12′ GIORNATA : ATLETICO AZZURRA COLLI – MONTEFANO 0-1

COLLI : CAMAIONI 6.5, ACCIAROLI 6 (65’ LUCIANI 6), CROCE 6, PAOLUZZI 6, STANGONI 6, ALIJEVIC 7, MARIANI 5.5 (65’ GYABAA 5.5), ZAHRAOVI 6, DI SIMPLICIO 6(80’ SEPRONI sv), CROCETTI 5.5, BIANCUCCI 6 ( 68’ COCCIA 6.5). ALL. FUSCO

MONTEFANO : ROCCHI 7.5, CESARI 5.5, MENGONI 6, CAMILLONI 6, DONATI 7, MOSCHETTA 7, PALMUCCI 5.5, GIGLI 6.5, CAMMERTONI 5.5 (80’AQUINO 7.5), ROSSINI 5.5, BONACCI 6 (90’ SILVESTRONI sv). ALL. LATTANZI

 

ARBITRO : EREMITAGGIO DI ANCONA 7

RETE : 85’ AQUINO

 

COLLI DEL TRONTO : Una prodezza di Aquino a 5 minuti dallo scadere, condanna l’Atletico Azzurra Colli alla prima sconfitta interna stagionale, la seconda in campionato, in una gara nella quale gli uomini di Fusco hanno tenuto a lungo l’iniziativa, giocando un buonissimo calcio, ma si sono ritrovati con un pugno di mosche in mano al termine dei 90 minuti. La squadra di casa paga la giornata storta del suo uomo simbolo Crocetti che, al netto di una buona prestazione generale nell’arco dei 90 minuti, fallisce una palla gol e un rigore che da un giocatore straordinario come lui non ti aspetti. Coccia e Luciani, nuovi arrivi, partono dalla panchina, e padroni di casa e ospiti schierati con un identico 4-3-3. Il primo pericolo lo porta Mariani che salta tutta la retroguardia ma calcia poi debolmente tra le braccia di Rocchi. Al minuto 12 ottimo taglio di Di Simplicio alle spalle della retroguardia su suggerimento di Biancucci, ma conclusione al volo bloccata dal bravo portiere ospite. Il Colli fraseggia discretamente, il Montefano si chiude e riparte senza però creare grossi pericoli dalle parti di Camaioni. L’ultimo sussulto è un tiro-cross di Zahraovi che Rocchi smanaccia in corner. Nella ripresa, i padroni di casa pigiano sull’acceleratore e costruiscono subito due ottime occasioni da rete. La prima con Crocetti, che approfitta di uno svarione di Cesari ma calcia a botta sicura ancora su Rocchi, e la seconda con Di Simplicio, che raccoglie un suggerimento di Biancucci ma manda alto da posizione favorevole. Al 52’, si affaccia il Montefano con Camilloni, ma il suo diagonale dal lato destro dell’area è bloccato con estrema bravura da Camaioni. La partita scorre via senza grossi sussulti, ci prova Gigli ma ancora Camaioni risponde presente. L’infortunio di Di Simplicio nel finale, pare voglia far accontentare le squadre allo 0-0 ma non è cosi. Perché al minuto 84, Crocetti viene steso in area da Donati nell’unica sbavatura del centrale. Lo stesso capitano dal dischetto si vede ribattere la conclusione dal superlativo Rocchi. Pochi minuti più tardi Aquino raccoglie un rinvio dalla metà campo di un suo compagno e in contropiede fulmina Camaioni dal centro sinistra con un bolide che si infila sotto l’incrocio. Fusco mette anche Luciani davanti, ma è il Montefano a sfiorare il raddoppio con Silvestroni in contropiede, sul quale Camaioni si supera. Termina 1-0 con il Colli a leccarsi le ferite.

Fusco : ”Luciani e Coccia valori aggiunti. Tensione alta per la partita di domani.”

Salvatore Fusco , il giorno prima della partita contro il Montefano, ha affidato al nostro sito le impressioni, le sensazioni e le idee che si sta facendo sul mercato, sulla squadra e sui futuri avversari di domani.

 

Mister, partiamo dal Montefano. Una squadra solida, che prende pochi gol e che conta su alcune individualità di spicco come Gigli, Bonacci e Aquino. Quali sono le difficoltà tattiche che presenterà questa partita ?

-Incontriamo una squadra con giocatori importanti e molto attrezzata. Però bisogna agire con accortezza e senza timore. Avremo di fronte una compagine equilibrata e che prende recentemente pochi gol. Proviamo ugualmente a proporre il nostro gioco con ordine e qualità. La gara durerà 90 minuti, massima pazienza e concentrazione.

 

Come ha trovato la squadra in settimana ?

-La squadra ha un ottimo momento mentale. Abbiamo preparato bene e con accortezza questa partita, consapevoli delle difficoltà che ci troveremo davanti. Il Montefano va rispettato perché oltretutto lo dice la classifica. Bisogna entrare in campo con la tensione alta, la massima umiltà ma soprattutto approcciando dal primo minuto nella maniera giusta questa delicatissima partita.

Parliamo di mercato. Come hai trovato Coccia e Luciani ?

-Abbiamo fatto delle scelte oculate e che oltre l’aspetto tecnico ci daranno una mano a livello morale. Dispiace per chi ha fatto la scelta di andare via ma ora guardiamo al futuro coi ragazzi che abbiamo.  Conosco Matteo Coccia da diversi anni e so quanto ci possa dare sia tatticamente, che tecnicamente, che dentro lo spogliatoio. Con Luciani, che non conoscevo, invece è bastato uno sguardo per capirci. Ci siamo guardati negli occhi e in pochi secondi ci siamo capiti.  Entrambi vanno a migliorare un gruppo che già di per sé è splendido e che non ha quindi difficoltà a farli integrare.

 

Quali sono le varianti tattiche in difesa e a centrocampo che possono portare questi due giocatori e soprattutto, visto il gran campionato che stanno facendo Stangoni e Paoluzzi, se sarà anche contemplata l’idea di giocare con la difesa  a 3 in futuro ??

-Ogni modulo è adatto alle esigenze di questa squadra. In questo momento stiamo giocando col 4-3-3 che però spesso viene modificato dai giocatori stessi in campo. Abbiamo cambiato in corsa già diverse volte. Contano le qualità morali di questo spogliatoio che sono altissime e tutti hanno voglia di fare bene.

Colli, primi movimenti di mercato : due acquisti e due cessioni

COLLI DEL TRONTO : L’Atletico Azzurra Colli comunica in via ufficiale di aver formalizzato quattro operazioni di mercato nella giornata di ieri. Due in entrata e due in uscita. Approdano alla corte di Salvatore Fusco il difensore centrale Stefano Luciani (1983) e il regista di centrocampo Matteo Coccia (1990). Entrambi erano in uscita dal Ciabbino. Luciani è un difensore dalle spiccate doti fisiche, forte nel gioco aereo ,nella marcatura e con grande carisma. Coccia è un centrocampista di qualità di piede destro, che solitamente gioca davanti alla difesa. A loro, che si aggregheranno da questa sera al gruppo di Fusco, il più caloroso benvenuto nella nostra grande famiglia

 

Salutano invece dopo due anni e mezzo il difensore Dante Gagliardi (classe 1993) e dopo un anno e mezzo Klinti Curri, attaccante (1997), entrambi liberi da subito di trovarsi una nuova sistemazione. A loro il ringraziamento per il contributo dato in questi mesi.

11′ GIORNATA : PINTURETTA- ATLETICO AZZURRA COLLI 1-2

PINTURETTA : IACOPINI 6.5, VERDECCHIA 5, BENIGNI 6, OLIVIERI 5.5 (86’ OLIVIERI M. sv), VALLESI 6 (83’CARDINALI sv ), VERGARI 5.5, VERGARI EROS 5.5, MANCINI 6.5, CANCELLIERI 5.5 (64’ POSTACCHINI 6), SPAGNA 6.5, DRAGJOSCHI 5.5. (86’BIRILLI sv). ALL. BIRILLI

A.A.COLLI : CAMAIONI 5.5, SIMONETTI 6.5, CROCE 5.5, PAOLUZZI 6.5, GYABAA 6.5, ALJEVIC 6.5, MARIANI 6 (86’ SEPRONI sv), ZAHRAOVI 6, DI SIMPLICIO 6.5 (90’ CURRI sv), CROCETTI 7.5, MASCITTI 6.5(52’ BIANCUCCI 7). ALL. FUSCO

ARBITRO : RACCHI 6.5

RETI : 60’ CROCETTI ( R ), 75’ MANCINI, 85’ DI SIMPLICIO

 

PORTO SANT’ELPIDIO : Vittoria meritata più di quanto dica il risultato quella ottenuta dall’Atletico Azzurra Colli che, al termine di 90 minuti giocati principalmente all’attacco, porta a casa i tre punti e rimane in scia del Potenza Picena capolista, distante solamente due punti. Nonostante le tante defezioni (Stangoni, Biancucci per problemi di lavoro arrivato più tardi, Battilana), gli uomini di Fusco, schierati con l’inedita coppia centrale Alijevic – Paoluzzi, vincono il match gettando il cuore oltre l’ostacolo e dimostrano che i risultati vanno fatti facendo tanto lavoro e poche parole. Parole che ormai sono invece terminate per l’immortale Crocetti, anche oggi protagonista assoluto del match, con due rigori procurati, uno realizzato e un assist regale a Di Simplicio per il gol vittoria. I locali da par loro, hanno tentato di mettere la massima aggressività alla gara, sacrificandosi per tutti i 90 minuti, ma alla lunga hanno palesato una normale stanchezza, e si sono fatti bucare dalla zampata decisiva del bomber numero 9 rossoazzurro. Partenza al fulmicottone dei nostri, con Crocetti già due volte insidiosissimo nel primo quarto d’ora che si vede respingere prima un diagonale mancino da Iacopini e poi un perfetto lob sull’uscita dello stesso portiere da un disperato intervento sulla linea di Vallesi. Ci prova anche Di Simplicio che al volo da fuori area manda alto. La Pinturetta agisce prettamente di rimessa usando il fisico di Spagna e l’inventiva di Mancini, ma la prima conclusione degna di nota è al 27’, con Dragjoschi che sparacchia alto dal limite. Al 32’ Crocetti recupera una palla che stava uscendo ma viene steso da Iacopini in disperata uscita. Il suo intervento è da rigore, ma lo stesso Iacopini si supera su Di Simplicio. Ultimo tentativo del Colli con un destro a giro di Zahraovi dal limite che finisce alto. Nella ripresa il Colli aumenta ancor di più la pressione grazie anche al determinante ingresso di Biancucci e trova per due volte la conclusione da posizione favorevole. La prima con Mariani, che favorito da una sponda dell’ottimo Gyabaa, calcia sfiorando il palo alla sinistra di Iacopini, e la seconda con lo stesso Biancucci che si fa largo sulla sinistra ma manda alto di poco il suo tentativo. La proposta offensiva degli uomini di Birilli si limita a un calcio piazzato di Mancini disinnescato da Camaioni. La svolta al 59’: gran giocata di Di Simplicio che libera Crocetti. Il capitano a tu per tu con Iacopini lo scarta e viene steso. Rigore solare e trasformazione impeccabile dello stesso numero 10, giunto al 47’ centro in maglia rossoazzurra in campionato tra Promozione e Prima Categoria. Al 27’ della ripresa ancora una volta Crocetti incontenibile sulla sinistra mette in mezzo per Di Simplicio che spreca malamente in spaccata. Gol mangiato, gol subito. Allora Mancini, direttamente da corner, beffa Camaioni, probabilmente tradito da una leggera deviazione di un difensore. Il pareggio sembra accontentare gli uomini di casa, che si rintanano dietro e soffrono il ritorno del Colli che ha una chances tanto incredibile quanto clamorosa ancora con Di Simplicio che, servito da Biancucci a porta praticamente sguarnita, non indirizza il cuoio in rete. Sembra una gara stregata per il nostro punteros, fino all’85’ quando Crocetti, spostatosi sulla destra, mette in mezzo una rasoiata col contagiri alle spalle della difesa sul quale si avventa il numero 9 ex Monticelli infilando in scivolata il gol vittoria, che coincide col suo quarto centro stagionale, tutti in trasferta. La Pinturetta non ne ha più e il Colli potrebbe triplicare, ma Mariani e Curri sprecano le occasioni. Finisce 2-1, il Colli vince e mette in mostra i suoi giovani. Due i 98 quest’oggi in campo ( Zahraovi e Mariani ) e addirittura 3 classe 99 (Simonetti, Gyabaa e Mascitti ), tutti dall’inizio, e tutti autori di una buonissima prestazione.

Fusco : ”Pinturetta non merita questa classifica. Voglio ancora più cuore.”

Alla vigilia della sfida in trasferta con la Pinturetta, il mister Salvatore Fusco ha rilasciato delle interessanti dichiarazioni al nostro portale.

Mister, una partita difficile contro una squadra scomoda da affrontare. Cosa temi di piu dei tuoi avversari ?

-E’ una partita impegnativa, contro una squadra che non merita assolutamente la classifica che ha. Li abbiamo visti giocare in coppa e ci hanno fatto una buona impressione. Bisognerà stare attenti, loro fanno valere il fattore campo e per noi sarà fondamentale non sottovalutare nessun dettaglio dell’impegno.  A prescindere dagli interpreti, bisognerà fare il tipo di partita per la quale ci siamo preparati.-

 

Come si sono allenati i ragazzi in settimana ?

-I miei ragazzi meritano elogi perché si allenano sempre tenendo altissima la tensione. Sarà fondamentale ancor di più domani, non stiamo qui a ripetere l’importanza del match anche in chiave futura. Ci vorrà un cuore ancor più grande delle precedenti uscite, fare la nostra partita ma farla con massima umiltà perché quando si è presuntuosi non si va lontano-.

Si prosegue con il modulo base 4-3-3 o sono previste variazioni ?

-Il 4-3-3 è un modulo che ci ha dato molte soddisfazioni finora ed è quello che rispecchia la nostra identità. Poi a gara in corso può succedere di tutto, ma per noi attualmente la base è quella li. Ci stiamo trovando bene e  bisogna proseguire.-

Ultimo appunto : un giovane che sta crescendo è Simonetti .

-Si, Simonetti nelle ultime uscite ha palesato una crescita notevole sia dal punto di vista tecnico che da quello della concentrazione. Siamo soddisfatti ma deve ancora fare di più. Lui come tutti i giovani sta avendo un comportamento esemplare negli allenamenti, crediamo fortemente in questi ragazzi e nei loro miglioramenti.-

10′ GIORNATA : ATLETICO AZZURRA COLLI- MONTALTO 1-0

A.A.COLLI : CAMAIONI 6, SIMONETTI 6.5 (92’ GAGLIARDI sv), CROCE 6.5, PAOLUZZI 7, STANGONI 6.5, ALIJEVIC 6, MARIANI 6 (80’SEPRONI 6), ZAHRAOUI 6.5, DI SIMPLICIO 6, CROCETTI 7 (90’ GYABAA sv), BIANCUCCI 7. ALL. FUSCO

 

MONTALTO : PAOLINI 7, MARILUNGO 6, GABRIELLI 5.5 (66’MATRICARDI), TASSOTTI 6, SCIELZO 6, CARBONI G. 6.5, CARBONI GIANL. 6, POLINI 5.5, CARCA 6, GIORGI 5.5, BRUNI 6 (88’ RUGGERI sv). ALL. RICCIOTTI

 

ARBITRO : ROGANI 5.5

RETE : 57’ CROCETTI (r)

 

COLLI DEL TRONTO : Un rigore del solito trascinatore Crocetti, manda in paradiso l’Atletico Azzurra Colli al termine di una gara spigolosa, giocata sul sottile filo dei nervi e difficile anche tatticamente contro un avversario che si è difeso con ordine e ha provato alcune ripartenze importanti senza però essere pericolosa. La squadra di Fusco, che perde Battilana per infortunio, si ripropone col 4-3-3 con Mariani terzo d’attacco e con Zahraoui a fare la mezzala. Dietro, torna l’ottimo Simonetti dal primo minuto con Croce nuovamente dirottato a sinistra. Ricciotti schiera i suoi col 4-2-3-1 con Giorgi, Bruni e Carboni in appoggio a Carca e con le pesanti assenze di De Luca, Alessi e Ciucani. Partita molto tattica, nella prima mezzora è il solo Crocetti dopo pochi minuti a trovare uno spiraglio per una conclusione dal limite che però saggia la bravura dell’ottimo Paolini. Dopo la fase iniziale di studio, il Colli prova a fare la partita e si scuote con Di Simplicio, che ha due occasioni per portare in vantaggio i suoi ma entrambe le volte trova sulla sua strada la prontissima risposta del numero 1 ospite. Il Montalto agisce di rimessa, stuzzica ogni tanto psicologicamente i nostri che rispondono con la massima serenità e tenendo sempre i nervi ben saldi. Si va al riposo sullo 0-0. In apertura di ripresa, la squadra di Fusco alza leggermente il ritmo e al 56’ arriva l’episodio di svolta. Sugli sviluppi di un calcio piazzato , Stangoni anticipa Gabrielli prendendo posizione. Il numero 3 ospite lo tocca da tergo e per l’arbitro è rigore, tra le vibranti proteste della squadra di Ricciotti. Crocetti è glaciale e trasforma il quarto centro stagionale. A questo punto il Montalto è scosso e il Colli, guidato dall’ottimo Biancucci, prova a chiuderla ma le occasioni latitano e lo stesso numero 11 si vede annullare un gol nel finale. Dopo una girandola di cambi, la reazione ospite sfocia in una protesta per un atterramento di Paoluzzi ai danni di Matricardi sul quale l’arbitro sorvola. Non si registrano interventi degni di nota del numero 1 Camaioni, a parte un paio d’uscite alte sul quale il portiere si dimostra come sempre attento. Al fischio finale il Colli raggiunge il primo posto a pari merito col San Marco Lorese e in attesa del match di domani del Potenza Picena, gongola con la bellavista della graduatoria.

Fusco : ”Montalto merita rispetto. Per noi banco di prova importante.”

Alla vigilia della partita contro il Montalto sul terreno amico, il tecnico Salvatore Fusco ha analizzato vari aspetti della partita e del momento che sta vivendo l’Atletico Azzurra Colli.

Mister, sulla carta sembra una gara agevole ma in realtà non lo è. Com’è il livello di tensione della squadra ?

-Che sia una gara facile,neanche lo pensiamo lontanamente. Sono molto fortunato perchè questa squadra non ha bisogno eccessivamente di richiami per tenere alta la tensione in quanto tutti sanno l’importanza della posta in palio di ogni partita. Ci siamo allenati con grande attenzione e giusto piglio, siamo pronti ad affrontare la gara cercando di imporre il nostro gioco.-

Il Montalto è una squadra molto organizzata. Come pensi di stanare gli avversari domani ?

-L’ho detto e lo ripeto. Il nostro obiettivo è quello di scendere in campo dall’inizio per cercare di imporre il nostro gioco e cercare di fare le nostre azioni. Ci troviamo davanti una squadra che sa quello che vuole in mezzo al campo, bisognerà fare anche molta attenzione ai loro contropiedi. Per noi è un banco di prova importantissimo per testare le nostre reali ambizioni.-

Ti ha sorpreso la vittoria dei futuri avversari contro il Potenza Picena ?

-Assolutamente no. Ho visto i nostri avversari di domani giocare un paio di volte e devo ammettere che è molto piacevole come squadra e ben allenata. Occorre prestare massima attenzione. Questo è un campionato livellatissimo e si può fare risultato contro tutti.-

Chiusura sul mercato. Qualche idea ?

-Non stiamo pensando al mercato di dicembre. La mia fortuna è di avere alle spalle una società seria che sa quelle che sono le nostre reali necessità e verranno valutate. Io ad oggi non posso che ritenermi soddisfatto di quanto si sta producendo e di tutto questo gruppo. Non è intenzione nè mia nè dello staff tecnico occuparsi del mercato. E non ci guardiamo. Il nostro impegno è sempre rivolto al campo e solamente a quello stiamo pensando.-

Il personaggio: Manuel Fioravanti

   

 

Gioca la sua ultima partita da titolare con l’Atletico Azzurra Colli nell’aprile del 2014 nella trionfale stagione della vittoria del campionato di 1° categoria e dopo “aver appeso le scarpette al chiodo”,intraprende la carriera da vice allenatore nel campionato successivo di promozione marche.
Affianca allenatori del calibro di Minuti,Tentoni,Carbone,Pilone ed oggi collabora con mister Fusco.
Collese di nascita,30 anni da poco compiuti,tifosissimo dell’Ascoli e una passione sfrenata per le canzoni di Vasco Rossi.
L’identikit risponde al nome di Manuel Fioravanti.
Conoscitore come pochi del calcio dilettantistico marchigiano e passione da vendere,tutti i mister che si sono succeduti negli anni,hanno attinto alla sua fonte per sapere caratteristiche,tipo di gioco e punti deboli degli avversari che di volta in volta si andavano a incontrare.
In passato per il suo temperamento “focoso” ,talvolta i direttori di gara lo facevano accomodare in tribuna per qualche parolina di troppo.
Oggi anche da questo punto di vista è migliorato molto e seppur faccia fatica a star seduto,è molto più disciplinato e sereno.
Chi ha assistito sabato scorso al match con la Sangiorgese,lo ha potuto notare molto concentrato e attento ad ogni particolare prima dell’incontro,dispensatore di consigli nell’intervallo ai due “under” che sarebbero entrati in campo,con irrefrenabile felicità esultare alla rete del pareggio di Crocetti , grintoso e veemente nei minuti finali quando il Colli subiva il forcing della Sangiorgese.
Crediamo insomma che la grande esperienza e l’acume tattico di mister Fusco unito alla grinta di Manuel sia un mix perfetto al fine di raggiungere ottimi risultati che la società di Colli del Tronto merita.
Altra grande dote è quella di fare un’attenta e lucida analisi solo dopo 5 minuti dalla fine delle partite,cronache che poi possiamo leggere nel sito della società con elegante e professionale stile giornalistico.
Non possiamo che augurare all’Atletico Azzurra Colli di continuare ad avere un collaboratore così bravo e preparato.
A Manuel auguriamo invece di avere in futuro una squadra tutta sua per mettersi alla prova e iniziare la carriera di allenatore che crediamo gli possa regalare tante soddisfazioni.
Bravo Manuel. Continua così !!!!

Fabrizio Ottavi

Fusco :”Soddisfatto della reazione. Camaioni è un grande portiere.”

Salvatore Fusco accoglie con soddisfazione il pareggio ottenuto contro la Sangiorgese e risponde così al nostro portale.

Mister, un punto guadagnato. Viene accettato di buon grado ?

-Assolutamente si. Abbiamo giocato su di un campo ostico contro una squadra che, specie nel primo tempo, ci ha messo in grande difficoltà. Abbiamo avuto la conferma di essere però un gruppo solido e una squadra che non vuole perdere e devo rinnovare i miei complimenti ai ragazzi.-

Cosa non ha funzionato nel primo tempo ?

-Posto che la prima occasione per segnare l’abbiamo avuta noi, abbiamo però concesso troppo spazio alla Sangiorgese non trovando sempre le giuste misure e abbassandoci troppo. Nella ripresa abbiamo fatto decisamente meglio e la gara è stata più equilibrata.-

Stai guardando la classifica ?

-La classifica ci sorride ma noi non la prendiamo in considerazione. Facciamo i punti necessari per disputare un campionato tranquillo e vediamo quello che verrà fuori. Sicuramente i ragazzi meritano questo terzo posto.-

Sappiamo che viene preferito sempre il gruppo, ma oggi Camaioni in alcune circostanze è stato determinante.

-Si, Alessio è un nostro punto di forza. È un grande portiere ma lo sapevamo, e la sua grandezza è data dal fatto che ci ha tenuto in piedi nel momento decisivo. Il suo valore è fuori discussione.-

9’GIORNATA: SANGIORGESE-ATLETICO AZZURRA COLLI 1-1

SANGIORGESE : FORCONESI 6, IUVALÈ 6, GENTILE 5, PETRUZZELLI 7, TIDEI 5.5, MORBIDUCCI 6, GABALDI 7, BIGONI 6.5, MARCOALDI 6, MANGIOLA 6.5, PETRUCCI 6.5. ALL. PENNACCHIETTI

COLLI : CAMAIONI 7, CROCE 5.5(46’SIMONETTI 6), GAGLIARDI 5.5, (74’BATTILANA 6)PAOLUZZI 6, STANGONI 5.5, ALIJEVIC 6, ZAHRAOVI 6.5, GYABAA 6 (46’MARIANI 6), DI SIMPLICIO 6, CROCETTI 6.5, BIANCUCCI 6. ALL. FUSCO

ARBITRO : PARADISI 6

RETI : 10’GABALDI, 64’CROCETTI

ESPULSO : GENTILE AL 92’

PORTO SAN GIORGIO : Un punto per uno nello scontro diretto tra Sangiorgese e Atletico Azzurra Colli nella nona giornata del campionato di Promozione Girone B. La squadra di Fusco soffre ma alla fine rosicchia un risultato favorevole nonostante la gran mole di gioco creata dai locali. Fusco torna alla difesa over, con Croce e Gagliardi in fascia e con Gyabaa intermedio vicino a Alijevic e Biancucci. Speculare il modulo di Pennacchietti. A partire meglio sono gli ospiti che sfiorano con Crocetti il vantaggio. Il capitano, servito da Biancucci , approfitta di uno svarione di Iuvalè ma di sinistro chiude troppo l’angolo e sfiora il palo. Gol mangiato, gol subito. Al 10’Gabaldi imbeccato dalle retrovie, quasi non crede a tutto lo spazio concessogli dalla difesa ospite e batte Camaioni dalla zolla sinistra dell’area di rigore. Colli frastornato, locali che legittimano il vantaggio con una netta supremazia territoriale in mediana e con le occasioni per Marcoaldi che prima, servito da Petrucci spreca di testa. E poi si vede ribattere da un ottimo Camaioni il tentativo dal limite. Ci prova anche Bigoni dai 20 metri ma la mira è imprecisa. Il Colli non riesce a uscire, quasi messo alle corde dai locali. La squadra di Fusco barcolla ma non cede e nella ripresa, grazie anche ai due cambi optati dal mister, tiene meglio il campo sfiorando dapprima il pareggio con Di Simplicio ben servito da Crocetti e poi non riesce a capitalizzare un paio di mischie in area. Al 61’, è la squadra locale a sfiorare il raddoppio con Petruzzelli che di testa si vede rispondere da un superlativo Camaioni che va a ricacciare la palla dall’incrocio dei pali. Al 64’ il pari. Giocata in verticale di Alijevic per Crocetti che con un perfetto taglio dalla destra elude la coppia centrale e di giustezza infila Forconesi . Ora la Sangiorgese ha un attimo di sbandamento, ma le incursioni di Di Simplicio e Biancucci vengono ribattute. Finale in forcing dei locali guidati dal solito Gabaldi, calciatore davvero degno di nota. Ma Camaioni chiude la saracinesca in faccia agli avversari e il Colli porta a casa il punto.