partita tosta sotto tutti i punti di vista.”

LA DIFESA
“Siamo la seconda miglior difesa del torneo e questo rende certamente onore al nostro pacchetto arretrato ma soprattutto all’organizzazione globale e all’equilibrio che il mister ci ha dato.”

LA SQUALIFICA DI NARDINI
“Per me estremamente esagerata, come lo era il rosso, ma gli arbitri sono esseri umani e possono anche loro sbagliare.”

LE SUE CONDIZIONI
“Quest’annata pare maledetta, ma finalmente sono in ripresa grazie al lavoro dello staff medico e conto di essere disponibile già da Chiesanuova. Se non sarà domenica, sarà la prossima.”

Uno sguardo al campionato/Ciattaglia : ”Colli da play off.”

Lorenzo Ciattaglia, ex tecnico tra le altre di Cingolana, Barbara e Apiro, è stato intervistato dal Corriere Adriatico. L’esperto allenatore ha fatto il punto sul campionato di Promozione Girone B, svelando i suoi pensieri e le sue idee su quelle che saranno le protagoniste fino alla fine. -A mio parere- dice Ciattaglia- le due squadre che si contenderanno il titolo fino alla fine saranno Atletico Ascoli e Valdichienti. La prima ha una rosa sicuramente più forte, ma il Valdichienti è quella che ha, nel suo interno, più giocatori storicamente vincenti. Hanno vinto diversi campionati nel loro curriculim, e questo può avvantaggiarli nella vittoria finale. Potrebbe inserirsi in questa lotta la Civitanovese, ma qualora il Valdichienti dovesse fare bottino pieno a Camerino, i punti di distacco sarebbero tanti. La Civitanovese però è una squadra forte, l’ho vista giocare contro la Maceratese e mi ha dato l’impressione di avere qualcosa in più. La Maceratese stessa è una squadra ricca di grandi individualità ma forse proprio poco ”squadra” per ambire a qualcosa in più dei play off. Forse manca di quella necessaria mentalità per stare davanti a tutti. Ho visto infine l’Atletico Azzurra Colli a Macerata ed è una squadra molto quadrata, solida e con un ottimo gioco di squadra. Sa interpretare bene la categoria e sarà un osso duro per tutti. Credo che non avrà grossi problemi nel restare in zona play off. Per rientrare nei primi 5 posti vedo anche una bella lotta tra Monturano e Potenza Picena che sta disputando un ottimo girone di ritorno. In coda, la Sangiorgese mi ha impressionato. Sicuramente i loro problemi non sono tecnici, ma di altra natura. Vedo in difficoltà il Montalto che dovrà tornare a far valere il fattore campo. Le altre sono tutte in lotta.-

19’Giornata: Atletico Azzurra Colli-Futura 96 1-0

COLLI (4-3-1-2): Camaioni 7.5, Acciaroli 6, Lombardi 6 (30’Spinelli 6.5), Cucco 6.5, Stangoni 6, Croce 6, Piergallini 6.5(58’Tommasi 6), Grilli 6, (73’Alijevic 6), Di Simplicio 6(93’Bastianelli sv), Nardini 6, Zahraoui 7(86’Silvestri). All. Fanì.

FUTURA 96 (3-5-2) : Paniccià 6, Islami 6.5, Drammeh 5.5, Conte 6.5, Gobbi 6, Smerilli 6, Capiato 6.5(75’Mannozzi sv), Mancini 5.5( 65’Spinozzi 5.5 )Cingolani 6.5, Giuliani 6, Santarelli 5.5(65’Basili). All. Clerici.

Arbitro: Ubaldi 4.5

Rete:50’Nardini

Espulso al 55’Nardini

COLLI DEL TRONTO : Vittoria fondamentale dell’Atletico Azzurra Colli ai danni della Futura 96 che vale un grande salto in classifica. La squadra di Fanì non disputa la sua miglior partita, anzi soffre la buonissima disposizione della Futura 96 che mette in seria difficoltà i padroni di casa, ma trova la rete di Nardini a inizio ripresa e porta a casa la pagnotta. Alijevic disponibile solo per la panchina, Fanì conferma la fiducia a Croce davanti alla difesa e Lombardi a sinistra, costretto poi a lasciare il campo per infortunio. Clerici risponde con un 3-5-2 affidando al rientrante Cingolani il compito di pungere in attacco. Cucco e Di Simplicio provano a impensierire Paniccià in avvio. Poi al 15’, gran tiro di Conte dai 30 metri sul quale Camaioni è attentissimo. Migliore in campo il portiere, capitano di giornata, abile a miracoleggiare su un destro di Cingolani destinato all’incrocio e su una conclusione dal limite dello stesso punteros che però il nostro addomestica. Fanì cambia modulo e uomini per riordinare la squadra che però, il primo tempo non ne vuol sapere di rispondere, combattuta con efficacia dagli avversari e brava però a tenere botta. A inizio ripresa, il Colli cambia marcia e, su iniziativa di Piergallini, Mancini frana su Grilli. Rigore che Nardini trasforma. Subito dopo, abbaglio incredibile dell’arbitro Ubaldi che espelle il nostro numero 10 per un fallo del tutto involontario. Nardini alza la gamba andando indietro per arpionare il pallone, Mancini ci mette la faccia e i due si scontrano mentre il nostro prova a tirarla indietro. Rosso per lui con reiterate proteste dei compagni. La Futura cambia, inserisce Mannozzi e Basili per impensierire Camaioni, ma è Capiato a colpire il palo in mischia sugli sviluppi di una palla da fermo. Ancora Camaioni superlativo in uscita su Basili. Il Colli difende con le unghie e con i denti e alla fine trova i tre punti. Ora la classifica sorride e fa sognare gli uomini di Fanì, che possono attendere la gara di domani tra Civitanovese e Maceratese con occhio piuttosto comodo.

15’Giornata (recupero): Camerino-A.A.Colli 0-2

Camerino : Grelloni 5.5, Romoli 5, Montanari 6, Onesini 6 (24’st Ciuffetti 5.5), Alessandrini 5.5, Occhipinti 6, Santoni F. 5.5, Crescimbeni 5.5 (35’st.Aquili sv ), Iori 5.5 (40’st Santoni R.), Cottini 5.5, Salvetti 5.5. All. Ruffini

Colli : Camaioni 6, Lombardi 6.5, Croce 7, Cucco 7, Stangoni 7, Alijevic 6.5(45’Alfonsi sv), Silvestri 6.5, Grilli 6.5(22’st Tommasi 6), Piergallini 7(85’Di Simplicio sv), Nardini 8, Zahraoui 6.5. All. Fanì.

Arbitro : D’Ascanio 6.5

Reti : 50’Piergallini, 65’Stangoni.

CAMERINO : Affermazione piuttosto evidente dell’Atletico Azzurra Colli nel recupero del turno di campionato a Camerino. La squadra di Fanì riprende la marcia e cambia faccia, decisamente in meglio, rispetto alla gara di tre giorni fa a Montecosaro. Abulica, poco incisiva e pigra sabato. Arcigna, solida e ficcante quest’oggi. Vero che il sintetico ha avvantaggiato notevolmente una squadra di superiore qualità. Altrettanto vero però che già dalle prime battute, l’atteggiamento era abbondantemente diverso. Formazioni. Fanì opta per il 4-3-3, lanciando Lombardi terzino destro e Silvestri esterno d’attacco. Piergallini sostituisce Di Simplicio e Croce fa beneficiare a Tommasi di un turno di riposo. Inizio favorevole agli ospiti. Al minuto 5, piazzato di Grilli insidiosissimo per la testa di Piergallini che, a centro area, saggia i riflessi di Grelloni. Al 15’entra in scena Nardini, che oggi ha dipinto calcio con una semplicità disarmante. Prima dal limite non angola la conclusione. Poi si inserisce su una palla di Cucco in verticale, porta a spasso la retroguardia avversaria ma conclude a lato. Predominio territoriale degli uomini di Fanì, mentre i locali, organizzati e solidi in fase difensiva, pagano le assenze in fase di costruzione di Thiam e in fase offensiva di Albanese, non mettendo a referto neanche un tiro in porta. Nella ripresa, il Colli cambia decisamente marcia. Zahraoui al 2’ salta l’avversario e mette in mezzo. Silvestri si incunea in spaccata e, a portiere battuto, il salvataggio di Montanari appare fatto con un braccio. Al 3’, il primo squillo locale è dello stesso Montanari, che dal limite impegna Camaioni in una parata facile. Al 5’ Colli in vantaggio. Dopo il miracolo di Grelloni su un piazzato di Grilli, con palla in corner, dopo la battuta di Nardini, Piergallini di testa, sugli sviluppi, infila Grelloni. Primo gol stagionale dell’attaccante ex Porto D’Ascoli. Ancora Colli insidiosissimo con Piergallini che scappa via a Romoli ma conclude di un soffio a lato. Al 65’il gol che chiude i conti. Nardini imprendibile sulla destra, delizia la platea con un assist impeccabile per l’inserimento aereo di Stangoni, che batte l’incompevole Grelloni e trova la seconda rete stagionale. 2-0 e partita in ghiaccio, prima della girandola di cambi e della clamorosa palla gol per Zahraoui che da pochi metri sparacchia sul fondo. Il Camerino è stordito e reagisce solo con una serie di traversoni sui quali Cucco e Stangoni fanno buona guardia e dominano l’area. L’Atletico Azzurra Colli sale così a quota 28, riagganciando il terzo posto e trovando la seconda vittoria esterna in campionato. Il Camerino resta a 19 invischiato nei bassifondi della graduatoria.

18’Giornata : Montecosaro-Atletico Azzurra Colli 1-0

Montecosaro : Torresi 6.5, Albanesi 6, Baiocco 6, Mercanti 6.5, Squarcia 7.5, Benfatto 6.5, Pietrella 7 (74’Pistelli 6), Rapacci 6.5, Tramannoni 6(69’Mecozzi 6), Biagioli 6.5, Atragene 7 (78’Mosca 6). All. Cantatore

COLLI : Camaioni 6, Acciaroli 5.5(60’Fioravanti 5.5), Tommasi 6, Cucco 6, Croce 5.5, Alijevic 6, Zahraoui 6.5, Grilli 6(75’Piergallini 5.5), Di Simplicio 5.5, Nardini 5.5, Spinelli 5.5(78’Bastianelli 5.5). All. Fanì.

Arbitro : Skura 6.5

Rete:70’Atragene.

MONTECOSARO : Seconda sconfitta in campionato per gli uomini di Fanì che cadono sul campo (impresentabile a causa delle piogge) del Montecosaro. Una gara brutta, scorbutica che alla fine premia chi ci ha provato un pelino di più e chi ha avuto l’episodio favorevole. 4-3-3 per i padroni di casa col giovane Tramannoni appoggiato da Pietrella e Atragene. 4-2-3-1 per gli ospiti con Nardini e Nabil laterali e Spinelli subito dietro a Di Simplicio. Davvero poche le emozioni, specie nel primo tempo in cui gli unici tentativi sono stati di Atragene da una parte, su verticalizzazione di Pietrella, con palla che va alta, e di Nabil Zahraoui per il Colli, che in contropiede cicca la sfera. Nella ripresa, gara ancora molto bloccata. Ci prova Grilli di sinistro al termine di un azione manovrata che viene ribattuto da Squarcia, migliore dei suoi. Al 61’sponda di Di Simplicio per Nardini ma conclusione centrale. Al 63’, nel momento migliore del Colli, arriva il gol locale. Pietrella spinge sulla destra e trova un suggerimento sul secondo palo per Atragene che infila anticipando la difesa di testa. È il gol del vantaggio, seguito da una punizione di Mercanti che Camaioni alza in corner. La reazione dei collesi è veramente sterile e l’unico brivido lo crea Zahraoui, che di destro su sponda di Piergallini trova la grande risposta di Torresi. Finisce 1-0. Ora il Colli è atteso dal recupero col Camerino mercoledi.