22’Giornata : Fabriano Cerreto – Atletico Azzurra Colli 0-4

Fabriano Cerreto : Santini 5.5, Della Spoletina 5(70’ Salvatori sv), Lispi 5, Di Lallo 5(58’Koci 5.5) Stortini 5, Marengo 5, Carmenati 6.5 Cusimano 5.5, Liberto 5.5 (55’Moretti-66’Dauti 5.5), Tizi 5.5 (79’Ferreyra ), Montagnoli 6. All. Fenucci

Atletico Azzurra Colli : Cetrangolo 6.5, Leopardi 6 , Di Antonio 6.5, Stangoni 6.5 (75’Stipa sv), Stacchiotti 7, Fiscaletti 7, Nociaro 6.5(62’Alfonsi 6.5), Mancini 7.5, Pavone 8.5 (81’Piergallini sv ), Giorgio 7.5(77’Croce 6.5 ), Reilly 8 (82’Polisenasv )All. Amadio.

Arbitro : D’Angelo (Trapani) 7
Reti : 2’-57’Reilly, 12’-54’Pavone

Fabriano : Punti salvezza pesanti quest’oggi in palio all’Aghetoni di Fabriano in uno scontro diretto tra Fabriano e Colli. Se lo aggiudica con pieno merito il Colli di mister Amadio, che torna al successo maramaldeggiando con veemenza sui resti del malcapitato Fabriano Cerreto. Passivo eclatante, reso ancor più legittimo dalle sesquipedali palle gol create nell’arco di tutta la gara. Anche dopo il 4-0. È stata la partita in cui l’Atletico Azzurra Colli ha scoperto il gioiello di Omar Giorgio, autore non solo di tre assist ma di una serie infinita di giocate che lo hanno sempre tenuto nel vivo del gioco, e ha riscoperto la verve della coppia Reilly-Pavone, oggi imprendibili. A questo punto la classifica inizia a sorridere alla truppa rossoazzurra, che scavalca due squadre, Fabriano compreso, e guarda in avanti con rinnovato ottimismo. Formazioni.Numerose variazioni per mister Amadio, che, pur confermando il 4-2-3-1 ormai canonico, abbassa Mancini affianco a Fiscaletti dando spazio dal primo minuto a Giorgio sotto la punta Pavone, con Reilly a sinistra e Nociaro a destra. Solo panchina inizialmente per Alfonsi e per il rientrante Polisena. Fenucci invece conta sull’estro di Montagnoli per far male lateralmente alla difesa rossoazzurra. Finisce in panchina Domenichetti, Liberto e Tizi completano il pacchetto avanzato. Partenza al fulmicotone della squadra di Amadio che al secondo minuto è già in vantaggio. È l’irlandese Reilly che esplode un bolide dai 25 metri, successivo a una spizzata di punta di Giorgio, che lascia praticamente di sasso il portiere Santini. Il Fabriano prova a reagire con un colpo di testa di Tizi che da posizione invitante scalda i guanti attenti di Cetrangolo. Al 12, il raddoppio. Pavone vince caparbiamente un duello in contropiede con Stortini e batte implacabilmente Santini. Primo gol del Tanque argentino che festeggia sommerso dagli abbracci dei compagni. . Colli sul velluto ancora con Pavone attorno al 20’che spreca un contropiede, l’ennesimo che la distratta retroguardia di casa concede, calciando alto. Al 24’ il Fabriano, fino ad allora un pugile suonato all’angolo, inizia a macinare gioco. È Montagnoli il primo a calciare alto da buona posizione. Al 28’su corta respinta aerea del difensore Stacchiotti, è lo stesso Montagnoli a provare un missile dai 25metri. Palla altissima. Al 30’ azione fantastica di Carmenati che taglia a fette la retroguardia ospite e mette Liberti in condizione di battere a rete. Provvidenziale l’uscita di Cetrangolo che chiude l’avanzata dell’attaccante locale. Al 33’ci riprova ancora il temibile Montagnoli. Palla alta ancora una volta sul lato corto dell’area di rigore. Dopo aver subito per un quarto d’ora, al Colli capita un’ennesima occasione per chiuderla. È Giorgio che salta netto Di Lallo e mette in mezzo per l’accorrente Reilly che non arriva all’appuntamento col gol di testa per un soffio a porta vuota. Ad avvio ripresa, il Colli cala il tris. Giorgio dalla sinistra serve su un piatto d’argento un assist a Pavone che infila la sua doppietta personale. Subito dopo gli ospiti dilagano. Ancora Giorgio, a tutto campo, scappa sulla destra e crossa per l’accorrente Reilly che infila il quarto gol. Colli ormai sul velluto e Fabriano alle corde. Tante le occasioni per calare il pokerissimo che capitano al rientrante Piergallini, a Polisena, a Mancini, Alfonsi e Reilly. Ma il punteggio non cambia. Risultato roboante, il Colli ora ci crede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.