Atletico Azzurra Colli : Fani’ nuovo allenatore

L’Atletico Azzurra Colli rende noto di aver affidato la guida tecnica della prima squadra all’allenatore Daniele Fani’. Classe 1961, Fani’ vanta una lunghissima e comprovata esperienza da allenatore specie nel torneo di Eccellenza abruzzese, dove ha guidato con successo squadre importanti come Martinsicuro, Alba Adriatica, Cologna Paese e Rosetana. Nel torneo marchigiano invece, ha ottenuto un ottimo sesto posto con la Civitanovese nella stagione 2005-2006, e ha guidato l’Elpidiense Cascinare e ,nella scorsa stagione, il Trodica, subentrando in una situazione quasi impossibile a Dicembre e sfiorando una miracolosa salvezza. Allena dalla stagione 1994-95, ha guidato 13 squadre diverse , ha ottenuto 5 promozioni e diverse salvezze importanti. La società punta molto sul suo grande carisma e sul suo entusiasmo per iniziare la nuova stagione con l’intenzione di disputare un campionato all’altezza delle aspettative. Benvenuto Mister !!

Il presidente Fioravanti : ”Orgogliosi dei progressi fatti. Siamo già pronti a ripartire!”

Si è svolta come consuetudine presso l’Hotel Villa Picena, la cena di fine stagione della società Atletico Azzurra Colli alla presenza di tutta la dirigenza al completo, della prima squadra, dello staff tecnico e di tutti quelli che hanno contribuito alla riuscita della stagione. Ospiti graditi il presidente della ProLoco Marco Collina e il sindaco Andrea Cardilli. E’ stato il presidente Giovanni Fioravanti a prendere la parola e a rilasciare le seguenti dichiarazioni :

-Quella appena conclusa è stata per noi una stagione estremamente positiva, il raggiungimento dei play off attraverso un terzo posto in campionato è stato il picco più alto mai raggiunto da questa società. Peccato per la sconfitta nella semifinale, ma di certo questo non cancella il gran lavoro fatto. Un ringraziamento al mister, al suo staff e a tutti i giocatori per l’impegno, la serietà e l’attaccamento alla nostra maglia dimostrato per tutto il campionato. Tra qualche giorno, sempre con la condivisione di tutto il direttivo, inizieremo a programmare la futura stagione, sperando che possa riservare le stesse soddisfazioni.-
-In riferimento al Mister Fusco purtroppo, le divergenze economiche ci hanno portato a una separazione come logica conseguenza. Mai perderemo la nostra identità di società che rappresenta un piccolo paese in cui la prima prerogativa è quella di avere un occhio vigile al bilancio, e soprattutto quello di mantenere gli impegni presi con ciascun tesserato.-
-Per quanto riguarda invece il settore giovanile, possiamo dire senza ombra di dubbio che rappresenta il nostro fiore all’occhiello. Grazie al lavoro certosino e alla competenza di tutti gli istruttori e al passionale impegno del nostro responsabile Enrico Michetti, siamo riusciti a portare avanti il nostro percorso con entusiasmo, aumentando di gran lunga il numero degli iscritti. Michetti è stata per noi una vera fortuna, siamo orgogliosi di averlo con noi. Lui incarna alla perfezione quello che la società vuole dai nostri tesserati. Umiltà, passione e grande competenza. –

Chiusura con il sindaco Andrea Cardilli, anch’egli presente alla cena, il quale si è complimentato con tutti i presenti per gli obiettivi raggiunti, con ringraziamento particolare per il gran lavoro sociale svolto dal settore giovanile in questi anni.

Atletico Azzurra Colli : Fusco non è più l’allenatore della prima squadra

L’Atletico Azzurra Colli comunica la separazione dall’allenatore Salvatore Fusco. La società aveva confermato il tecnico già alla vigilia della sfida play-off con il Montefano, ma successivamente non si è riusciti a trovare un accordo economico per la permanenza dello stesso. A Fusco, il profondo ringraziamento per l’ottima stagione disputata da protagonista e l’augurio delle migliori fortune per il futuro. La società sta già vagliando diversi profili per la sua successione e nei prossimi giorni dovrebbe essere comunicato il nome del sostituto.

Pagellone finale : Zahraoui su tutti. Continuità Stangoni e Alijevic

CAMAIONI 7: Dimostra per tutto l’anno un’altissima continuità e spiccata capacità di interpretare in maniera giusta il ruolo. Protagonista di alcune ottime parate, completa la sua maturazione da portiere con una bellissima stagione.

ACCIAROLI 6.5:Lieta scoperta del girone di ritorno in cui il giovane fuoriquota inanella una serie di buone prestazioni che gli fanno incassare la fiducia di mister Fusco.

CROCE 6.5: Una delle migliori stagioni con la maglia del Colli per lui che è a tutti gli effetti da considerarsi un veterano. Schierato come terzino sinistro , ruolo non suo, disputa ottime partite accusando poi un leggero calo nel finale.

STANGONI 7: Miglior difensore dell’Atletico Azzurra Colli. Una stagione quasi perfetta per lui che fa vedere al meglio le sue doti di duro e migliora ampiamente anche dal punto di vista tecnico.

PAOLUZZI 6.5:Stagione più che positiva per il nostro centrale, ormai ha raggiunto una giusta maturità che gli consente di avere in ogni occasione il polso della situazione per gestire i momenti della partita. Peccato per i troppi infortuni.

LUCIANI 6.5: Arrivato a Dicembre, sorprende per la sua grande personalità e l’ottimo impatto che ha sulla difesa. I problemi fisici poi lo limitano anche a lui. Fa i conti prima con una schiena ballerina e poi con l’infortunio alle vertebre che dichiara conclusa la sua stagione.

ZAHARAOUI 8: Senza ombra di dubbio il miglior giocatore dell’Atletico Azzurra Colli. Nessuno si accorge del fatto che sia un fuoriquota, tanta è la personalità e la qualità tecnica che mette in campo, giocando praticamente in tutti i ruoli. Un fiore all’occhiello.

ALIJEVIC 7: Prima mediano, poi mezzala poi difensore. Lo Zar offre prestazioni confortanti in ogni zolla del campo. Esperienza e personalità al servizio della squadra in ogni frangente.

COCCIA 6: Arriva a dicembre e parte bene, poi un infortunio alla caviglia lo condiziona definitivamente e la sua stagione è compromessa.

BATTILANA 6.5: Vitalità e senso della posizione. Pressa anche i magazzinieri e dimostra un ottimo impatto specie nel girone di ritorno, quando la condizione migliora decisamente.

GRILLI 6.5: Fatica a trovar posto all’inizio, diviene poi strada facendo elemento importante. Geometrie e tanta grinta. Giovane ma con la personalità di un veterano. Acquisto azzeccatissimo.

MARIANI 6.5: Meriterebbe almeno 7, ma le troppe incertezze in fase conclusiva ne minano il giudizio. Resta un giocatore devastante in fascia, uno di quelli che quando accende il motorino è dura fermarlo. Migliora anche tatticamente nell’arco del campionato.

CROCETTI 7:Arriva ancora in doppia cifra per il terzo anno consecutivo. Girone d’andata super. Accusa poi un lieve calo che però non gli compromette la stagione da protagonista nonostante le 37 primavere. Capitano e uomo di riferimento per tutti.

DI SIMPLICIO 6.5: Proprio nel momento in cui stava trovando la via della rete con una certa continuità, arriva il brutto infortunio che lo tiene fuori per quasi tutto l’anno e gli impedisce di gonfiare la rete con regolarità. Aveva fatto intravedere ottime cose.

GIANSANTE 7: Media gol importante per il forte ariete di Giulianova arrivato a Dicembre ma subito infortunato anche lui. Al rientro però da dimostrazione di presenza e volontà, trascinando la squadra ai play off.

BIANCUCCI 6.5: Gioca solo un girone col Colli ma tanto basta a dimostrare che con questa categoria non c’entra nulla davvero.

GYABAA 6.5: Stagione positiva del giovane coloured. Essendo la prima tra i grandi , mostra ottime cose sia quando gioca da mezzala che quando gioca da regista. Futuro assicurato.

NARDINI 6: Ci mette impegno e volontà ma paga il fatto di essere stato schierato sempre in un ruolo in cui non aveva mai giocato, ovvero il centravanti. Mostra ampia disponibilità nonostante tutto.

MASCITTI 6: Sempre pronto quando chiamato in causa. Cresce e fa esperienza.

GAMBACORTA sv

SILVESTRI sv

ALL. FUSCO 7: La sua squadra, nonostante i troppi infortuni, mantiene sempre un buonissimo livello di gioco. Senza ombra di dubbio, tra le squadre che stanno davanti è quella che mostra il miglior calcio. La rosa era buona, lui ci mette del suo. Sfortunatissimo in semi-finale col Montefano. Merita la riconferma.

Fusco : ”Stagione comunque positiva. Ringrazio tutto l’ambiente che ci ha sostenuto”

Salvatore Fusco al termine della sconfitta interna col Montefano, ha parlato ai taccuini del Corriere Adriatico. Il mister ha voluto esprimere le sue sensazioni sulla stagione appena conclusa e sullo spareggio che ha visto la sua squadra uscire battuta dal terreno amico con un rigore di Aquino :

-Abbiamo perso contro una squadra molto più esperta di noi di queste competizioni. Il Montefano infatti, è alla terza partecipazione ai play off consecutiva, e l’inesperienza si è fatta sentire. Vanno fatti i complimenti ai nostri avversari che si sono dimostrati più abili di noi a giocare un certo tipo di partite. Da parte nostra, qualche errore tattico è stato commesso, da parte mia e dei ragazzi, ma abbiamo pagato l’unica incertezza del match con il rigore che ci ha portato a essere eliminati.-

Stagione costellata dagli infortuni, quella del Colli.

-E’ stata una stagione disgraziata. Nel momento in cui addirittura ci stavamo giocando la vetta, abbiamo perso sia Di Simplicio che Giansante, le nostre due bocche da fuoco, per diversi mesi. Abbiamo dovuto adattare giocatori fuori ruolo davanti e nel finale, quando sembrava che li avessimo recuperati, abbiamo perso in un sol colpo la coppia difensiva titolare sempre per infortuni ossei molto lunghi. Non vuole essere un alibi, anche perchè chi li ha sostituiti ha fatto più che degnamente. Anzi, è un grosso merito che va riconosciuto a questi splendidi ragazzi che nonostante le avversità che si sono presentate in gran numero, hanno sempre mantenuto una classifica importante. Per quanto mi riguarda la stagione è stata positiva.-

Chiusura coi ringraziamenti.

-Mi sono trovato in una società che mi ha dato una grande opportunità e quindi la ringrazio. Tutti hanno mostrato massima fiducia in me, l’ambiente ci ha spinto sempre con ottimismo e mi sento di ringraziare anche il mio staff, sempre disponibile, e i calciatori che mi hanno sempre seguito. A loro va il mio grazie più sincero. Per il futuro, ne parleremo nei prossimi giorni.-

PLAY OFF: ATLETICO AZZURRA COLLI-MONTEFANO 0-1

AAC: CAMAIONI 6, ZAHRAOUI 5.5, CROCE 5.5(85’DI SIMPLICIO sv),COCCIA 6(79’NARDINI 6), STANGONI 6, ALIJEVIC 7, MARIANI 6.5, GRILLI 6, GIANSANTE 5.5, CROCETTI 6, GYABAA 6. ALL. FUSCO

MONTEFANO : ROCCHI 6, CESARI 6, MENGONI 5.5, CAMILLONI 6,PIGINI 5.5, MOSCHETTA 7, PALMUCCI 5.5(55’AQUINO 7.5), GIGLI 6, LATINI 6.5, ROSSINI 5.5, BONACCI 6(88’DOUSSE sv). ALL. LATTANZI

ARBITRO : EREMITAGGIO 6.5.

RETE :78’AQUINO (r )

COLLI : Si infrange sul più bello il sogno dell’Atletico Azzurra Colli che cade ancora contro la sua bestia nera Montefano, capace di infliggere la quarta sconfitta negli ultimi quattro confronti alla squadra rossoazzurra. Il verdetto del campo va giustamente accettato perché così è nel calcio. Ma a differenza di quanto visto soltanto un mese fa in campionato, oggi possiamo dire con certezza che se tra le due squadre ce n’era una che, per quanto espresso, doveva prevalere, era quella di Fusco, capace specie nella ripresa di giocare praticamente solo nella metà campo della porta difesa da Rocchi. Il Montefano dal canto suo ci ha messo più malizia e più furbizia nei momenti chiave e si andrà a giocare la finale col Potenza Picena. Partenza vibrante, le squadre si affrontano a viso aperto e già dopo un minuto Bonacci elude la trappola del fuorigioco e si presenta davanti a Camaioni. Provvidenziale il recupero di Zahraoui. La risposta del Colli é in un colpo di testa di Gyabaa che risulta impreciso. Grande grinta di entrambe le squadre alla ricerca del gol, ma più che qualche mischia davanti ai due portieri non si vede. Ci prova allora Giansante dalla lunga distanza, ma il suo tentativo va sul fondo. Dall’altra parte, i pericoli arrivano sempre dai tagli di Bonacci che scappa via a Croce ma risulta impreciso al momento di concludere. Nella ripresa, parte subito meglio il Colli con Crocetti pericolisissimo per due volte. La prima con un violento tiro cross dalla sinistra che sibila l’incrocio. La seconda con un sinistro secco dopo aver saltato Cesari che però finisce alto. La risposta del Montefano è in un colpo di testa di Moschetta da corner con Camaioni che risponde da par suo. Ancora padroni di casa pericolosissimo col vivace Mariani che dal limite dell’area approfitta di una sponda di Gyabaa e ci prova al volo. Palla alta. Non demorde il team rossoazzurro ancora con Crocetti, tiro dal limite alto.Colli che gestisce bene il possesso palla. Montefano che aspetta sorniona e riparte improvvisamente al minuto 78, quando Latini approfitta di un buco difensivo di Zahraoui e si presenta davanti a Camaioni che lo stende. Rigore sacrosanto che Aquino realizza. Fusco butta nella mischia tutta l’artiglieria pesante nel finale ma non basta. Il Montefano è in finale.

Fusco : ”Orgoglioso di quanto fatto. La mia testa è già a domenica!”

La stagione del Colli si conclude con un terzo piazzamento meritatissimo. Al termine della grande vittoria sul San Marco Servigliano, queste sono state le dichiarazioni di Salvatore Fusco al nostro portale.

1-Terzo posto meritato arrivato a coronamento di una stagione importante, vista soprattutto la grande quantità di infortuni subita. Quali sono le tue sensazioni e le tue opinioni in merito a quanto finora raccolto ?

-Siamo davvero contenti. Questo, per questa società, è un traguardo storico. Era il nostro obiettivo finire terzi, visto che siamo stati li per tutto il campionato. Penso che sia un piazzamento meritato. Dedico oltretutto questo risultato a tutti i ragazzi che hanno pagato con infortuni gravi la loro voglia di essere utili alla causa, per la quale ci hanno ”rimesso le penne”. Ringrazio società e staff che mi hanno messo nelle condizioni di lavorare al meglio per raggiungere questo traguardo.

2-C’è stato un momento in cui hai pensato di non farcela ?
-Ho avuto sempre fiducia massima in questa squadra, li vedevo lavorare e sapevo che meritavano questo piazzamento, perchè il modo giusto di lavorare paga sempre.

3-Passiamo ai singoli. La disponibilità di Alijevic e Zahraoui a ricoprire praticamente tutti i ruoli sono la cartina tornasole di questa squadra ?
-Sono due giocatori importantissimi e due ragazzi eccezionali. Hanno dato grandissima disponibilità e per questo li ringrazio. Ma non mi fermo a loro, tutto il gruppo è stato eccezionale. Non tralascio Crocetti, ancora in doppia cifra, e soprattutto i numerosi giovani che sono stati lanciati in questa stagione. Ci godiamo per qualche ora questo risultato, ma la mia testa e quella del mio staff è già alla gara con il Montefano. Giocare con massima serenità ma con la consapevolezza di continuare ancora a sognare, seppur l’avversario è veramente temibile.

4-Quanto può essere importante il recupero di Coccia ?
-Come per i sopracitati, parliamo di un giocatore importantissimo, non lo dico io. E’ chiaro che il suo recupero è fondamentale. Adesso la cosa principale è appunto che tutti si mettano a disposizione come hanno fatto nell’arco del campionato, perchè tutti occorre essere sul pezzo, quando ti giochi una stagione in una sola gara, arrivando mentalmente e fisicamente nel miglior modo possibile.

5-Il Montefano è la bestia nera del Colli da diverse partite. Cosa occorrerà di diverso rispetto alle due uscite in campionato ?
-Parliamo di una delle squadre più organizzate di tutto il campionato. Ma non guarderei troppo dietro, se non appunto per correggere qualche leggerezza e qualche piccolo errore commesso nelle due gare. Pensiamo a questa nuova gara, che è una gara nuova. Una partita diversa. E’ ”la partita”, quindi lavoriamo su quello che sappiamo fare senza assolutamente snaturarci.

30’GIORNATA : ATLETICO AZZURRA COLLI-SAN MARCO SERVIGLIANO 2-0

COLLI: CAMAIONI 6.5, ZAHRAOUI 6.5, CROCE 6, COCCIA 7 (61’NARDINI 6.5), STANGONI 6.5, ALIJEVIC 6.5, MARIANI 6.5, GRILLI 7 (55’ACCIAROLI 6), GIANSANTE 6(80’DI SIMPLICIO sv), CROCETTI 7(86’MASSARONI sv), GYABAA 6.5.(90’MASCITTI sv). ALL. FUSCO

SAN MARCO : INNAMORATI 6.5,FORTUNATI 6, SAKO 5.5(53’IOMMI 6), FERRETTI 5.5, FINUCCI 5.5, TIDIANE 5.5(40’ALOISI 6), ATRAGENE 6, BAH 5.5, JALLOW 5.5(53’FRASCERRA 5.5), MANGIOLA 6, SIMONELLI 5.5(78’SANTONI sv). ALL. AMADIO

ARBITRO : GIORGIANI 5.5

RETI :8’CROCETTI,13’GYABAA

COLLI DEL TRONTO : Vittoria meritata contro la capolista San Marco Servigliano già vincitrice del torneo, per il Colli di Fusco che si aggiudica la terza piazza e i play off contro il Montefano. Già falcidiato dalle assenze dei lungodegenti Luciani e Paoluzzi, alla vigilia il Colli perde Battilana ma recupera Coccia , che torna a dettare i tempi della manovra come lui sa fare bene. Già in avvio, in quindici minuti, i padroni di casa liquidano la pratica. Al minuto 8 già, Crocetti, assistito da un perfetto suggerimento di Grilli ancora sugli scudi, infila Innamorati siglando il 10 centro stagionale e chiudendo la regular season ancora una volta in doppia cifra. Dopo un altro tentativo ancora di Crocetti, la chiude Gyabaa che risolve una mischia con un micidiale colpo di testa. La partita si attesta sui binari di tranquillità e le emozioni sono poche. Il Colli gestisce con buona manovra, gli ospiti non hanno una gran voglia di rimontare il risultato, già vincitori del torneo e con la testa solo alla finale contro la vincente del girone A. Nella ripresa, sprecano ghiotte opportunità Giansante e Mariani. Finisce 2-0, il Colli festeggia i play off.

Fusco :” Contenti a metà. Avremmo meritato i tre punti.”

Salvatore Fusco risponde con un pizzico di delusione alle domande dei cronisti dell’Helvia Recina al termine della partita pareggiata per 1-1 sul terreno della compagine maceratese :
-Abbiamo disputato un’ottima gara- dice il
Mister- creando specie nella ripresa presupposti per il raddoppio dopo la rete di Giansante, e sfiorando dunque ripetutamente il doppio vantaggio. Siamo dunque contenti a metà. Dispiace perché, anche se nel primo tempo la gara era stata equilibrata, nella ripresa meritavamo i tre punti. Complimenti però all’Helvia Recina che ci ha creduto e ha trovato questo gran gol con Piccioni.-

Mister, ora tutto contro il San Marco Servigliano .

-Si, abbiamo questa gara da dentro o fuori, dobbiamo portare a casa i tre punti perché questi ragazzi meritano l’obiettivo dei play off, che è quello che abbiamo da quando abbiamo iniziato. Troveremo un avversario entusiasta del
meritato trionfo e che di certo, conoscendo la loro professionalità, non ci regalerà niente, al contrario di quanto si dice. Bisognerà preparare bene questa gara in settimana. Voglio concentrazione e determinazione.-

29’GIORNATA: HELVIA RECINA-ATLETICO AZZURRA COLLI 1-1

HELVIA RECINA : RECCHI 6, PICCIONI 7, MONTANARI 6.5, CAMPANA 5.5, CAPPARUCCIA 5.5, PAGLIARINI 5.5, MANDORLINI 6, GIROTTI 5.5(75’MASSINI sv), MARCOALDI 6, BADIALI 6, MACCIONI 6. ALL. CARASSAI

A.A.COLLI : CAMAIONI 6, ZHARAOUI 7, CROCE 6, BATTILANA 6.5, STANGONI 6.5, ALIJEVIC 6.5, MARIANI 6, GRILLI 7, GIANSANTE 7, CROCETTI 6.5(75’NARDINI sv), GYABAA 6(86’MASCITTI sv). ALL. FUSCO

ARBITRO : GORREJA 6.5

RETI: 50’GIANSANTE,93’PICCIONI

MACERATA: Rimane strozzato in gola l’urlo play off dei ragazzi di Fusco, capaci di una grande partita che però non ha portato i meritati tre punti con tanto di matematici play off. Ora sarà necessario il risultato pieno contro la capolista San Marco Servigliano, già promossa, in una gara interessantissima sabato prossimo al Comunale. Partenza con ambedue le squadre schierate col 4-3-3 con la sorpresa Zahraoui terzino destro. Rilancio per Gyabaa mezzala e Mariani confermato esterno d’attacco. Prima frazione di gioco equilibratissima con pochissime emozioni eccezion fatta per un destro di Giansante in apertura che va alto e un sinistro di Montanari al 43’ sul quale Camaioni si distende bene. Nella ripresa, subito il gol. Ottima giocata sull’asse Grilli-Crocetti con quest’ultimo che salta netto Piccioni e serve Giansante che deve solo spingere il cuoio in gol. Terzo gol con la maglia rossoazzurra per il toro di Giulianova, quarto totale in stagione. Azione che si ripete in fotocopia per tre volte, con Crocetti che penetra sempre come una lama nel burro tra le larghe maglie della retroguardia locale ma i suggerimenti sono mal calibrati. La risposta dell’Helvia è tutta in numerosi lanci lunghi per Marcoaldi ben controllato da Stangoni. Al minuto 85’palo di Grilli. Al minuto 89’Maccioni spreca una palla gol clamorosa sotto porta. Al 93’l’eurogol di Piccioni, un destro imparabile dai 25 metri che si infila sotto l’incrocio della porta difesa da Camaioni. È l’ultimo atto del match.