Camaioni : ”Vittoria domani sarebbe un grande salto di qualità.”

Con Alessio Camaioni, l’Atletico Azzurra Colli è senz’altro in buone mani. Il portierone originario di Monsampolo, arrivato al quarto anno con la casacca della squadra rossoazzurra (seppur intervallati da un’esperienza alla Palmense), è sinonimo di affidabilità, serietà, garanzie in campo e fuori. Con estrema schiettezza, Alessio ci parla della gara di Chiesanuova, parando anche le critiche e il luogo comune di una squadra fortunata.-Si- attacca Camaioni, classe 1991-, abbiamo avuto un pizzico di fortuna, ma il reale fattore chiave è stata la maturità della squadra che ha capito che domenica poteva essere una giornata storta e ha lavorato con compattezza e pazienza alla ricerca del varco giusto, sfruttando quell’episodio nel finale che ci ha fatto vincere la gara. Esattamente quella maturità che ci era mancata in altre gare.- Camaioni, passa poi all’analisi del torneo, con sorprese e delusioni. –Era chiaro che il divario con le squadre che lottano per salvarsi alla lunga sarebbe venuto fuori, ma se devo fare un nome su tutti dico Valdichienti. Mi ha impressionato la solidità, il bel gioco e l’identità che hanno. L’outsider è senza dubbio il Monturano, che rappresenta un avversario in più anche se, in realtà, mi ha realmente impressionato per il bel gioco espresso. Tra le piccole delusioni annovererei l’Atletico Centobuchi, che secondo me ha una buona squadra seppur non riesce a trovare l’equilibrio giusto, e il Chiesanuova. La squadra vista domenica non può lottare per la salvezza, e infatti in avvio credo che, con i nomi che hanno, si aspettavano tutti quanti qualcosa in più.- Con Camaioni poi parliamo della gara che arriva. – Guai a pensare che esistano gare facili, l’abbiamo già capito in altre circostanze. Affrontiamo una squadra che venderà cara la pelle perché è nel loro dna. E ce lo hanno dimostrato all’andata. Sono ancora in lotta per la salvezza. I testacoda nascondono delle reali insidie, delle armi a doppio taglio, perché se da un lato bisogna vincere per forza, avendo tutto da perdere, dall’altra incontriamo una squadra che , come già detto, farà di tutto per strappare punti. Pronostici non ne faccio, l’unica cosa che posso promettere è che venderemo cara la pelle per arrivare alla vittoria, che sarebbe davvero un salto di qualità notevole per la nostra classifica.- L’ultima battuta, poi, è sulla sua esperienza a Colli, sul modo di allenarsi, sui piccoli ‘’segreti’’ e sul perché il suo rendimento sia sempre cosi importante. –Sicuramente, la passione e la voglia con cui mi alleno gioca a mio favore. Ringrazio infinitamente il mio preparatore Oscar Alfonsi, con cui condividiamo appunto la stessa passione e che soprattutto, oltre ad essere il mio preparatore, è anche una sorta di ottimo psicologo. Ovviamente, sono facilitato e aiutato da questo ambiente, perché a Colli è sicuramente come stare in una seconda casa.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.