Aloisi : ”Gli schiaffi iniziali ci sono serviti !”

Antonio Aloisi ha parlato cosi al Corriere Adriatico nell’intervista pubblicata dal giornale nella giornata di ieri.

”Il punto ottenuto col Castelfidardo testimonia, oltre alla difficoltà di questo torneo, il fatto che stiamo crescendo sotto il profilo dell’atteggiamento mentale. Abbiamo tenuto botta a una squadra fortissima, destinata ad arrivare fino in fondo per essere protagonista, e allenata molto bene. Sapevamo che c’era da soffrire, perchè non puoi pensare di andare a Castelfidardo e non concedere nulla. Ma lo abbiamo fatto da squadra, tutti insieme dal primo all’ultimo. Poi il rosso a Galli ci ha favorito e aiutato parecchio. Sono felice del cambio di mentalità della squadra. Gli schiaffi iniziali ci sono serviti, perchè grazie a essi abbiamo capito ben presto che tipo di campionato saremmo andati a fare e ci siamo fortificati nel momento di difficoltà. E’ un campionato molto strano, basta vedere che l’Anconitana, grandissima favorita, nelle ultime due gare con Grottammare e Fabriano Cerreto ha fatto un solo punto senza segnare mai. Noi dobbiamo mantenere per forza le prerogative nostre delle ultime settimane, umiltà e sacrificio che sono alla base di tutto. Bisogna restare squadra, collettivo in ogni momento della partita per fare risultato. Sabato avremo un avversario molto scomodo, l’Atletico Gallo Colbordolo. La sconfitta contro il Montefano , che gli ha tolto lo scettro da capolista, non deve trarci in inganno , vista l’inferiorità numerica. Hanno un bel collettivo arricchito da due calciatori fortissimi quali Muratori e soprattutto Bartolini. Noi dovremmo giocare anche questa gara come fosse una finale. In casa dovremmo costruire la nostra salvezza.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.