Crocetti :”Arriveranno partite difficili. Vietato sbagliare l’atteggiamento.”

Guido Crocetti ha risolto anche la partita col Montecosaro. Il capitano, a quota 8 reti, ha toccato le 50 realizzazioni in campionato con l’Atletico Azzurra Colli risultando decisivo quest’anno ancor di più. Come il vino , che più invecchia e più è buono, l’attaccante rossoazzurro è sempre più leader della truppa di Fusco e ha rilasciato al nostro portale le seguenti dichiarazioni.

 

-Un’altra vittoria interna col Montecosaro. Partita difficilissima dove il tuo rigore l’ha risolta. Le partite da qui alla fine saranno tutte così. Siete pronti per questi tipi di confronti ?

-Sappiamo benissimo che più si andrà avanti e più i punti saranno pesanti, quindi siamo ben preparati a queste partite. Dobbiamo cercare di giocare meglio ancora a calcio, poiché affronteremo squadre chiuse e possiamo risolverle giocando solo palla a terra come sappiamo fare. È stata la nostra prerogativa dall’inizio dell’anno grazie al lavoro del mister, e dovremmo mantenerla.

-Hai toccato quota 50 gol e pare che tu non abbia intenzione di fermarti. Qual è il segreto dell’eterna giovinezza ?

-Sicuramente bisogna allenarsi ogni volta meglio, con più intensità avendo migliori tempi di recupero e fare vita più seria. Se stai bene e recuperi bene, puoi continuare ad esprimerti su determinati livelli. I tempi di recupero a questa età sono determinanti. Se non fai vita seria non recuperi, se la fai riesci a gestire meglio il tuo corpo.

-Trodica, squadra rinnovata che lotta per salvarsi. Quali sono le difficoltà di questa partita è come la state preparando col mister ?

-Adesso sarà una gara difficile. I punti a disposizione sono sempre meno e le squadre che stanno sotto hanno più bisogno. Dobbiamo pareggiare l’aspetto emotivo e mentale delle altre squadre, mettendo successivamente in campo le nostre armi. Tecnica, qualità e velocità di gioco. A parità di aggressività, queste doti devono fare la differenza.

-Come valuti l’apporto dei giovani in questa squadra ?

-I nostri giovani sono determinanti. Bisogna saperi scegliere e noi abbiamo la fortuna è la bravura di avere in rosa giovani forti. Questi fuoriquota, grazie al gran lavoro della società, stanno facendo la differenza. Abbiamo 4-5 fuoriquota che sono principalmente degli over e non palesano alcuna differenza con gli avversari di maggior esperienza e rango.

-Avete qualche rito particolare prima della gara ?

-Tutti sanno che chiunque ha le proprie scaramanzie. Tra noi, chi parcheggia l’ auto allo stesso punto, chi passeggia negli stessi punti e negli stessi luoghi, chi indossa determinati giubbini in base alla settimana. Ma riti più particolari non ne abbiamo. Sono questi più o meno, e pare che portino bene, quindi continueremmo così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.