Traini predica umiltà : ”Partita veramente difficile. Speriamo di mantenere questa classifica.”

Terza giornata del girone di ritorno, con una gara da recuperare. L’Atletico Azzurra Colli è di scena a Montecosaro, in una gara contro una squadra in piena bagarre salvezza e che sta attraversando un buonissimo momento di forma, come testimoniano la vittoria con la Palmense e il pareggio a Treia. Una gara che da il là al trittico di partite settimanali che possono rappresentare uno snodo importante per questo torneo. Con Vittorio Traini, ds, abbiamo fatto il punto della situazione. –E’ una gara estremamente importante, ma non cruciale- ci dice Traini-, poiché in un campionato del genere tutto può succedere fino all’ultima gara, visto l’equlibrio che lo contraddistingue. Le sensazioni da parte nostra sono sempre positive, perché abbiamo recepito nei ragazzi lo spirito di sacrificio e l’umiltà con cui stanno portando avanti il campionato. Come testimonia la vittoria col Potenza Picena, siamo in salute ma non dobbiamo certamente abbassare la guardia. – Mancherà ahimè Pirelli, i cui tempi di recupero non sono ancora stati definiti. –Andrea per noi è certamente un giocatore importante- continua il ds- lo testimoniano i numeri e il suo peso specifico. Ma abbiamo giocatori che scalpitano come Piergallini per non farlo rimpiangere e vediamo l’atteggiamento con cui la squadra sopperisce alle assenze. Nonostante per noi, dal punto di vista di infortuni e squalifiche, non sia un momento positivo, nessuno si è mai pianto addosso e, anzi, abbiamo raddoppiato le forze per far fronte alle necessità. Speriamo chiaramente di avere tutti a disposizione, per avere più scelte. Ma il valore della rosa è pari in tutti gli elementi, ragion per cui non ci lamentiamo affatto.-
Poi, Traini prosegue parlando delle difficoltà della gara col Montecosaro.- Un avversario storicamente difficile per noi, che lotta per la sopravvivenza e vende cara la pelle. Non esistono partite facili, ora ancor di più che il tempo stringe e ognuno cerca ossigeno per la propria classifica. Il Montecosaro è una squadra arcigna, di categoria, che in casa si fa rispettare e che lotta su tutti i palloni. Vogliamo andare con umiltà, tanta umiltà, perché senza di quella , con squadre che hanno il coltello tra i denti, prendi gli schiaffi. Quindi la ricetta è sempre l’umiltà e il fare ciò che chiede il mister.- Mister Fani’ che, appunto, torna finalmente dalla squalifica. –Si, finalmente il nostro mister torna dentro, anche se da fuori è ugualmente presente dietro la recinzione. Per il suo carisma, per ciò che trasmette alla squadra mentre gioca, per la sua determinazione, è un ‘’recupero’’ fondamentale.- Chiusura sulla società e sugli obiettivi. –Noi siamo soddisfattissimi del percorso che stiamo facendo, siamo in una posizione di privilegio, visti i tanti squadroni presenti in questo torneo, tutti sulla carta, in estate, più accreditati di noi. Ci piacerebbe raggiungere i play off, restare aggrappati a quel treno, ma la strada è veramente lunga e faticosa. Bisognerà affrontarla con lo stesso spirito di sacrifico , la stessa umiltà e la stessa unità di intenti che mostriamo da Agosto. –

Nardini spezza gli equilibri. La difesa regge. Il Colli continua a sognare in grande

L’Atletico Azzurra Colli vince contro il Potenza Picena e riagguanta il Monturano al terzo posto e con una partita in meno, quella da disputare a Camerino il 30 Gennaio alle ore 15. La squadra di Mister Fani’, che finalmente tornerà dalla squalifica sabato a Montecosaro, ha la meglio di un coriaceo avversario grazie a un rigore di Valerio Nardini, uno degli uomini più talentuosi, realizzato al minuto 45 del primo tempo. Una gara che ha confermato la bontà dell’impianto di squadra costruito dal tecnico abruzzese. Squadra sempre ben disposta, pronta a battagliare, che voleva i tre punti, che si è adattata alla tipologia di gara e che ha trovato nella fisicità di Cucco, Stangoni, Croce e Alijevic i propri cardini. La graduatoria ora sorride al team rossoazzurro, che però non ha intenzione di fermarsi, bensi vuole continuare a stupire. Stupire si, è la parola giusta. Perché se è vero che lo scorso anno è arrivato un terzo posto che ha proiettato la compagine allora allenata da Fusco ai play off, è pur vero che quest’anno, in estate, erano pochi che prevedevano che il Colli potesse provare a ripetersi, specie al cospetto di squadre importanti e fuori categoria come Hr Maceratese , Civitanovese e Atletico Ascoli, e di altre piazze che promettevano battaglia come Camerino e Valdichienti. Un campionato che invece ha fatto capire che l’equilibrio finora regna sovrano ma che soprattutto, per fare risultato bisogna sudare contro tutto e tutti.E a far la differenza saranno i dettagli, tecnici ma soprattutto mentali, nell’approccio di ogni singola partita. Il Colli farà ora visita al Montecosaro con una convinzione in più. Quella, ovvero, di poter essere anche squadra ‘’sporca’’, scaltra, che vince pur non esprimendo il calcio dei giorni migliori ma che sa tenere il suo vantaggio dopo esser stata recuperata troppe volte (Atletico Centobuchi, Civitanovese e Hr Maceratese sono tre turni che gridano vendetta ). Perché sabato la vittoria è arrivata su un episodio (e finalmente, visto che nei dieci pareggi, mai l’Atletico Azzurra Colli ha potuto dire di esser stata fortunata ma ha sempre dovuto recriminare qualcosa ), perché finalmente dal dischetto pare che si segni (il bottino di 4 rigori falliti da 4 rigoristi diversi è tremendamente invidiabile), perché, nonostante l’infortunio di Pirelli, in avanti Di Simplicio ha dimostrato di esser completamente ristabilitosi dal grave infortunio che lo ha tenuto fuori un anno e Piergallini appare davvero un rinforzo notevole. Perché se è vero che Stangoni sarà squalificato nel suo momento migliore, è altresi vero che Croce si è già dimostrato abile nel sostituirlo e soprattutto di star attraversando anch’egli un momento positivo. Ingredienti che fanno capire quanto il mister stia lavorando bene, quanto tutti si stiano ritagliando il loro spazio perché tutti si sentono parte integrante del progetto sportivo, perché tutti tengono all’indirizzo comune, ovvero il bene della squadra. A Montecosaro sarà un’altra gara difficile, perché la squadra di Cantatore è una di quelle che conoscono bene la categoria e sanno fare risultato vendendo cara la pelle. Ma se l’Atletico Azzurra Colli vuole ottenere i tre punti, dovrà pareggiare le qualità agonistiche e mentali della gara per far valere poi di conseguenza il maggior tasso tecnico, che da solo non serve a nulla in questo tremendo campionato.

17’Giornata: Atletico Azzurra Colli-Potenza Picena 1-0

Atletico Azzurra Colli (4-3-3): Camaioni 6, Fioravanti 6 (90’Lombardi sv ), Tommasi 6, Cucco 7, Stangoni 6, Alijevic 6, Zharaoui 6.5, Croce 6.5, Di Simplicio 6(85’Piergallini sv ), Nardini 6.5, Spinelli 6(53’Alfonsi 6).

Potenza Picena (4-4-2): Natali 7, Monaco 6.5, De Fazio 6(68’Foglia), Yaya 5.5, Pepa 5.5, Ionni 6.5, Vecchione 5.5 (66 Santavenere 5.5)’, Micheli 5.5(53’Tomassini 6), Marcantoni 6, Mercuri 6 (83’Cotronè sv ), Onorati 6. All. Zannini

Arbitro : Braconi 5.5

Rete:45’Nardini (r)

Espulsi : Stangoni all’85’, Onorati all’86’

COLLI : In una gara giocata su un campo pessimo e con tante assenze da una parte e dall’altra, ha la meglio l’Atletico Azzurra Colli grazie a un rigore di Nardini al tramonto del primo tempo.
Formazioni : Fanì schiera i suoi col 4-3-3. Cambi obbligati, visti i numerosi infortuni e l’influenza che ha tenuto fuori ben 5 giocatori. Senza già Pirelli e Battilana, il Colli perde alla vigilia Grilli, Acciaroli e Bastianelli. È Croce a sistemarsi nel terzetto di mediani con Alijevic e Spinelli, con Fioravanti terzino destro. Dall’altra parte, mister Zannini consegna a Marcantoni le chiavi dell’attacco , con l’assenza di Pantone che si unisce a quelle di Ciaramitaro e Sulce, e all’eterno Ionni quelle della mediana in un 4-4-2 abile a trasformarsi a gara in corso nel 4-3-3. Partenza al cloroformio. Gli ospiti pressano i padroni di casa a tutto campo, il Colli non riesce a ragionare e si affida a qualche lampo di Zahraoui. Ma allo scadere, la svolta. Sugli sviluppi di una rimessa laterale, Alijevic viene atterrato da un intervento rude di Wahi. Rigore che Nardini trasforma con freddezza, incastrando il cuoio sotto l’incrocio dei pali. Nella ripresa, gara altamente più vivace. Dopo appena 40 secondi, diagonale insidiosissimo di Zahraoui che termina la sua corsa tra le braccia di Natali. Al 53’esce per infortunio Spinelli e fa il suo esordio Alfonsi. Al 57’gran tiro dal limite di Onorati che coglie l’incrocio dei pali. Risponde il Colli. Nardini scappa via con la consueta eleganza sulla sinistra e serve Zahraoui che, di testa, esalta il riflesso di Natali. Dall’altra parte è Ionni con un destro dal limite a impensierire Camaioni, ma la palla va alta. Squadre vive più che mai. Nel Colli, sale vertiginosamente la prestazione di Croce e quella di Cucco, mentre cala quella di Di Simplicio che, sfavorito dal campo, ha vita difficile contro i due colossi difensivi ospiti ma ha due volte la palla per chiuderla. Prima su un piazzato di Tommasi, con colpo di testa alto, e poi quando viene chiuso da Natali al momento di calciare su una sponda aerea di Nardini. Nel finale, agitato e nervoso, vengono espulsi, entrambi in maniera affrettata, Stangoni e Onorati. Finisce col Colli in festa che torna al successo dopo 4 pareggi di fila.

16’Giornata : Hr Maceratese-Atletico Azzurra Colli 2-2

MACERATESE: Tomba 6, Tartabini 5.5 (63’ Cervigni 6), Bigoni 6.5, Arcolai 6 (24’ Argalia 5.5), Capparuccia 5.5, Campana 6, Severoni 6.5, Moriconi 6, Suwareh 6.5, Massini 6, Agostinelli 6 (80’ Danchivskyi 4). All: Moriconi.

ATLETICO AZZURRA COLLI: Camaioni 6.5, Acciaroli 5.5(83’Silvestri sv ), Tommasi 6.5, Cucco 6.5, Stangoni 7, Alijevic 5.5, Pirelli 6.5(83’Croce sv ), Grilli 5.5 (66’ Zahrovi 6.5), Di Simplicio 7, Nardini 5.5, Spinelli 6 (70’Lombardi 6). All: Fioravanti.

Arbitro : Bottin 6

Reti :36’Aut. Stangoni, 46’Stangoni, 50’Di Simplicio, 75’Suwareh.

MACERATA : Bellissima partita tra Helvia Recina Maceratese e Atletico Azzurra Colli. Un match che lascia invariate le posizioni in ottica play off da parte di tutte e due le compagini. Mister Moriconi perde Ridolfi e Mongello per squalifica. Agostinelli torna titolare a destra e Campana agisce davanti alla difesa nel 4-3-3. Mister Fanì ripropone Nardini nel 4-3-1-2 e recupera Camaioni e Stangoni. Nella prima frazione, meglio la Maceratese sul piano del palleggio. A impensierire Camaioni, sono un paio di conclusioni di Bigoni da fuori che finiscono sul fondo. Colli troppo timoroso e titubante, che aspetta e si affida alle ripartenze. Su una di queste, al 25’, Pirelli apparecchia con astuzia per Di Simplicio che, sul lato sinistro dell’area, calcia in diagonale sull’uscita di Tomba ma la palla sfiora il palo sulla sinistra del portiere. Al 36’, la squadra di casa raccoglie i frutti della propria pressione, seppur in maniera casuale. Massini taglia un pallone dall’esterno sinistro e Stangoni, con un tocco maldestro, sorprende Camaioni incolpevole. La squadra di Fanì accusa il colpo, ma trova il pareggio sul finire di primo tempo. È Stangoni, con una bellissima girata da corner di Nardini, a battere Tomba intervenendo nel cuore dell’area di rigore. Nella ripresa, il Colli è letteralmente trasformato. Al 47’Di Simplicio scatta sul filo del fuorigioco, salta Tomba ma il suo tentativo è respinto miracolosamente da Capparuccia sulla linea. È il preludio al gol che arriva poco più tardi. Protagonisti, a parti inverse, sempre loro due. Capparuccia sbaglià un intervento e Di Simplicio raccoglie e con un perfetto pallonetto insacca sotto l’incrocio. Grandissima realizzazione del nostro numero 9 che sale a quattro centri stagionali. Bottino che poteva essere più ampio se l’infortunio non lo avesse limitato nel girone d’andata. Al 58’, Pirelli ha la palla del 3-1. Uscita maldestra di Tomba, il centravanti ci prova dalla distanza a porta vuota. Palla che va fuori di un nulla. La Maceratese accusa un lungo passaggio a vuoto ma il Colli non ne approfitta e subisce. Moriconi reclama un rigore intorno al quarto d’ora, poi la svolta.Prima Suvwareh si fa ipnotizzare a tu per tu dall’intervento prodigioso di Camaioni in uscita, poi si riscatta risolvendo con precisione una mischia in area. Proteste vibranti degli ospiti per la posizione di partenza del coloured. L’ultima emozione è un tiro in mischia di Tommasi ma la palla viene ribattuta pochi passi davanti a Tomba.

Rinforzo per la mediana : ecco Alfonsi

L’Atletico Azzurra Colli comunica di essersi acquisita le prestazioni del centrocampista Samuel Alfonsi. Classe 2001, dotato di buone qualità tecniche e rapidità d’esecuzione, il giovane under proviene dalla Fermana, dove è arrivato dopo aver fatto il settore giovanile con la Sambenedettese. A lui il più appassionato benarrivato tra le nostre fila e l’in bocca al lupo per il proseguio del campionato da parte di tutti noi .

Recupero 12’Giornata : Atletico Azzurra Colli-Civitanovese 1-1

ATLETICO AZZURRA COLLI : Gambacorta 6.5, Acciaroli 6.5, Tommasi 6.5, Cucco 7, Croce 7.5, Alijevic 7, Battilana sv (14’Nardini 6.5), Grilli 6, (70’Piergallini 6), Di Simplicio 6.5, Pirelli 6, Zahraoui 6.5.

CIVITANOVESE : Testa 7, Ferrari 6.5, Marino 5.5, Armellini 5.5, Veccia 6.5, Dutto 6, Salvati 5.5 (55’Carafa 5.5), Escobar 6, Ribichini 5 (84’Catinari sv),Miramontes 6.5, Vechiarello 5.5. All. Da Col.

Arbitro : Cameli 5

Reti :3’Cucco (r), 35’Miramontes

COLLI : Al Comunale di Colli va in scena una grandissima partita che fa il paio con una pessima pagina di sport. Alle ore 14 infatti, un dirigente della Civitanovese invitava ripetutamente l’arbitro a prendere la corretta misura delle porte, che risultavano di appena 2 cm inferiori rispetto alla dimensione standard. Mentre lo stesso dirigente continuava a premere affinché l’arbitro prendesse provvedimenti, la dirigenza dell’Atletico Azzurra Colli, dimostrando uno spessore che va ben oltre la categoria, si adoperava in quasi tutti i suoi dirigenti a aumentare dei 2 cm mancanti la porta. La gara inizia così con mezz’ora di ritardo. L’Atletico Azzurra Colli, priva di Camaioni e Stangoni, parte forte e aggressiva e passa con Cucco, che trasforma un penalty per atterramento di Di Simplicio. La Civitanovese, dopo aver disputato almeno 20 minuti di apnea, si riorganizza e alla mezz’ora abbondante trova il pari con Miramontes sugli sviluppi di un piazzato in mischia. Calcio d’angolo palesemente invertito dall’arbitro, con Acciaroli che , per anticipare Ribichini, gli calcia contro. Ma l’arbitro opta per il corner. Subito dopo, grossa occasione per Di Simplicio, che su sponda di Alijevic trova la porta ma Testa sfiora e salva.Occasione anche per Croce, anticipato da Marini poco prima della battuta sul secondo palo.A fine primo tempo, proteste vibranti anche degli ospiti per un contatto tra Ribichini e Croce. L’arbitro Cameli ammonisce per simulazione il centravanti ospite, controllato oggi agevolmente dalla coppia centrale della squadra di Fani’. Nella ripresa, il Colli va avanti a testa bassa con l’indiavolato Di Simplicio che ci prova in ogni modo ma sfiora la rete in almeno 4 circostanze. Per gli ospiti, è il numero 8 Escobar a tenere il piede caldo e a provare un paio di volte la conclusione dalla distanza per sorprendere Gambacorta. Palla sempre alta. Brivido a un quarto d’ora dalla fine per una discesa di Carafa, il cui tiro cross sporca il palo alla destra del giovane numero 1 rossoazzurro. Nel finale, il pessimo arbitro Cameli nega un rigore a Croce apparso netto. Il difensore collese, autore di una grandissima gara, viene strattonato da Carafa al punto di battere. Finisce 1-1

14’Giornata : Atletico Azzurra Colli-Atletico Centobuchi 1-1

Atletico Azzurra Colli (4-3-1-2): Camaioni 6 (75’Gambacorta 6), Acciaroli 6, Tommasi 6 (80’Nardini sv), Cucco 6, Stangoni 6.5, Alijevic 6.5, Battilana 6(55’Zahraoui 6), Grilli 5.5, Di Simplicio 7, Pirelli 6, Spinelli 6(67’Lombardi 5.5). All. Fanì.

Atletico Centobuchi (4-3-3): Lattanzi 6.5, Olivieri 6, Oddi 6, Porfiri 6 (50’Aloisi 7), Carminucci 6, Piunti 6, Diarra 7, Calvaresi 6, Ferranti 5.5 (66’Picciola 6), Coccia 6, Liberati 6. All. Mazzaferro

Arbitro : Rogani 4.5

Reti:82’Di Simplicio, 86’Aloisi.

Al 70’Rigore fallito da Grilli

COLLI DEL TRONTO: Atletico Azzurra Colli sciupone e la vittoria sfuma incredibilmente nel finale. Al termine di una gara dominata in lungo e in largo gli uomini di Fanì non riescono ad avere la meglio sull’Atletico Centobuchi e si mordono le mani per una vittoria letteralmente buttata. Negli undici iniziali, Fanì conferma in blocco gli uomini che hanno impattato contro il Valdichienti. I due attaccanti Pirelli e Di Simplicio partono dall’inizio, supportati dal lavoro di Grilli sulla trequarti. Mazzaferro rinuncia invece a Aloisi e Picciola schierando Diarra dal primo minuto. Partenza in cui Coccia ci prova dal limite, palla fuori. Poi, Colli padrone del campo. Al 25’Di Simplicio manda alto da buona posizione. Poi due inzuccate di Alijevic e Pirelli finiscono alte di pochissimo. Nella ripresa, monologo collese con tantissime palle gol. Occasioni in serie per Grilli, che dal limite manda sul fondo. Poi per Stangoni di testa che viene anticipato al momento di battere a rete. Poi Un altra conclusione dal limite di Pirelli che va sul fondo. Al 25’clamoroso errore arbitrale con Pirelli che colpisce di testa e Lattanzi che salva ben oltre la linea di porta. Lo stesso Lattanzi successivamente respinge un rigore di Grilli ma si inchina alla prodezza di Di Simplicio. Subito dopo ancora palese palla gol per Nardini che spreca da pochi passi. Subito dopo, ci pensa Aloisi con un tiro da fuori a sorprendere il subentrante Gambacorta e a fissare il punteggio sull’1-1.

Di Simplicio : ”Ci aspetta una gara molto maschia.”

Daniele Di Simplicio è uno degli elementi con maggior esperienza nella squadra di mister Fani’. Classe 1987 e valanghe di gol alle spalle, dopo un’annata veramente tribolata è finalmente tornato a fare quello che sa fare. I gol. E sabato scorso, solo una questione di millimetri gli ha impedito la gioia della realizzazione al termine di una gara che lui ha giocato in maniera esemplare, dove aveva anche avuto il merito di procurarsi un calcio di rigore. Ma il pareggio è stato accolto di buon grado a casa Colli, come lo stesso centrattacco ci garantisce. –Accettiamo il pareggio di buon grado, perché abbiamo affrontato una squadra forte. Abbiamo le stesse idee di calcio, a entrambe piace giocare la palla, ma mentre loro amano allargare la manovra, noi cerchiamo di più la verticalizzazione per vie centrali. Noi comunque, a livello di palleggio, non ci siamo espressi allo stesso modo delle volte precedenti. Abbiamo usato altre armi.- Per Di Simplicio, il rammarico del gol mancato allo scadere è altissimo.- Non è stato un gol mancato secondo me, perché comunque ho calciato da almeno 30 metri. Resta il rimpianto perché se quella palla avesse girato qualche palmo più a destra, avremmo avuto la possibilità di riaprire un campionato che, al momento, appare favorevole al Valdichienti. Avremmo soprattutto avuto la possibilità di battere la capolista a domicilio, laddove non perde da tanto tempo. Peccato, ma abbiamo fatto una buona gara.- Il tempo degli infortuni, forse, è terminato. –Si- ci dice Daniele- ora mi sento meglio, sto trovando continuità e il mister mi da fiducia. Forse avevo bisogno di quello. Toccando ferro, sto acquisendo una condizione realmente buona. Non sono certamente al 100%, ma mi sento davvero in continua crescita.- Di Simplicio compie oggi gli anni. Scontato parlare del regalo che vorrebbe regalare e regalarsi. – Vincere oggi sarebbe un bel regalo. Ci aspetta l’Atletico Centobuchi, una squadra che non può permettersi ulteriori passi falsi. Vengono con l’acqua alla gola e sarà determinante avere un approccio combattivo già dalle prime battute. Hanno tanto bisogno di punti, ma anche noi vogliamo confermare la nostra ottima classifica. Sarà una gara maschia, dove se sottovaluti l’avversario fai una pessima figura. Noi vogliamo vincere per continuare a cullare il sogno play off, guardando comunque sempre partita dopo partita. –

Atletico Azzurra Colli : sono tre i calciatori che lasciano la squadra

COLLI: Atletico Azzurra Colli comunica che tre giocatori hanno lasciato la squadra alla riapertura del mercato di dicembre. Si tratta del difensore Andrea Perozzi (1999), del centrocampista Francesco Folchi(2000) e dell’attaccante Andrea Gibellieri(1995). Quest’ultimo si è accasato al Monticelli, mentre per gli altri due , destinazioni ancora da scegliere. La società augura loro le migliori fortune.

13’Giornata : Valdichienti -Atletico Azzurra Colli 2-2

Valdichienti (4-3-3): Mallozzi 5.5, Romagnoli 6.5, Iommi 6.5, Monteneri 6, Lattanzi 6(79’Ciucci sv) Marcaccio 5.5, Marconi 6, Badiali 7, Garbuglia 6.5, Castellano 7, Mandorlini (71’Ripa 5.5). All. Giandomenico

Atletico Azzurra Colli (4-3-1-2): Camaioni 6.5, Acciaroli 6, Tommasi 5.5 (70’Piergallini 6.5), Cucco 5.5, Stangoni 6, Alijevic 6, Battilana 6( 63’Zharaoui 6.5), Grilli 7.5 (77’Nardini 6), Di Simplicio 6.5 (90’Croce sv), Pirelli 6.5, Spinelli 6(70’Lombardi 6). All. Fanì

Arbitro : Marchei 5

Reti : 14’Grilli (r),46’Castellano,48’Garbuglia,75’Pirelli

SAN GIUSTO-Partita al cardiopalma e girandola di emozioni per il 2-2 finale tra Valdichienti e Atletico Azzurra Colli. Una gara in cui le due squadre hanno palesato bel calcio regalando emozioni fino alla fine. Le formazioni. Mister Giandomenico schiera Marcaccio al posto di Fermani nel 4-3-3 iniziale e lancia dal primo minuto l’ultimo arrivato Mandorlini. Mister Fanì conferma il tandem offensivo Pirelli-Di Simplicio e preferisce Battilana a Zahraoui in mediana. Rientra Acciaroli dietro dopo la squalifica nel 4-3-1-2.
Partenza ove si fanno preferire i padroni di casa,prima con Marconi che, con un tiro dal limite, impegna severamente Camaioni, e poi con Monteneri che sugli sviluppi di un corner, vede il salvataggio di Alijevic mentre stava gridando al gol. Dopo le proteste per un presunto mani di Cucco, al 14’il primo episodio. Di Simplicio anticipa secco Mallozzi che lo stende. Rigore ineccepibile che Grilli trasforma. Subito dopo ancora Grilli sfiora il palo con un siluro dal limite. I padroni di casa riprendono a giocare mentre gli ospiti attendono con bravura e intelligenza. Lattanzi ancora dal limite impegna Camaioni, mentre al 25’miracoloso recupero di Stangoni in contropiede. Ultima emozione della prima frazione di gioco quando Garbuglia si avvita di testa su cross di Romagnoli. Palla sul fondo. Nella ripresa, uno-due fulminante dei padroni di casa che rimettono in proprio favore il match. Prima con Castellano che, su suggerimento filtrante di Badiali, infila Camaioni con una precisa conclusione di destro. E poco dopo con Garbuglia che sfrutta un indecisione di Cucco e insacca di testa. Il Colli non ci sta e riprende ad attaccare, mentre il Valdichienti pensa più a gestire. Dopo la girandola di cambi con l’esordio di Piergallini, arriva il pareggio. Cross di Acciaroli per Piergallini che di sponda serve Grilli. La sua conclusione di sinistro viene sporcata da Pirelli che infila. 2-2 . Al minuto 80 reclama anche il Colli con Pirelli, abbattuto da Marcaccio. Il punteggio resta così con clamorosa palla gol finale per Di Simplicio, che sparacchia di poco sul fondo un pallone vagante a portiere battuto in uscita.