4’Giornata : Futura 96-Atletico Azzurra Colli 0-0

FUTURA 96: Paniccià 6.5, Islami 6, Belleggia 5, Fiumaroli 6, Gobbi 6,5,Smerilli 6, Capiato 6(30’Mannozzi 5.5), Mancini 6, Cingolani 5.5(77’Spinozzi 6), Giuliani 5.5(70’Marzan 6), Capiato F. 6. All.Clerici

A.A.COLLI : Camaioni 6, Acciaroli 6.5(88’Croce sv), Tommasi 6, Cucco 6, Stangoni 6.5, Alijevic 6, Zahraoui 6, Grilli 7(80’Battilana), Gibellieri 6 (60’Perozzi 6), Nardini 7, Spinelli 6(55’Folchi 6).

ARBITRO : Pazzerelli 6.5

CAPODARCO: Finisce col terzo pareggio consecutivo la trasferta del Colli sul campo ostico della Futura. Pareggio che muove la classifica e tiene in zone importanti di classifica entrambe le squadre. Futura schierata col 4-3-3 mentre il Colli, priva delle due punte titolari, si schiera con uno stranissimo 4-5-1 con Spinelli uomo più avanzato. Primo tempo avaro di emozioni. Pochi sussulti come la punizione di Nardini addomesticata da Paniccià attorno al 25’. Nella ripresa, è il Colli a prendere in mano le redini del gioco e a dominare le operazioni. Centrocampo dove Grilli e Nardini la fanno da padrone con giocate da alta scuola. Ci prova un po’ in tutti i modi la squadra di Fanì. Nardini si vede il suo tentativo ribattuto da un difensore con palla che sfila di poco a lato. Perozzi dal limite impegna Paniccià che si supera con un grande intervento. Ancora Paniccià bravo sul tiro dal limite di Nardini, mentre reclamano i nostri per un fallo di mano di Belleggia apparso evidente su un tiro di Grilli. Belleggia che poi verrà espulso per doppia ammonizione. Ultimo sussulto con il solito Nardini, il cui tiro sfiora il palo alla destra di Paniccià battuto. Finisce 0-0.

Quarto turno : a Capodarco partita tosta !


Nel quarto turno di campionato che andrà in scena a Capodarco quest’oggi alle 15:30, l’Atletico Azzurra Colli farà visita alla Futura 96 capolista è allenata da quel volpone di Clerici. Una partita che si preannuncia difficilissima, le cui insidie vengono aumentate dalla squalifica di mister Fanì, da alcune assenze nelle nostre fila e, soprattutto, dalla tradizione che ci vuole sempre sconfitti, spesso immeritatamente, in quel campo più che ostico per i nostri colori. Ma vediamo come arrivano le due squadre a questo incontro.

FUTURA 96: L’entusiasmo della capolista inaspettata e l’esperienza del suo allenatore a tenere tutti coi piedi ben saldi a terra. Gianni Clerici in poche settimane ha plasmato una squadra a sua immagine e somiglianza. Squadra sorniona, riflessiva, che subisce poco e che, quando può, fa male, grazie ai gol di quel Cingolani che è sempre più una certezza in questa categoria. Certezza come lo sono l’esperienza del terzetto centrale difensivo (Paniccià tra i pali, Gobbi e Smerilli dietro), la vivacità di Conte e il continuo fastidio che da Giuliani muovendosi ora lateralmente ora centralmente alle spalle del bomber.

ATLETICO AZZURRA COLLI: Con Di Simplicio già fuori, lo staff perde anche, quasi sicuramente, il bomber Pirelli, che ha accusato un fastidio in settimana sulla coscia e potrebbe finire massimo in panchina. Fanì, squalificato, si appoggia sulle sue torri difensive. Encomiabile il lavoro svolto dai centrali Cucco e Stangoni(oggi al rientro dalla squalifica) e la protezione di Alijevic, giocatore che in queste partite calde si esalta. Il peso dell’attacco potrebbe ricadere su Gibellieri, che attaccante non è, ma soprattutto sulle eventuali sortite di Nardini e Zahraoui. Si va ovviamente nel campo delle ipotesi, perché come sappiamo tutti, Fanì decide la sua formazione un ora prima del match. Negli ultimi 4 precedenti, 4 sconfitte per il Colli in trasferta sul campo della Futura. È ora di invertire la rotta !

3′ Turno di Coppa : Atletico Centobuchi- Atletico Azzurra Colli 1-1

Atletico Centobuchi : Spinelli 6, Oddi 5.5, Piunti 6.5, Mascitti 6.5, Carminucci 6.5, Speca 6 (46’Romano 5.5), Liberati 6(46’Porfiri 6.5), Bastianelli F. 6.5 (46’Picciola 5.5), Diarra 5.5, Aloisi 6 (55’Pesce sv-68′ Felicioni 6), Diop 5.5. All. Grillo

Atletico Azzurra Colli : Gambacorta 6.5, Fioravanti 6.5, Perozzi 6.5, Croce 6, Tommasi 6(55’Acciaroli 6), Alijevic 6, Gibellieri 6(55’Nardini 6), Zahraoui 6.5, Di Simplicio 6(46′ Pirelli 6.5), Silvestri 8 (85’Spinelli sv), Bastianelli 6 (65’Folchi 6.5). All. Fani’.

Arbitro : Angelici 6

Reti : 21’Bastianelli F., 63′ Silvestri.
Espulso Oddi al minuto 89

CENTOBUCHI : I due Atletici si dividono la posta, portando a termine una bella gara sul punteggio di 1-1 che porterà tutte e tre le squadre del girone (Atletico Ascoli compreso) al sorteggio per stabilire chi prosegue nel turno. Gara nella quale le due squadre, infarcite di giovani, si mostrano interessate entrambe al passaggio del turno. Ne esce un pareggio sostanzialmente giusto. Nella prima frazione di gara infatti, seppur maggiormente il possesso palla è nei piedi ospiti, i locali sanno chiudere ogni buco davanti al proprio portiere e mostrano abilità nel recupero palla e ripartenza. Al 21′ il vantaggio di Bastianelli per l’Atletico Centobuchi, con un bellissimo tiro dal limite area che batte Gambacorta, protagonista successivamente di un bell’intervento su Liberati. Il Colli manovra, ma le azioni risultano sterili e poco produttive, cosi su una fulminante ripartenza al 44′ Diop spreca malamente. Nella ripresa, ospiti più incisivi e intraprendenti, anche grazie agli ingressi di Nardini e Pirelli, entrambi volitivi alla caccia del gol che arriva con Silvestri. Il giovane collese, schierato quest’oggi col numero 10 e migliore in campo dei 22 per distacco, sigla una rete stupenda, partendo dalla propria metà campo e infilando con un destro dal limite sotto l’incrocio l’incolpevole Spinelli. In precedenza, lo stesso Silvestri aveva deliziato la platea con numerose giocate d’alta scuola. Nel finale, molto meglio gli ospiti che si rendono pericolosi con Nardini, Perozzi e Folchi, ma il risultato non cambia.

3’Giornata: Atletico Azzurra Colli-Montecosaro 1-1

Colli-Montecosaro 1-1

Colli : Camaioni 6, Acciaroli 5.5, Zahraoui 6.5, Cucco 6, Tommasi 6, Alijevic 6, Gibellieri 5.5 (83’Croce sv),Grilli 6.5(71’Battilana 6), Pirelli 6.5, Nardini 6, Spinelli 6(83’Bastianelli). All. Fanì.

MONTECOSARO : Torresi 7.5, Albanesi 6.5, Quintabà 6.5, Mercanti 6, Acquaroli 5.5(53’Tramannoni),Squarcia 6, Pietrella 7(60’Pistelli 6), Rapacci 5.5(46’Baiocco L. 6), Atragene 5.5, Biagioli 6, Baiocco 7.All.Cantatore

Arbitro: Giorgiani 5.5

Reti: 13’Pirelli, 57’Pietrella (r)

COLLI DEL TRONTO-L’Atletico Azzurra Colli non riesce ad avere la meglio sul proprio terreno del Montecosaro al termine di una gara molto combattuta. Squadra di Fanì che schiera Zahraoui terzino con Tommasi centrale in luogo della squalificato Stangoni. Ospiti che ribattono con un 3-5-2 di partenza.Primo tempo di chiara marca locale che domina in lungo e in largo, sfiora il vantaggio con Alijevic che prende il palo, passa con il solito Pirelli, che sfrutta un gran suggerimento di Grilli, sfiora il raddoppio con Grilli e Nardini e, subisce solo un colpo di testa di Atragene che coglie il legno sugli sviluppi di un piazzato. Nel finale di primo tempo episodio cruciale. Rapacci già ammonito entra in malo modo sulla testa di Zahraoui con il piede altissimo. L’arbitro non sanziona col cartellino giallo che sarebbe costato l’espulsione.In apertura di ripresa, il Colli spreca un rigore con Pirelli che se lo era anche procurato. Il pareggio arriva con Pietrella su rigore netto per fallo di Acciaroli. Il Colli accusa il colpo e nella mezz’ora finale si rende pericoloso solo con Zahraoui di testa. Possesso palla sterile e troppo nervosismo con Fanì che viene allontanato per un battibecco. Esce un pareggio che fa comodo più agli ospiti, i padroni di casa salgono a 5.

Nabil Zahraoui : ”Colli il mio ambiente ideale. Ma sempre grato alla Cuprense.”

Nabil Zahraoui è arrivato al terzo campionato con la maglia dell’Atletico Azzurra Colli. Carattere che aldifuori appare schivo, riservato, in realtà è un ragazzo molto socievole e benvoluto da tutto il gruppo e tutto l’ambiente Colli. Marocchino originario di Casablanca, arrivato in Italia ha vestito dapprima la maglia della Cuprense finchè, il 14 Marzo 2015, nella gara Atletico Azzurra Colli-Cuprense che valse la promozione dal campionato di Prima categoria Girone B della squadra allora allenata da Minuti, il giovane numero 10 classe 1998 non ancora 17enne, stregò letteralmente la società collese che , dopo un corteggiamento durato un anno, lo portò nella stagione 2016-2017 in Vallata. Da allora, è diventato un punto fermo della squadra a prescindere dai vari allenatori che si sono susseguiti . Carbone, Pilone e Fusco ne hanno riconosciuto il valore e di lui non hanno mai fatto a meno. La musica non pare essere cambiata neanche con Fani’, che, esattamente come i suoi predecessori, può contare su di lui facendolo giocare praticamente in tutti i ruoli. Terzino, mezzala, trequartista, esterno o seconda punta, per Nabil non fa differenza. Conosciamolo meglio allora personalmente.

-Allora Nabil. Iniziamo da lontano. Quando sei arrivato in Italia e grazie a chi hai iniziato a giocare al calcio qui ?

-Sono arrivato qui in Italia all’età di 8 anni nel 2007, e due anni dopo ho cominciato a giocare alla Cuprense, a cui devo molto. Sono cresciuto tantissimo grazie a loro.

-Come ti sei trovato a Colli in questi anni ?

-A Colli sto benissimo, non mi è mai mancato nulla. Il Colli è una delle società più organizzate in circolazione. Non ci sono società che mettono a disposizione dei loro giocatori due campi di allenamento, la società è sempre presente in ogni momento e sa darci un grande sostegno anche nei momenti di difficoltà. Sono davvero contento di essere qui e di far parte di questo progetto.

-L’avvio di campionato è stato positivo. Ora arriva il Montecosaro. Come affronterete la partita ?

-Si, abbiamo avuto un buon inizio di torneo, ma sappiamo tutti che siamo solo all’inizio, quindi ci sta da lavorare parecchio per mantenere questa condizione. Sappiamo di affrontare una squadra forte e in salute, la affronteremo con la giusta concentrazione e la nostra organizzazione, che al momento sono le nostre migliori armi.

-Hai vissuto diversi allenatori da quando sei arrivato a Colli. Con chi ti sei trovato meglio ?

-Non c’è un allenatore con cui sono stato male, ma sicuramente con Mister Fani’ noto un grandissimo lavoro dal punto di vista tecnico e tattico e la cosa mi piace molto.

-Qual è l’obiettivo personale e quello di squadra per questa stagione ?

-Personalmente mi sono posto l’obiettivo di continuare a crescere qui. Perché questo ambiente me lo permette. La squadra in questa stagione ha l’obiettivo di arrivare in alto con umiltà, perché solo con umiltà possiamo avere la consapevolezza di giocarcela con tutti.

-Hai giocato un po’ in tutti i ruoli. Ma qual è il tuo preferito ?

-Si, ho giocato da terzino , da centrocampista, da ala e anche da trequartista. Ma il mio ruolo preferito è la mezzala sinistra. Li posso giocare piu volte la palla e inserirmi al meglio verso la porta e trovare la via del gol.

2’Giornata : Potenza Picena-Atletico Azzurra Colli 0-0

POTENZA PICENA : Natali 6.5, Pepa 6.5, De Fazio 5.5, Micheli 6, Monaco 6,Sulce 6, Bernal 6 (83’Vecchione sv), Gallo 7, Tomassini 5.5 (53’Cotronè 5.5), Pantone 5, Mancini 5.5(67’Sanavenere 6).All. Zannini

A.A.COLLI : Camaioni 6.5, Acciaroli 6, Tommasi 6.5, Cucco 7.5, Stangoni 6, Alijevic 6.5, Zahraoui 7, Grilli 6, Pirelli 6(93’Gibellieri sv), Nardini 6, Spinelli 6(83’Bastianelli sv). All. Fanì

Arbitro : Manzotti 5

Note: Espulsi Stangoni 53’ e Pantone 93’

POTENZA PICENA: Prova di carattere dell’Atletico Azzurra Colli contro il temibilissimo Potenza Picena. La squadra di Fanì, in 10 dal minuto 53’ per l’esagerato rosso a Stangoni, tiene botta fino alla fine con ordine e rigore tattico a fronte di un avversario pericoloso. Squadra ospite schierata col 4-1-4-1 contro il 4-2-3-1 dei locali. La novità è Zahraoui che agisce esterno destro, il sacrificato è Gibellieri. Partenza di personalità del Colli che con fare aggressivo si pone nella metà campo avversaria creando un importante serie di palle gol. La prima con Stangoni, che sugli sviluppi di un corner sfiora il palo. La seconda con un tiro in mischia di Grilli che fa gridare al gol, ma la sfera coglie l’incrocio dei pali pieno. Si affacciano i locali al 22’ con Gallo che dal limite trova il riflesso pronto di Camaioni. L’ultima emozione è un piazzato di Monaco che finisce tra le braccia del bravo portiere collese. Nella ripresa in apertura rosso a Stangoni che, già ammonito, entra a gamba tesa su un avversario senza cattiveria. Per l’arbitro è secondo giallo. Curioso il metro di giudizio del direttore di gara che nella ripresa fischia solo quattro punizioni al Colli. Dopo il rosso a Stangoni, sale in cattedra Cucco che, con l’aiuto di Tommasi spostato centrale, inibisce ogni velleità offensiva di Pantone, che nel finale si fa anche espellere. Poche le palle gol nel secondo tempo, gara equilibrata con il Colli che non soffre l’inferiorità numerica anzi gestisce bene e ha modo di protestare per il rosso mancato al terzino sinistro De Fazio che si aggrappa a Nardini lanciato verso la porta senza venir ammonito. Colli che sale a quota 4 e con la difesa inviolata.

1’GIORNATA: ATLETICO AZZURRA COLLI-HELVIA RECINA MACERATESE 2-0

COLLI : Camaioni 6.5, Acciaroli 6(89’Fioravanti sv), Tommasi 7, Cucco 6.5, Stangoni 7, Alijevic 6.5, Gibellieri 6.5, Grilli 6.5(57’Battilana 6.5), Pirelli 8 (69’Zharaoui 6), Nardini 7(75’Perozzi 6), Spinelli 6.5(64’Folchi 6). All.Fanì.

HR MACERATESE: Tomba 6.5, Piccioni 5.5(46’Argalia 5.5), Ascenzi 5.5, Arcolai 5.5,Capparuccia 5,Campana 6(44’Foglia), Bigoni 5.5, Moriconi 5.5,La Cava 6, Mongiello 6,Agostinelli 5.5(46’Milanesi 5.5).All. Moriconi

Arbitro: Serenelli 5.5

RETI: 34’(r), 40’Pirelli

Espulsi 32’Arcolai e 44’Capparuccia

COLLI : È l’Atletico Azzurra Colli a fare la voce grossa nella prima giornata di campionato. I ragazzi di Fanì hanno la meglio sull’accreditata Maceratese con un sonoro 2-0. Schierati con un particolarissimo 4-1-3-2, con Alijevic a fare da schermo alla retroguardia, e Gibellieri al posto dell’acciaccato Di Simplicio, il Colli, dopo un iniziale fase di studio prende le redini del match e si fa pericoloso prima con Cucco, che sugli sviluppi di un corner trova un miracoloso salvataggio di Piccioni, e poi con Pirelli che, da pochi passi, impegna Tomba in una parata miracolosa. Al 32’episodio chiave: Arcolai sbraccia Gibellieri da ultimo uomo, rigore e espulsione tra le proteste generali. Pirelli realizza. Subito dopo la risposta degli ospiti con Campana, che bacia il palo con una rovesciata fantastica. Al 40’Pirelli chiude i giochi. Cross di Nardini, spiazzata di Stangoni e il bomber chiude sul secondo palo di testa. Il secondo tempo è di pura accademia.Il colli, favorito anche dal rosso a Capparuccia nel finale di primo tempo, fa girare il pallone con ordine e disciplina tattica, sfiorando per due volte il 3-0 con Zahraoui. Nella girandola di sostituzioni, applausi scroscianti per Nardini e Pirelli, assoluti protagonisti del campo. Difesa rossoazzurra mai in affanno, aiutata dalla linea mediana che ha tenuto a lungo il possesso della sfera. Positiva anche la prestazione di Gibellieri, che si rende estremamente pericoloso nelle numerose assistenze al bomber Pirelli e coi suoi movimenti a tagliare la retroguardia avversaria. Grande vittoria dei ragazzi di Fanì.

Crocetti doppio ex : ”Partita dai tanti significati tra due squadre molto forti.”

Guido Crocetti è stato uomo simbolo di due realtà che sabato saranno avversarie. Colli e Maceratese infatti hanno annoverato per diverse stagioni tra le loro fila il bomber che da pochi mesi ha appeso gli scarpini al chiodo. Noi lo abbiamo voluto sentire per ascoltare il suo parere su questa supersfida in programma sabato.

-Iniziamo parlando della nuova vita fuori dal campo. Ti manca il rettangolo verde ?

-Chiaramente dopo 30 anni di gioco non è facile abituarsi ad una nuova vita senza ciò che hai sempre fatto e che occupava gran parte del tuo tempo. Mi manca la voglia di confrontarsi, di sacrificarsi, di lottare per un obiettivo e anche la stanchezza dopo un allenamento o partita!

-Colli e Maceratese. A quale delle due piazze ti senti più legato ?

-Sono due realtà a cui sarò per sempre legato, a macerata ho trascorso due anni bellissimi, i tifosi mi hanno sempre dimostrato affetto e anche da avversario mi hanno applaudito, un gesto che ripaga qualsiasi giocatore soprattutto a livello umano. Colli è la società con cui ho iniziato e terminato, sono nato in questo paese e sono fiero di aver preso parte a questo progetto che si è sempre migliorato nel tempo. Colgo l’occasione per ringraziare tutta la società per la maglia che mi hanno regalato.

-Quali sono i punti di forza delle due squadre ?

-La maceratese ha delle ottime individualità è sicuramente il blasone avrà un ruolo importante nel corso del campionato, Colli in questi anni ha sempre fatto del gruppo la sua forza e credo che anche quest’anno sarà così. Conosco la maggior parte dei ragazzi e sono convinto che anche quanto ad individualità non sono da meno a nessuno. Faccio un enorme in bocca a lupo a tutti.

-Sarai presente al campo sabato ?

-Sabato purtroppo non posso essere presente perché festeggeremo il primo compleanno della mia nipotina Emma fuori sede, avrei voluto essere presente ma non mancherò alle prossime sfide!

L’AVVERSARIO / La corazzata Hr Maceratese scende al Comunale

Inizierà sabato la stagione 2018-2019 dell’Atletico Azzurra Colli davanti al proprio pubblico contro la principale candidata a vincere il campionato : l’Helvia Recina Maceratese. La squadra nata dalla neo società Maceratese che si è unita all’Helvia Recina , guidata da un allenatore esperto come Moriconi e costruita per ammazzare il campionato. In coppa, il gruppo maceratese ha battuto per 3-1 il Camerino con pieno merito e grazie anche alle grandi invenzioni dei singoli. Squadra profondamente rinnovata, con il forte Tomba in porta, la conferma dell’esperto Capparuccia dietro rispetto all’Helvia Recina e gli arrivi dei ”granatieri difensivi” Arcolai e Bruciapaglia. In mezzo al campo, dalla Sangiorgese è arrivato Bigoni, dalla grande esperienza in categorie superiori. Insieme a Campana, Moriconi e Girotti, formano una mediana di tutto rispetto e di grande qualità. Ma è davanti che la squadra di mister Moriconi sprigiona tutta la sua potenza. Due i colpacci. Mongello , talentuoso e offensivo già autore di due reti in coppa, classe 92 proveniente dal Tolentino, dove in Eccellenza ha siglato 9 reti. E poi La Cava, attaccante di grandissima esperienza classe 1981, con lunghi trascorsi in serie D. Una squadra di tutto rispetto e che ha tutte le carte in regola per disputare un campionato da protagonista.

E’ stata presentata la squadra dell’Atletico Azzurra Colli 2018-2019

E’ stata presentata venerdi sera a tifosi, sponsor e appassionati, la squadra dell’Atletico Azzurra Colli 2018-2019, che si prepara ad affrontare la nuova stagione agonistica. E’ stata l’occasione anche per ricordare e ringraziare lo staff lavorativo della sagra della crispella, ricordando il buon profitto realizzato ma soprattutto la convivialità che ha portato allegria e spensieratezza in quelle sere estive.Diversi i momenti interessanti, uno su tutti quello in cui la società ha regalato un quadro all’ex capitano Guido Crocetti contenente la sua maglietta numero 10 con il suo nome dietro le spalle. Il presidente Fioravanti ha preso la parola e ha iniziato i ringraziameenti : ”Siamo qui questa sera si per presentare la squadra, ma in primo luogo vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita della sagra di questa estate. Le nostre donne, le instancabili lavoratrici che meritano un applauso speciale, perchè senza di loro non ci sarebbe stata la riuscita della sagra. Sono state encomiabili nel lavoro. Ringraziamo anche l’ex presidente Pietro Matricardi, organizzatore principale della manifestazione, la pro-loco nelle vesti di Marco Collina e il sindaco Andrea Cardilli. Affinchè si possa avere una buona riuscita delle cose, tutti devono lavorare per lo stesso obiettivo. Parlando della squadra, abbiamo deciso di affidare la conduzione tecnica questa stagione a Daniele Fani’, un allenatore esperto che non ha bisogno di ulteriori presentazioni. Siamo convinti della scelta fatta, perchè vediamo anche la voglia e l’entusiasmo con cui lavora e prepara la squadra. Il nostro obiettivo è disputare un buon campionato, senza grossi proclami e senza presunzione ma con l’umiltà giusta, cosa che ci ha sempre contraddistinto in questi anni. ” Successivamente, il direttore sportivo Vittorio Traini ha presentato uno ad uno i giocatori della rosa per poi arrivare a mister Fani’. Il tecnico ha rilasciato queste dichiarazioni : ”Sono molto felice di essere approdato in questa società, fatta di gente molto appassionata e che vive per la squadra. La passione è il più grande motore che si può avere in queste categorie, e noi abbiamo il dovere, visto quanto ci sta attorno, di fare bene. Fare bene, per me, equivale a fare il massimo che si può fare, a prescindere dal piazzamento in classifica, che sia primo, secondo , terzo, quarto o quinto. Vogliamo uscire dal campo sempre con la maglia sudata. In questo mese e mezzo di preparazione, posso assicurare che abbiamo a disposizione un gruppo di persone serie oltre che di ottimi calciatori. Sono veramente felice del materiale che la società mi ha messo a disposizione, ora tocca a noi lavorare. Mi avvarrò anche della collaborazione di uno staff appassionato e preparato. Tutti insieme siamo pronti a questo campionato, sperando che ci dia le soddisfazioni che vogliamo.”