2’Giornata : Potenza Picena-Atletico Azzurra Colli 0-0

POTENZA PICENA : Natali 6.5, Pepa 6.5, De Fazio 5.5, Micheli 6, Monaco 6,Sulce 6, Bernal 6 (83’Vecchione sv), Gallo 7, Tomassini 5.5 (53’Cotronè 5.5), Pantone 5, Mancini 5.5(67’Sanavenere 6).All. Zannini

A.A.COLLI : Camaioni 6.5, Acciaroli 6, Tommasi 6.5, Cucco 7.5, Stangoni 6, Alijevic 6.5, Zahraoui 7, Grilli 6, Pirelli 6(93’Gibellieri sv), Nardini 6, Spinelli 6(83’Bastianelli sv). All. Fanì

Arbitro : Manzotti 5

Note: Espulsi Stangoni 53’ e Pantone 93’

POTENZA PICENA: Prova di carattere dell’Atletico Azzurra Colli contro il temibilissimo Potenza Picena. La squadra di Fanì, in 10 dal minuto 53’ per l’esagerato rosso a Stangoni, tiene botta fino alla fine con ordine e rigore tattico a fronte di un avversario pericoloso. Squadra ospite schierata col 4-1-4-1 contro il 4-2-3-1 dei locali. La novità è Zahraoui che agisce esterno destro, il sacrificato è Gibellieri. Partenza di personalità del Colli che con fare aggressivo si pone nella metà campo avversaria creando un importante serie di palle gol. La prima con Stangoni, che sugli sviluppi di un corner sfiora il palo. La seconda con un tiro in mischia di Grilli che fa gridare al gol, ma la sfera coglie l’incrocio dei pali pieno. Si affacciano i locali al 22’ con Gallo che dal limite trova il riflesso pronto di Camaioni. L’ultima emozione è un piazzato di Monaco che finisce tra le braccia del bravo portiere collese. Nella ripresa in apertura rosso a Stangoni che, già ammonito, entra a gamba tesa su un avversario senza cattiveria. Per l’arbitro è secondo giallo. Curioso il metro di giudizio del direttore di gara che nella ripresa fischia solo quattro punizioni al Colli. Dopo il rosso a Stangoni, sale in cattedra Cucco che, con l’aiuto di Tommasi spostato centrale, inibisce ogni velleità offensiva di Pantone, che nel finale si fa anche espellere. Poche le palle gol nel secondo tempo, gara equilibrata con il Colli che non soffre l’inferiorità numerica anzi gestisce bene e ha modo di protestare per il rosso mancato al terzino sinistro De Fazio che si aggrappa a Nardini lanciato verso la porta senza venir ammonito. Colli che sale a quota 4 e con la difesa inviolata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.