Pagellone finale: i due centrali sugli scudi!

CAMAIONI 7: La solita sicurezza. Camaioni è ormai una certezza tra i pali dell’Atletico Azzurra Colli e si conferma come uno dei migliori numeri uno della categoria. Punto fermo della squadra e dello spogliatoio.

GAMBACORTA sv: Un paio di apparizioni, si vede che ha stoffa ma deve giocare di più per un giudizio finale.

ACCIAROLI 6: Il terzino vive una stagione di alti e bassi, dove specie nel finale accusa un calo di prestazioni che costringe mister Fanì a farlo accomodare in panchina. Si riscatta nella gara con la Civitanovese nel quale disputa una buona partita.

TOMMASI 6.5: Lieta scoperta. Il terzino mancino gioca un girone d’andata importante e poi nel girone di ritorno cala leggermente di prestazioni ma rimane un elemento affidabilissimo per la squadra.

CUCCO 7.5 : Uomo di primaria importanza per la difesa che, al netto della partita con la Civitanovese, risulta la migliore in campionato. Grinta e piedi buoni, esperienza e leadership sempre a servizio della squadra.

STANGONI 7.5: Oltre alle grandissime prestazioni, unisce anche numerosi gol, alcuni dei quali bellissimi, che lo portano ad essere uno dei migliori interpreti della categoria del ruolo. Promosso senza se e senza ma.

CROCE 6.5: Girone di andata sempre in sordina. A lottare per un posto. Girone di ritorno in cui viene fuori alla grande e spesso diviene punto irrinunciabile per la sua immensa duttilità. Segna anche due reti decisive.

FIORAVANTI 6: Qualche apparizione che mette in mostra quanto il ragazzo abbia discrete qualità su cui lavorare.

LOMBARDI 6: Non molte apparizioni ma tutte contornate di buone pagelle. Crolla nella gara di Civitanova come tutta la retroguardia.

ZAHRAOUI 6: Nell’anno della consacrazione, ci si aspettava qualcosa in più dall’esterno marocchino che svolge il suo compito senza infamia e senza lode. Straripante negli anni passati, diligente questa stagione.

NARDINI 6.5: Nella prima parte di stagione è l’autentico trascinatore dei suoi con gol e assist a ripetizione. Poi accusa malori fisici che ne condizionano pesantemente il rendimento. Meglio a centrocampo piuttosto che davanti.

ALIJEVIC 6.5: Il capitano si conferma elemento irrinunciabile anche nello scacchiere di Fanì. Si alterna tra vertice basso e mezzala senza patire. A differenza degli altri anni, manca leggermente in fase realizzativa.

GRILLI 8 : Stagione strepitosa per il mancino biondo ex Monticelli. Ormai trasformato definitivamente in mezzala di qualità, sigla tre gol e una decina di assist oltre a partite in cui gli spetta di diritto la palma del migliore in campo.

BATTILANA 6: Annata in cui viene falcidiato dagli infortuni. Paga dazio già dai primi mesi. Fa il suo.

SPINELLI 6: Al primo vero campionato da titolare, Spinelli non sfigura e anzi getta sempre il cuore oltre l’ostacolo. Giovane che ha tanta voglia di apprendere.

SILVESTRI 6.5: Le doti che fa intravedere nelle prime settimane, le mette in mostra nel finale, dimostrando che per il futuro si può puntare su di lui anche se non è più un under.

BASTIANELLI 6: Altalena di prestazioni quando chiamato in causa. Sembra più che si trovi a suo agio nelle gare in cui parte dall’inizio, nonostante una statura brevilinea che gli consentirebbe di entrare bene a partita in corso.

ALFONSI 6: Interessantissimo prospetto arrivato a Gennaio. Classe 2001 tutto da scoprire con doti mostrate nelle volte in cui viene buttato nella mischia. Piedi e testa, presente.

PIRELLI 6.5: Le sei reti nel girone d’andata lasciavano presagire un girone di ritorno da protagonista. Gli infortuni però lo frenano per quattro mesi e di lui c’è poi poca traccia.

DI SIMPLICIO 7: Mette a referto 8 reti più le 3 nei play off. Dopo l’infortunio e le successive pene per rientrare era quasi impensabile vederlo tornare ai suoi livelli. Lui invece ci riesce.

PIERGALLINI 6.5: Tre reti dopo un anno di inattività in pochi mesi sono un buon bottino da cui ripartire.

MISTER FANÌ 7: La sua squadra per larghi tratti gioca un calcio spumeggiante e divertente. Accusa un calo nel finale proprio sul più bello. La sconfitta di Centobuchi grida vendetta. Col Colli terzo, nei play off avrebbe fatto sicuramente meglio.

Play off : Civitanovese-Atletico Azzurra Colli 5-3

CIVITANOVESE (4-3-1-2): Testa 6 (42’st Lorenzetti 5); Armellini 6.5, Martins 5.5, Dutto 5(27’pt Carafa 5.5) Federico 5.5; Vechiarello 7, Veccia 7.5, Miramontes 8; Rodriguez 5 (34′ Galdenzi 6.5); Garcia 5.5(27’pt M. Salvati 7), Ribichini 6.5 (34’st Ferrari 7). A disposizione: Lorenzetti, Milanesi, Escobar, Emiliozzi, Falkenstein. All. Davide De Filippis

AZZURRA COLLI (3-5-2): Camaioni 5.5; Acciaroli 5.5 (36’st Silvestri 5.5), Stangoni 5.5, Cucco 5.5, Croce 5.5 (42’st Tommasi 6.5); Alijevic 6, Nardini 6, Grilli 6 (29’st Piergallini 6); Spinelli 6.5 (3’st Lombardi 5), Di Simplicio 8.5, Pirelli 6.5 (4’sts Alfonsi sv ). A disposizione: Gambacorta, Fioravanti, Bastianelli. All. Daniele Fanì

RETI: 17’ pt Di Simplicio, 1’st M. Salvati, 25’st Miramontes, 44’st Di Simplicio, 1’pts Galdenzi, 8’pts Di Simplicio, 15’pts Veccia, 1’sts Ferrari.

ARBITRO: Leonardo Vai della sezione di Jesi 5.5; assistenti: Gregorio Maria Galieni di Ascoli Piceno ed Emanuel Luigi Amorello di Pesaro.

NOTE: Ammoniti Dutto, Pirelli, Acciaroli, Spinelli, Stangoni, Miramontes, Galdenzi; Espulsi: De Filippis, Nardini, Stangoni. Spettatori 600 circa. Recupero +3’ +7’

Civitanova : Finisce come peggio non poteva la stagione 2018-2019 dell’Atletico Azzurra Colli che accarezza per larghi tratti della gara il sogno di fare lo scherzetto alla Civitanovese strafavorita alla vigilia ma poi soffre le continue reti subite all’inizio dei tempi. La cronaca. De Filippis sceglie il 4-3-1-2 mentre Fanì invece opta per un inedito 3-5-2 con Nardini davanti alla difesa. Pirelli e Di Simplicio, straordinario, le due punte. Partita straordinaria. Il primo tempo è di chiara marca ospite con il gol del vantaggio che arriva al minuto 19. Corner di Grilli e Di Simplicio anticipa tutti sul primo palo per il vantaggio. Prima Pirelli poi ancora Di Simplicio sfiorano il 2-0 in contropiede, con locali completamente in bambola. Nella ripresa, la musica cambia grazie a Miramontes. Il fantasista con un perfetto colpo di testa mette Salvati in condizione di battere a rete per il pareggio, e poi si inventa un eurogol con un perfetto sinistro dai 25 metri. Il Colli non demorde e trova allo scadere il pareggio. Cross perfetto di Tommasi, Di Simplicio si avvita con una splendida girata e di testa batte Testa. Si va ai supplementari e in apertura è Galdenzi ad approfittare di una palla vagante in area e battere Camaioni. Sembra fatta ma ancora Di Simplicio in mischia approfitta di un errata uscita di Lorenzetti e insacca il gol del 3-3. Lorenzetti era subentrato all’infortunato Testa. Gara senza esclusione di colpi e alla fine del primo tempo un presunto fallo di Silvestri vale il rigore che Veccia trasforma. In avvio di ripresa poi, Ferrari sigla il 5-3 con un bolide sotto l’incrocio. Finisce con poi due espulsi, Stangoni e Nardini. E l’avventura si chiude con grande onore.

30’Giornata : Atletico Azzurra Colli-Camerino 1-1

A.A.Colli : Camaioni 6, Lombardi 6.5, Tommasi 6.5, Cucco 6, Croce 6, Alijevic 6, Silvestri 6, Grilli 6, Piergallini 6 (85’Fioravanti sv), Di Simplicio 6, Zahraoui 7.

Camerino : Grelloni 6, Romoli 6, Colonnelli 7, Onesini 6.5, Alessandrini 7, Salvetti 6, Crescimbeni 6 (90’Cataluffi sv), Thiam 6, Iori 6.5, Cottini 6 (75’Piccinini 6), Montanari 6.5 (83’Vitali sv). All. Grasselli

Arbitro : Eremitaggio 7

Reti :60’Colonnelli,85’Zahraoui

COLLI : Finisce con un pareggio tra Colli e Camerino al termine di un match che è l anticipo della coda che entrambe avranno. Padroni di casa ai play off, ospiti ai play out. Gara molto tattica con Crescimbeni che crea il primo pericolo a Camaioni, palla alta. Risponde Di Simplicio che di testa sfiora la traversa. Nella ripresa, e Colonnelli in mischia a portare avanti i suoi. Il Colli preme sul l’accelerazione con Di Simplicio che con un potente diagonale sfiora l’incrocio. Il pareggio che vale la quarta piazza lo sigla Zahraoui che anticipa tutti e con bravura infila Grelloni.Ora, la compagine don daniele Fanì andrà ad affrontare in trasferta la Civitanovese, mai battuta finora, nei due confronti in campionato. Una gara secca nel quale il Colli avrà un solo risultato a disposizione con l’unico aiuto dei tempi supplementari dopo i novanta minuti in caso di punteggio di parità.

Fani’ al Corriere Adriatico : ”Tanti indisponibili, ma il risultato è un obbligo”

Daniele Fani’ è stato intervistato questa mattina dal Corriere Adriatico edizione Maceratese e ha parlato della gara contro il Camerino che può valere l’accesso ai play off in caso di risultato positivo.

-Sicuramente – attacca Fani’- sarà la gara più importante dell’anno. Ma ci arriviamo in condizioni precarie. Nella scorsa settimana abbiamo avuto defezioni importanti. Per Battilana, il campionato è finito, mentre Nardini sarà out per infortunio muscolare e Stangoni è squalificato ma anche egli acciaccato. Recuperiamo Piergallini e Pirelli che però sono in condizioni precarie e non so quanta disponibilità da loro potrò avere. Siamo vicini alla meta comunque e i giochi in linea di massima sono questi, tra noi e Monturano uscirà la squadra che affronterà il play off. –

L’Atletico Azzurra Colli a un certo punto della stagione poteva ambire anche a qualcosa in più. Fani’ lo ammette chiaramente.

-Si, per larghi tratti del torneo siamo stati terzi, ma paghiamo un piccolo calo finale, figlio di tanti fattori. E comunque non abbiamo neanche avuto mai la fortuna dalla nostra. Abbiamo pareggiato partite interne in cui meritavamo di più. E molto spesso siamo arrivati agli appuntamenti importanti piuttosto incerottati, proprio come ora. Ma davvero, in questo campionato, fare i play off è una mezza impresa considerato il valore di tutte le squadre che ci precedono e che alla vigilia erano date come accreditate. –

Ultima gara, ultima chiamata. Il Camerino.

-Una squadra valida, che all’andata nonostante la nostra vittoria mi ha fatto una buonissima impressione. Questa gara avrà bisogno della giusta interpretazione, altrimenti sarà un vero e proprio tranello. Ma abbiamo l’obbligo di fare risultato.-

29’Giornata : Atletico Centobuchi – Atletico Azzurra Colli 1-0


Atletico Centobuchi (4-3-3) : Lattanzi 6, Oddi 6.6, Piunti 7, Coccia 7, Piemontese 6 (55’Porfiri 6), Carminucci 6, Picciola 6.5, Calvaresi 6.5, Granito 5.5 (46’Felicioli 6), Liberati 6, Diarra 5.5(66’Rotundo 7)

A.A.Colli (4-3-3) : Camaioni 6, Lombardi 6(70’Alfonsi 6), Tommasi 6, Cucco 6, Stangoni 5.5, Alijevic 6, Silvestri 5.5 (61’Acciaroli 5.5), Croce 6.5, Di Simplicio 6, Nardini 6.5, Zahraoui 5.5(70’Piergallini 5.5). All.Fanì

Arbitro : Salvatori 7

Rete:78’Rotundo

CENTOBUCHI: Incredibile ed inopinato passo falso dell’Atletico Azzurra Colli che perde terreno in casa dell’Atletico Centobuchi e ora mette a rischio quanto di buono fatto finora. La sconfitta arriva al termine di una partita in cui i padroni di casa tengono botta con orgoglio e colpiscono in contropiede al momento opportuno. Entrambe le squadre scendono in campo col 4-3-3 e l’avvio è favorevole ai ragazzi di Grillo che provano con Coccia da fuori area. Camaioni blocca. Ci prova poi Picciola su sponda di Granito, Camaioni è attentissimo. Prende terreno pian piano la squadra di Fanì che sfiora la realizzazione con una conclusione di Nardini che finisce alta. Al 36’ancora Nardini trova Lattanzi bravo sulla sua strada. Al 38’bravissimo Di Simplicio che prova dai 20 metri. Palla che sfiora il palo. Nella ripresa, l’Atletico Azzurra Colli spinge ma i locali si difendono con ordine. Al 57’Picciola su lancio dalle retrovie, sbaglia da buona posizione. Al 63′ grande azione di Lombardi sulla sinistra, il suo cross è invitante per Zahraoui il quale cicca clamorosamente da sopra la linea la palla gol vincente. Il Colli pigia ma nel miglior momento della partita subisce il gol. Liberati da posizione defilata mette un tiro cross in area sul quale si avventa Rotundo che infila. Il gol della vittoria non verrà più recuperato dai generosi ragazzi di Fanì che risultano poi però inconcludenti. Ora occorre un punto per la matematica certezza dei play off.

Di Simplicio al Corriere Adriatico : ”Volata play off, vogliamo il terzo posto”

Daniele Di Simplicio, centravanti principe dell’Atletico Azzurra Colli, che dopo l’infortunio patito lo scorso anno al crociato, sta disputando ora una stagione importante con 8 reti realizzate, è stato intervistato questa mattina dal Corriere Adriatico. Il bomber ha parlato cosi della gara di sabato e di quello che potrebbe accadere ora, presentando il derby con l’Ateltico Centobuchi.

-Allora Daniele, hai avuto il ruolo di guastafeste del Valdichienti….

-Si, ma credo che a loro non cambi granchè, nel senso che con cinque punti di vantaggio in due gare da disputare, trovo difficile che possano perdere il campionato…-

-Dopo tre pareggi e due sconfitte, per il Colli era ora di tornare al successo…

-Non avevamo altre alternative al successo, perchè Civitanovese e Maceratese ci stanno li col fiato sul collo. Anche il Monturano, nonostante il pari col Camerino, è ancora li. Rimane dunque difficile difendere questa posizione play off per noi. –

-Cosa è accaduto a Civitanova ?

-Nessuno di noi può trovare una spiegazione definitiva e chiara, nonostante i numerosi tasti toccati insieme a mister Fani’ in settimana. Loro hanno fatto una grande partita. Partenza aggressiva, volevano vincere. Noi abbiamo accusato una giornata storta, non abbiamo mai reagito e anzi, ne abbiamo presi 4 in 20 minuti e personalmente non mi era mai accaduto. Addirittura abbiamo preso gol da calci piazzati, laddove noi siamo fortissimi.-

-Dovevate dare una risposta ed è arrivata….

-Assolutamente si, ripartire forte era un obbligo per noi. Non potevamo certo far svanire il lavoro fatto finora in due sole settimane. Noi i play off vogliamo farli, ma sappiamo che la gara di domani sarà tanto importante quanto difficile contro un avversario che ha l’acqua alla gola e che vorrà fare risultato a tutti i costi.-

-Come giudichi il cammino del Colli ?

-Sono ormai tanti anni che gioco in Promozione, ma un campionato cosi difficile e livellato non l’avevo mai visto. Noi siamo una buona squadra, molto valida, e soprattutto dall’inizio del torneo che siamo li davanti pur dovendo competere con squadroni assortiti. C’è il piccolo rammarico di esserci fatti sfuggire l’occasione di avvicinarci ulteriormente al primo posto quando eravamo vicini al Valdichienti, ma non abbiamo colto l’occasione e ora ci giocheremo le chances nelle prossime settimane.-

-A livello personale, ti senti soddisfatto ?

-Sono molto critico con me stesso, ma è pur vero che vengo da un infortunio lunghissimo e che mi ha compromesso i primi mesi di questa stagione. Sicuramente si poteva fare sempre meglio, ma posso ritenermi comunque soddisfatto.-

28’giornata : Atletico Azzurra Colli-Valdichienti 2-0

Atletico Azzurra Colli : Camaioni 6, Croce 7, Zahraoui 7, Cucco 6.5(53’Tommasi 6.5), Stangoni 6.5, Alijevic 6.5, Battilana 7, Grilli 7(75’Nardini 6), Di Simplicio 7.5(88’Piergallini sv), Bastianelli 6.5(70’Spinelli 6), Silvestri 7. All. Fanì.

Valdichienti : Piergiacomi 6, Romagnoli 6, Iommi 5.5, Marcaccio 5.5(57’Ripa), Lattanzi 5.5(64’Mandorlini 5.5), Fermani 5.5, Marconi 5.5(49’Cudini 6), Badiali 5.5(86’Ciucci sv), Garbuglia 6, Castellano 5.5, Bellesi 5.5(85’Rapari sv). All. Giandomenico

Arbitro : Racchi 6

Reti :25’Croce, 62’Di Simplicio.

COLLI DEL TRONTO: Grande vittoria del Colli che torna al successo sul proprio campo ai danni della capolista Valdichienti apparsa un po’ opaca quest’oggi nonostante la classifica che ancora non gli da la certezza assoluta del primato. Con Pirelli out per fastidi alla caviglia e Cucco a mezzo servizio(poi uscirà), il mister Fanì opta per un cambiamento radicale rispetto alla scoppola di Civitanova. Dietro, torna Croce a destra e Zahraoui a occupare la casella di sinistra al fianco di Cucco e Stangoni. Davanti alla difesa , Alijevic spalleggiato dalla dinamicità di Battilana e dalla qualità di Grilli. Ne fa le spese Nardini, inizialmente in panca. Davanti, a sobbarcarsi tutto il peso dell’attacco c’è Di Simplicio, con ai lati la meglio gioventù : Silvestri ala destra, Bastianelli ala sinistra. Le mosse di Fanì inbrigliano quelle di Giandomenico, che, dopo l’iniziale schieramento del 4-3-3 con Castellano, Garbuglia e Marconi avanzati, passa al 4-2-3-1 alzando Badiali sul mediano Alijevic fin li libero di imbastire gioco. Avvio aggressivo dei padroni di casa, che soffocano le fonti di gioco locali e si rendono pericolosi con Di Simplicio, ben servito da Grilli. Il suo tentativo finisce di poco a lato di testa. Squilla Castellano poi, con un sinistro che va sul fondo. Poco più tardi occasionissima per Bastianelli che si libera di Marcaccio e manda alto da buona posizione. Il Valdichienti riesce a farsi vedere solo con un tiro dal limite di Badiali, su sponda di Garbuglia . Camaioni blocca comodamente. Al 25’il predominio territoriale dei padroni di casa trova i suoi frutti. Corner di Grilli e perentoria incornata di Croce sul primo palo che batte Piergiacomi. Gol bellissimo e effettuato con grinta e grande caparbietà. L’occasione per il raddoppio capita poi a Di Simplicio che, ben imbeccato da un sontuoso Silvestri, cicca la palla del 2-0, danneggiato da un pessimo rimbalzo della palla. Nella ripresa, la musica non cambia. Colli altissimo e aggressivo, Valdichienti apatico e distratto. E al 62’, arriva il raddoppio. Fermani addomestica male un pallone e Di Simplicio indiavolato gliela ruba e va con forza a realizzare in diagonale il secondo gol che chiude la contesa. Grande partita del centrattacco rossoazzurro che arriva all’ottavo centro stagionale e che viene eletto all’unisono migliore in campo. Ospiti privi ormai di mordente che sfiorano la rete con Fermani. Per i locali, incredibile palla gol fallita da Silvestri. Sarebbe stato il 3-0. Ora, il Colli si riappropria della terza piazza, in attesa del turno di domani, dove la Maceratese farà visita al Chiesanuova. Testa al derby di mercoledì, dove gli uomini di Fanì sfideranno in trasferta l’Atletico Centobuchi.

Giorgio Battilana : ”Il Colli ora non può più sbagliare”

Con Giorgio Battilana, pilastro del centrocampo collese, abbiamo analizzato la dura sconfitta di Civitanova, dando anche uno sguardo a ciò che sarà in questo torneo. Il centrocampista classe 1994, dopo un avvio tormentato da infortuni, è finalmente tornato a essere stabilmente nell’undici titolare e ha cosi risposto alle domande del nostro portale: -Sicuramente abbiamo sbagliato l’approccio, ma ancor di più non siamo stati capaci di tener botta- ci dice Battilana- perché era prevedibile da parte della Civitanovese un avvio furente. Dovevamo cercare di coprire meglio gli spazi in avvio, e aspettare il nostro momento per colpire. Comunque,gli errori sono stati tanti da parte di tutti, perché la squadra che fino a domenica era la miglior difesa si trova a subire 5 reti in cosi poco tempo è un anomalia che non può più accadere.- Ora, per Battilana, certi errori sono da non ripetere: -Possiamo sbagliare poco, sono proprio questi gli errori da non ripetere, contro la capolista che merita questa classifica. E’ una squadra fortissima. C’è bisogno anche da parte nostra di un avvio aggressivo, far sentire agli avversari la nostra presenza, fare la stessa gara che la Civitanovese ha fatto contro di noi e non sbagliare più atteggiamento. C’è da sbagliare il meno possibile, anzi quasi per nulla.- Passiamo poi col mediano a analizzare il momento della squadra. – L’umore non è certamente dei migliori, dopo una simile batosta, ma la società e il mister hanno usato le parole giuste per ricaricarci. Siamo consapevoli che bisogna abbassare la testa e lavorare il più possibile.- La classifica comunque, parla ancora di un Atletico Azzurra Colli i cui obiettivi sono ampiamente alla portata. –Si- dice Battilana- ma non possiamo far troppi calcoli. Indicativamente penso che 6 punti siano pure sufficienti, ma fare calcoli è inutile considerate le tante squadre che possono rientrare. Facciamo il nostro e vediamo ciò che accadra.- In chiusura, per Battilana c’è da chiarire quali sono gli ingredienti necessari per completare l’opera : – Nei vari confronti avuti col mister in questa settimana, abbiamo visto che effettivamente non contano più le qualità tecniche ma le motivazioni. Raggiungerà l’obiettivo chi avrà massima unione di gruppo, spirito di sacrificio e disponibilità totale per fare i play off. Rispetto soprattutto per noi stessi, perché da numerosi mesi siamo a lavoro per quello e soprattutto siamo stati sempre nelle prime quattro posizioni di classifica, vanificare il tutto proprio sul più bello sarebbe piuttosto sciocco.-

27’Giornata : Civitanovese-Atletico Azzurra Colli 5-2

CIVITANOVESE 5 (4-4-2): Lorenzetti 6; Armellini 7.5, Martins 6.5, Carafa 6.5, Federico 7; Miramontes 7(42’ st Milanesi), Vechiarello, 7, Veccia 7.5(23’ st Escobar sv), Falkenstein 8.5(38’ pt Ferrari 6.5); Garcia 7 (10’ st Rodriguez 7), Ribichini 7.5(17’ st Galdenzi 6.5). A disposizione: Forconesi, Smerilli, Emiliozzi, Matteo Salvati. All. Davide De Filippis.

AZZURRA COLLI 2 (4-3-2-1): Camaioni 5.5; Acciaroli 5 (8’ st Silvestri 7), Stangoni 5, Cucco 5.5 (24’ pt Croce 5.5), Tommasi 5.5; Battilana 5(17’ st Zahraovi 6), Alijevic 5.5, Alfonsi 6(17’ st Spinelli 5.5); Grilli 5(8’ st Di Simplicio 6.5), Nardini 5.5; Pirelli 5.5. A disposizione: Gambacorta, Bastianelli, Lombardi, Piergallini. All. Daniele Fanì

RETI: 11’ pt Armellini, 14’ pt e 21’ pt Falkenstein, 15’ pt Ribichini, 11’ st Garcia, 14’ st Nardini (R), 37’ st Di Simplicio (R)

ARBITRO: Davide Santoro di Pesaro 6; assistenti Emanuele Alesi di Ascoli Piceno, Mirko Baldisserri di Pesaro

NOTE: Ammoniti Cucco, Battilana, Pirelli, Alijevic. Corner 5 – 3. Recupero +2’ +2’

CIVITANOVA: Una giornata storta. Così si può sintetizzare la roboante sconfitta degli uomini di Fanì al Polisportivo di Civitanova. Avversari superiori in tutto e per tutto. Come approccio, come aggressività, come velocità, tecnica e carisma. Tutto storto invece per i collesi, capaci di salvare l’onore e la dignità quantomeno nella ripresa, con Nardini e Di Simplicio. Succede tutto nella prima frazione di gioco, precisamente nei primi venti minuti quando Armellimi la sblocca, poi Falkestein e Ribichini fanno a fette la retroguardia ospite con la loro velocità e siglano tre gol in pochi minuti. Colli prova a reagire reclamando un rigore, ma in avvio ripresa è Garcia a aumentare il passivo. Nel finale due rigori di Nardini e Di Simplicio, entrambi procurati da Silvestri, attestano il passivo sul 5-2.

26’Giornata : Atletico Azzurra Colli – Montalto 0-0

A.A.COLLI (4-4-2): Camaioni 6.5, Acciaroli 6, Lombardi 5.5(61’Bastianelli 5.5), Cucco 6, Stangoni 5.5, Alijevic 6, Piergallini 5.5 (60’Pirelli 6), Croce 5.5(75’Tommasi 6), Di Simplicio 5.5, Nardini 5.5(80’Grilli sv), Zahraoui 6.5.All. Fanì (squalificato, in panchina Fioravanti )

MONTALTO (4-2-3-1): Paolini 6.5, Di Buó 6(80’Alessi sv), Brasili 6.5, Ciucani 6, Raschioni 7, Casali 7, Ciarrocchi 6(61’Raschioni E.6), Polini 6.5, Ludovisi 6, Giorgi 6, Carboni 6. All. Ricciotti.

Arbitro : Sabbouh 6

Colli del Tronto : L’Ateltico Azzurra Colli non sa più vincere in casa e incassa il terzo 0-0 consecutivo sul proprio campo dopo quelli col Treia e col Monturano Campiglione. Una gara in cui gli ospiti hanno fatto blocco unico davanti al proprio portiere Paolini e hanno portato a casa la pagnotta con umiltà e spirito di sacrificio. Troppo confusionari i locali invece, che creano molto nella ripresa ma sprecano. Squadre schierate con moduli similari, 4-4-2 per i locali, 4-2-3-1 per gli ospiti. Avvio soporifero. Al 14′ si sveglia il Colli. Calcio piazzato dalla sinistra, mischia in area che si conclude con l’imprecisa zampata di Di Simplicio. Risposta degli ospiti con un doppio tentativo di Carboni che finisce sul fondo. Ancora Colli alla mezzora. Zahraoui scappa via sulla destra e serve un pallone invitante a Di Simplicio. Ottima la coordinazione, pessima l’esecuzione. Si conclude un primo tempo povero di emozioni e qualità. Nella ripresa, la gara si anima con l’ingresso di Pirelli. Al 65′ occasionissima per Acciaroli su corta respinta di Paolini. Il suo tentativo è impreciso. A cavallo della mezzora, ancora Colli pericoloso. Spiovente insidioso al termine di una azione da fermo concitata, la palla arriva a Pirelli che coglie la traversa. Ancora Colli all’attacco . Nardini dal limite manda alto. Subito dopo, Zharaoui da posizione favorevole si vede ribattuto il suo tocco sulla linea da un difensore. Finale nervoso, la chances incredibile capita sui piedi di Croce, ma Paolini si esalta, aiutato con un pizzico di fortuna, e ribatte. L’ultima azione della gara è un gran diagonale dai 25 metri di Casali. La risposta di Camaioni è da campione.